Guadagnare Online: Analisi Serp di Emanuele Tolomei 2012

14

Tolomei per Monetizzando Guest Post Guadagnare Analisi Serp

A distanza di una settimana dal mio articolo provocatorio sul tema del posizionamento e della “Case History per la Keyword Guadagnarae Online” arriva lo splendido guest post di Emanuele Tolomei, responsabile tecnico di Esperto SEO che fa una splendida analisi sui risultati della Serp per le parole chiave “Guadagnare Online”, leggiamo insieme…

Da un interessante articolo comparativo di Valerio Novelli, ho pensato di estrarre una breve analisi dei siti individuati da lui, come se oggi stesso dovessi mettermi a lavorare per la nicchia “Guadagnare Online”.

Cercando questa keyword trovo nell’ordine:

1. www.guadagnareonlineitalia.it
2. www.guadagnareonline.eu
3. www.10000euroalmese.com

Vediamoli con searchmetrics:

Search Metrics Guadagnare Online Maggio 2012

Analiziamo semplicemente le immagini che vediamo senza aprire ancora i siti e scoprirene la qualità dei contenuti

Sito numero uno
● Per il primo abbiamo una visibilità in crescita, ma un numero di risultati in top 10 inferiore rispetto agli altri, da cui possiamo presupporre un lavoro seo focalizzato su poche chiavi, ma competitive e sicuramente di spessore.
● No Adwords
● Una presenza nei social non esagerata ma ben distribuita
● Nessun backlink ( ovviamente non sarà così, ma strumenti come questo lavorano su basi cachate e che a volte impiegano un po’ di tempo per estrapolare dati validi, ma vale lo stesso anche per gli altri )

Sito numero due
● Rispetto agli altri, questo 2° risultato è quello con i valori peggiori, anche se a suo unico vantaggio, gode di un numero più elevato di backlink, ma non ne conosciamo la qualità
● Per il resto c’è veramente poco da dire

Sito numero tre
● Il 3° caso è il più interessante, perchè in termini di visibilità è sicuramente quello che dei 3 ha “lavorato meglio”, riuscendo a catturare traffico da un numero molto più elevato di keyword, con ben 35 di esse nella top 10
● Scarsa presenza nei social, trascurando “del tutto” twitter, che essenzialmente possiamo dire sarebbe l’unico che potrebbe portare un discreto vantaggio sul rank
● Ma la cosa più interessante arriva proprio ora, ossia, abbiamo un numero di backlink non troppo elevato, ma sicuramente più di qualità rispetto ai precedenti. Questo aspetto avrà sicuramente portato un buon boost a questo sito, che non gode come gli altri della key nel dominio.

Ma proseguiamo la nostra analisi cogliendo altri aspetti interessanti di questi siti.

Vediamo l’andamento della visibilità.

Sito numero uno

Andamento Visibilità Guadagnare Online Sito 1

Il primo sito è sicuramente quello che è in serp da meno tempo, e non significa che è il più giovane, ma possiamo pressupporre che sia così.

Sito numero due

Andamento visibilità kw guadagnare online sito 2

Interessante :)

Questo secondo sito ha perso molto traffico, anche se non strettamente in concomitantanza con l’ascesa del primo, infatti la sua perdita inizia a febbraio, probabilmente a causa di una penalizzazione su alcune delle pagine o di qualche modifica effettuata al sito, magari per spingere di più altre chiavi più competitive ( dico così perchè magari il traffico precedente era su chiavi generiche che portavano traffico ma pochi risultati ).

Ma possiamo anche affermare che se una volta era primo, all’arrivo del nuovo competitor, moltissimi clic sono sfumati ( giusto per capire quanto è importante essere primi in alcuni settori, soprattutto se prima dell’organico abbiamo sempre ⅔ risultati sponsorizzati, quindi non si è primi ma 3/4° ).

Sito numero treAndamento visibilità sito guadagnare online sito tre

A giudicare dall’andamento, e dal valore dei backlink, suppongo che questo 3° risultato è quello che ha lavorato di più in ambito seo, con un aumento importante proprio negli ultimi mesi, che gli ha portato un incremento della visibilità esponenziale rispetto ai diretti competitor. ( Questo è il genere di situazioni che prediligo, perchè spesso focalizzarsi su una keyword, piuttosto che su una posizione, riduce le nostre capacità di controllo di più serp ).

Ma veniamo ora al dunque, vediamo i siti nel dettaglio e loro layout:

guadagnareonlineitalia:

● Molto pulito
● Wp based ( Stile Blog )
● Utilizzo estremo di w3 total cache
● Ottimizzazione on-page corretta (tranne qualche alt nelle immagini)
● Pubblicità assente
● Page speed 95/100
● Suddivisione per categorie adeguata (iniziano tutte con “Guadagnare con“)
● sitemap con solo articoli
● No index per le categorie
● No tag
● No meta keywwods
● Molti link in uscita di qualità (BRAVO, BRAVISSIMO, ECCELLENTE E CHI PIU’ NE HA PIU’ NE METTA :) ) scusate ma sono un grosso sostenitore dell’outbound link

guadagnareonline:

