Come diventare esperti Adsense? Massimiliano Badolati

esperto-adsense-monetizzando-intervistaEd eccoci alla seconda parte dedicata all’intervista che la settimana scorsa mi ha inviato Massimiliano Badolati, rispondendo in maniera davvero esaustiva alle mie domande (anche se ne ho molte altre da fare e spero che anche tu lascerai un commento per fare qualche altra domanda), se non hai letto la prima parte ti basterà andare su: Lavorare Online, Intervista a Massimiliano Badolati.

Buona lettura!

Adesso che hai spiegato un pò ciò che fai tu con AdSense, penso siano in molti a chiedersi “come si impara o si diventa esperti in questo settore?” Non esiste un manuale, e vorrei sapere come tu stesso hai imparato ad analizzare e studiare l’ottimizzazione di AdSense (ovviamente esclusa la sperimentazione che va fatta sito per sito, cosa bisogna leggere? cosa bisogna fare?)!

Utilizzare AdSense è veramente facilissimo, direi elementare, non bisogna fare altro che copiare un codice, incollarlo nella pagina e attendere che Google spari fuori delle belle pubblicità, sperando che queste ci portino un bel po’ di soldi…questa è la parte più facile.

La parte difficile però viene dopo, infatti una volta installato adsense ci si accorge che i risultati non sono sempre quelli che sognavamo e ci ritroviamo davanti a un sacco di domande a cui non riusciamo a dare una risposta.

Uno dei fattori che mi spinse a voler approfondire la conoscenza di AdSense furono proprio i troppi punti interrogativi che incontravo nell’analisi dei risultati: perché, a parità di numero di visulizzazioni, il giorno prima si guadagna una cifra e il giorno dopo vediamo che questa si dimezza? Come mai gli articoli di punta, quelli su cui ho faticato tanto, che sono riuscito a posizionare bene su Google e che hanno tante potenzialità, non mi fanno guadagnare neanche i soldi per un caffè? Il calo di entrate in questo periodo ha colpito solo me o anche tutti gli altri publisher di AdSense?

Scommetto che tutti coloro che utilizzano AdSense prima o poi si sono posti queste domande. Ebbene la bella notizia è che alla stragrande maggioranza di queste domande c’è una risposta, e la si può trovare imparando ad utilizzare al meglio tutte le opzioni di reportistica offerte da AdSense e tutti gli altri strumenti di Google.

Non c’è niente di più bello che avere il controllo della situazione e sapere cosa esattamente sta succedendo sulle tue pagine, in questo modo si ha la mente sgombra e ci si può focalizzare i su altri aspetti dell’ottimizzazione che “realmente” con il tempo possono farti guadagnare un sacco di soldi. Ovviamente per spiegare tutte le tecniche di ottimizzazione ci vorrebbe un libro intero, ma ti posso dire che i tre punti cardine per diventare bravo con AdSense sono:

  1. Salva tra i tuoi bookmarks la pagina del centro di assistenza di AdSense, lì trovi sia l’help center che ti permette di capire come funzionano tutti gli strumenti di AdSense e sia il forum di assistenza dove troverai centinaia di soluzioni ai problemi o ai dubbi. Spulciali fino all’ultima pagina, scoprirai opzioni e funzionalità di cui non sapevi l’esistenza!
  2. Dedica un po’ di tempo all’analisi dei dati di AdSense, organizzali in modo da poterli rileggere con calma e quando hai veramente la mente sgombra e riposata e archiviali in modo da poter avere una sorta di diario delle performance del tuo account. In questo modo saprai dove intervenire e con che priorità.
  3. Test, test e test. Alla fine il segreto per ottenere il massimo da AdSense è testare. Prova nuovi formati, nuovi colori, nuove soluzioni, fino a quando non capisci di aver trovato la migliore soluzione possibile.

A domani, con la terza ed ultima parte dell’intervista ;)

Aggiungici alle cerchie su google plus!

Categories: Interviste

About Author

Valerio Novelli

Hai due modi per collegarti a “me” in qualche modo su Facebook: Seguire la pagina Fan di Monetizzando.com (facebook.com/monetizzando) oppure seguire la mia pagina ufficiale: FollowValerioNovelli (facebook.com/followvalerionovelli), puoi anche fare entrambe le cose ;)

Scrivi un commento

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*

Loading Facebook Comments ...