Internal Linking: Sfruttarla Per Migliorare il Posizionamento?

2

Internal Linking: Sfruttarla Per Migliorare il Posizionamento? Continuiamo gli articoli “Guida base al posizionamento – SEO” riprendendo questo articolo originariamente pubblicato su Monetizzando.com School il 15 Giugno 2012 e aggiornato al 27 Gennaio 2015, spiegando perchè è importante creare una struttura di link interni all’interno di un blog – sito internet.

Spesso, quando si parla di posizionamento sui motori di ricerca, si trascusa l’aspetto dell’Internal Linking, che semplicemente consiste nel linkare all’interno di un sito internet le pagine e gli articoli fra loro (a proposito, hai già letto “Come funziona un motore di ricerca?“).

Per spiegare cosa è l’internal linking con un esempio pratico, supponiamo che io abbia un sito internet che parla di serie tv. Per ogni puntata di una serie Tv faccio un mio articolo riassumendo la trama dell’ultima puntata che ho visto.

Generalmente, chi è proprietario di un sito internet o un blog lascia ogni articolo a sè stante, e, tutt’al più, si limita ad inserire plugin stile “Related Posts” ovvero “Articoli Correlati”, scrivendo due righe come “Ti potrebbe interessare anche”, con un elenco di articoli correlati all’articolo sul quale è arrivato l’utente.

Con l’internal linking invece, mentre io scrivo la mia pagina o il mio articolo in cui parlo (continuando l’esempio di cui sopra) dell’ultima puntata della serie tv, qualora faccio riferimento a qualcosa accaduto in una puntata vecchia, di cui ho già parlato sul mio sito, inserisco un link, magari fra parentesi, scrivendo ad esempio “Per saperne di più sul matrimonio di Lucy e Peter” e linkando l’articolo al quale mi riferisco. Questa è semplicemente l’internal linking (è possibile anche linkare la categoria di appartenenza dell’articolo).

Perchè è molto utile l’internal linking.

A mio avviso ci sono vari aspetti per i quali l’internal linking è molto utile nel posizionamento, vediamoli per punti:

Offerta
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
23 Recensioni
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
  • Valerio Novelli, Viviana Mosca
  • CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Copertina flessibile: 226 pagine
  • Abbassiamo il Bounce Rate: Bounce Rate, o frequenza di rimbalzo, è un dato molto a cuore per i motori di ricerca che posizionano un sito anche in base a quanto tempo un utente trascorre su un sito internet. Se creiamo articoli della lunghezza di 300 – 600 caratteri, e non sfruttiamo l’internal linking, ciò che accadrà più di frequente è che un utente arriva sul nostro sito, legge il contenuto che per lui è rilevante, e va via.

    Se invece all’interno dell’articolo inseriamo altri link che puntano ad articoli o argomenti interessanti, probabilmente l’utente rimarrà più tempo sul nostro sito internet.

  • Aumentiamo il numero di Page View: conseguenza del primo punto è chiaramente anche l’aumento di pagine viste per visitatore, che inevitabilmente aumenta se inseriamo link utili nell’articolo che riportano ad altre pagine del nostro sito.
  • Otteniamo Backlink di qualità: teoricamente, anche se provenienti dal nostro sito, i link che andiamo ad inserire aiutano l’articolo che stiamo linkando ad ottenere non solo popolarità, ma link da contenuti simili e molto rilevanti, e di conseguenza influiranno sul posizionamento.

Questi sono i tre motivi principali per i quali ti consiglio di lavorare sin da subito sull’internal linking del tuo sito internet o blog, e tu stavi già sfruttando questo strumento (l’internal linking)?

Internal linking e piano editoriale

Per creare una buona strategia di internal linking è molto importante strutturare un buon piano editoriale (a tal proposito ti segnalo l’articolo “Come creare un piano editoriale“), attraverso il quale potrai programmare gli articoli da pubblicare sul tuo sito e come linkarli fra loro, non sottovalutare mai l’importanza di questo aspetto!

#Exfinale: Hai trovato utile quest’articolo o vuoi dire la tua? Lascia oggi stesso un commento su Monetizzando.com School, la scuola di Monetizzando.com per chi vuole imparare a lavorare con internet o costruirsi un piccolo sito internet / blog.

Se hai trovato interessante questo articolo potrebbe interessarti anche “Affiliazioni e SEO: Incidono sul posizionamento?“, “Come guadagnare con un blog” e la categoria “Affiliazioni online“.

Buon lavoro e buon posizionamento,

Valerio

Offerta
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
23 Recensioni
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
  • Valerio Novelli, Viviana Mosca
  • CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Copertina flessibile: 226 pagine

Discussione2 commenti

  1. Grazie dei suggerimenti molto utili, ne farò tesoro. In effetti, se si ragiona sui link interni fin dalla stesura dell’articolo, aiuta anche nella stesura della bozza. Invece andare a inserire i link su post già pubblicati può essere un po’ macchinoso.

    Domanda: cliccando sul link interno è consigliabile che si apra una nuova scheda del browser oppure è meglio andare sulla pagina linkata restando nella stessa sessione?

    • Ciao Fabrizio, grazie per il commento. Io generalmente i link interni li faccio aprire per lo più nella stessa finestra, a mio avviso chiaramente da dove sono inseriti: se sono all’inizio potrebbero portare l’utente fuori dall’articolo e farlo atterrare direttamente sull’altro (quindi forse è meglio fare aprire il link interno in una nuova finestra), se alla fine che motivo c’è di far aprire una nuova finestra? Se hai dubbi chiedi pure!

Lascia un Commento