● Layout improponibile
● Pubblicità in ogni dove
● Tempi di caricamento biblici dovuti all’utilizzo di vivistats
● Sorgente obsoleto e con errori di sintassi nei meta, oltre a keyword stuffing. Title due volte, doppio head & body, praticamente 2 pagine html una dentro l’altra :) Mitico!!
● Versione anche in francese che carica cose che non vengono mai visualizzate
● Link in uscita che superano i link interni e verso siti di dubbia qualità ( 25 esterni – 19 interni )
● Direi che basta se no cambio mestiere :), troppo brava sta gente

10000euroalmese :
● Nome dominio che non influisce
● Wp based
● Codice esploso pulito
● Molto concreto e basato su buoni contenuti
● No pubblicità
● No meta desc ne keyword
● 2 soli banner in home
● Una chat che non funziona
● Organizzazioni degli articoli scadente ( 261 pagine di cui solo 66 funzionanti nel pagination )
● Tutto index ( categorie incluse )
● No author per i contenuti

Alla luce di questi elementi non mi sento di dire che i 3 siti in questione detengono la loro posizione per meriti che derivano dalla SEO, in quanto presento gravi mancanze in ogni dove, tranne il primo, pressochè perfetto.

Ma immagino che anche altri siti in serp siano perfetti eppure il 2° e il 3° continuano ad essere ingiustificatamente posizionati.
Dobbiamo continuare ad indagare :)

Chiediamo aiuto a SeoQuake:

Guadagnare Online SeoQuake

  • Primo sito age n/a perchè troppo giovane, ma per il 2° sembra che il fatto di essere del 2006 incida, eccome, anzi sembra essere l’unico parametro attendibile
  • Pagerank? il 2° ha 1 e gli altri 3, a sostegno che i backlink sono davvero pochi in tutti i casi numero pagine? il 3° smisurate, contro gli altri con un numero quasi ridicolo di contenuti
  • 3 twitter per il secondo? si, meglio che niente
  • sitemap nel posto giusto solo nel primo caso
  • Alexa da ragione al primo in termini di traffico, il 3° regge bene, ma il secondo ancora ingiustificato

Facciamo ora una analisi comparativa sul target di riferimento:

Analisi Comparativa Sul Target

Questa analisi ci mostra un interessante aspetto, ovvero il fatto che il primo risultato contiene pagine che parlano di Hobby e Tempo libero contro il 3° che invece è molto più focalizzato sulla finanza

Vi viene in mente nulla :)

Direi che la chiave sta un po’ in questo aspetto. Ovvero nell’entrare nella parte semantica con la quale google stabilisce cosa c’entra o no con una ricerca fatta da un utente

Devo andare avanti?

Bè si potrebbe estrarre già un buon numero di spunti da questa mia ultima affermazione, per cui come consiglio vi lascio con :

“Leggete i contenuti di un sito che vi sta davanti, e confrontateli con quello che voi stessi avreste voluto leggere eseguendo quella ricerca. Troverete un mondo in cui non esistono 200 parametri, ma solo 1 : la semantica”…

Beh, a questo punto non mi resta che invitare Emanuele, appena ha un attimo, ad analizzare un pò Monetizzando e dare qualche consiglio per migliorare il posizionamento per alcune keyword e mettere il boost al sito ;)

E tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento su Monetizzando.com,

buon lavoro e ancora grazie ad Emanuele,

Valerio

Aggiungici alle cerchie su google plus!

Loading Facebook Comments ...

Discussione14 commenti

  1. Pasquale Gangemi

    Fantastica analisi ed ottimi spunti, complimenti Emanuele e Valerio.
    Leggere i siti/blog che ci precedono ed analizzare la concorrenza è uno dei primi step per una buona strategia SEO.
    Certo, alcuni dei parametri che ha analizzato Emanuele, succede di trascurarli. Un articolo da inserire tra le “Best Practices” delle analisi della concorrenza.

  2. Ma che bello!!!! finalmente vedo un po di interazione fra professionisti del settore in un blog made in Palermo!!!!!! WOOOOOOOOOOOOOO

    Bravi! Bel guest per Emanuele e bell’input per Valerio!

    Good!

    • Si, diciamo che un po’ tutto il settore è molto discutibile, anche perchè in realtà sono sistemi per guadagnare promossi da persone che a loro volta guadagnano dagli stessi che poi diventeranno loro concorrenti.
      Essendo metodi molto simili al network marketing non vedono mai in qualche modo un vincitore assoluto in termini ne di guadagno ne di credibilità
      Io le considero truffe, ma effettivamente c’è chi ci ha fatto parecchi soldi
      Un metodo molto subdolo che in realtà non vende servizi/prodotti reali

  3. bell’articolo, mi permetto dall’alto della mia poca esperienza di evidenziare il dato Speed 95/100, più veloci si è più si è premiati, ma questo è il mio punto di vista, daltronde la velocità è sempre “ottimizzazione”

  4. Franco Graziosi

    Devo dire che l’analisi di un caso pratico, spiegata così bene, aiuta a capire meglio come mettere in pratica tanti aspetti della Seo. Grazie Emanuele. Allora a questo punto, mi viene naturale una domanda: per il prossimo progetto web, mi conviene partire (acquistando/investendo) un dominio vecchio anzichè partire con uno nuovo da zero.

    • Direi che ti conviene proprio prenderne uno nuovo con le key più competitiva nell’url e suffisso nazionale. Parallelamente ne prendi un altro per il progetto “nome-progetto”, poi fai un 301 a posizionamento ottenuto :)

Lascia un Commento