Su Quali Pilastri Si Basa La SEO?

0

Su Quali Pilastri Si Basa La SEO? In questo articolo cerchiamo di dare le basi su cui si dovrebbe fondare l’ottimizzazione per i motori di ricerca, meglio nota come SEO: quali sono i punti fondamentali e gli aspetti che bisogna conoscere per ottimizzare un sito internet? Scopriamoli insieme.

Disclaimer: con questo articolo non sto di certo a spiegarti il mondo della SEO a 360 gradi e le varie tecniche black, white, di link building, di link earning, la semantica, il copywriting, le directory, l’article marketing, il guest posting, … voglio semplicemente condividere quelli che secondo me sono i principali aspetti che bisognerebbe curare per l’ottimizzazione di un sito internet.

Il dominio e la struttura del sito internet.

Il primo passo dovrebbe essere sicuramente la scelta del dominio. Perchè non bisogna pensare solo ai motori di ricerca ma anche agli utenti, e se il dominio non è semplice da ricordare (o non riesce ad entrare in testa) allora probabilmente già stiamo partendo con il piede sbagliato.

Una volta scelto il dominio (e ricordo che c’è chi acquista domini scaduti) è molto importante scegliere un buon hosting (io consiglio WebPerTe) scegliere un buon CMS (oggi si sa che il più utilizzato e WordPress) ed un buon template per wordpress (ovvero un tema che abbia i dati strutturati, sia scritto con un codice pulito, sia veloce nel caricamento e non troppo “incasinato”, a proposito… deve essere responsive o mobile friendly/first) ed evitare di installare troppi plugin (componenti aggiuntivi), cercando a tal proposito di tenere sotto controllo la velocità di caricamento del nostro sito internet.

Una volta impostato tutto questo si può lavorare sulla struttura del sito (noto è il consiglio di creare una struttura ad albero, non andare troppo in profondità con le sottocategorie ed utilizzare i tag in maniera intelligente e non come se non ci fosse un domani!). All’interno della struttura del sito dovrebbero essere considerate parti come le pagine principali (con ottimizzazione dei titoli ed i vari h1, h2, h3, …, ottimizzazione delle descrizioni, linking interno delle pagine principali, …). Anche le URL devono essere “SEO Friendly” (chissà, magari ti eri scordato di impostare i permalink.

Content is king?

Con l’esperienza maturata negli anni non so dirti se davvero “Content is king”, posso però dirti che i contenuti di qualità, nel tempo, vengono sempre più premiati dai motori di ricerca (e, sopratutto, dagli utenti): non sto qua a disquisire su cosa sia qualità in quanto come sempre viene ritenuto piuttosto soggettivo, ma il consiglio rapido che voglio darti è scrivi qualcosa che sia utile per gli utenti in un linguaggio comprensibile da chiunque, altrimenti non verrai letto.

Offerta
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
23 Recensioni
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
  • Valerio Novelli, Viviana Mosca
  • CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Copertina flessibile: 226 pagine

Ricorda di inserire i grassetti, gli elenchi puntati dove necessario/utile, spaziare bene il testo, creare un buon piano editoriale (leggi Come creare un piano editoriale) e ricordarti di sfruttare l’internal linking.

E’ importante creare sia contenuti “attuali” (che possono portare traffico nel breve termine) sia contenuti che possano invece garantire una “stabilità di traffico nel tempo” in quanto contenuti sempre utili. A proposito, non parlare di qualsiasi argomento ma ricorda di scegliere la tua nicchia (e magari ampliarla lentamente nel tempo).

Una volta creato il contenuto non aspettarti il miracolo ma promuovi il tuo contenuto sfruttando i social (e senza fare SPAM) ed i gruppi, le community ed i forum. Ricorda di regalare qualche tuo contenuto eccezionale (ovvero di scrivere dei guest post solo per siti di qualità e fama molto alta) per dimostrare ciò che vali, e non lesinare consigli e suggerimenti.

Una volta creato un buon contenuto prova a contattare anche persone che parlano del tuo stesso argomento e suggerisci il contenuto che hai creato: i link in ingresso sono importanti (ovvero è importante che le persone parlino dei tuoi contenuti e del tuo sito, sia inserendo i link sia commentando o citandoti fra altri esperti).

Usabilità: Fai che il tuo articolo sia letto (e il tuo sito visitato)

Puoi scrivere gli articoli più belli del mondo, ma se il font è 8 pixel sta tranquillo che… non li leggerà nessuno.

Lavora sull’usabilità del tuo sito internet, prova tu stesso a cercare “i tuoi migliori articoli” e naviga sul tuo sito come un utente: si riescono a trovare molte informazioni? E’ difficile trovare i tuoi articoli più ca**uti? Lavora sull’usabilità, sulle spaziature dei testi, sulla dimensione dei caratteri, … Insomma rendi il tuo sito appetibile. E non dimenticare mai di sperimentare ed analizzare i risultati.

Perchè nessuno condivide i miei contenuti?

Hai scritto un articolo fantastico e aspetti che la gente lo condivida. Ma tu l’hai condiviso? Conosco tantissime persone che sperano nella condivisione… senza che loro stessi condividano i contenuti migliori che hanno pubblicato. Se non lo fai tu perchè dovrebbe farlo qualcun’altro? Comincia a dare il buon esempio (a proposito, puoi condividere anche dei buoni contenuti dei tuoi competitor, non c’è nulla di male, non trovi?)….

E la link building?

La link building secondo me è una vera e propria arte. Non è per tutti. Non sanno farla tutti. E sopratutto non è una scienza esatta. Se non sai farla non sperimentare suoi tuoi clienti. Crea dei progetti tuoi “pilota” sui quali fare i tuoi test ed affinare le tue tecniche. Evita di fare SPAM (fare link building non significa fare spam, significa costruire una solida realtà in rete), impara a creare delle relazioni solide e ricorda di confrontarti (in maniera educata) con chi ne sa più di te.

Questo è solo l’inizio mio caro Semola, se ti intriga il mondo della SEO potrai leggere vari manuali, ma niente ti formerà più della sperimentazione e del confronto con professionisti seri.

Hai bisogno di consulenza? Contattami.

Hai trovato utile quest’articolo? COSA ASPETTI A CONDIVIDERLO SUI SOCIAL?

Offerta
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
23 Recensioni
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
  • Valerio Novelli, Viviana Mosca
  • CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Copertina flessibile: 226 pagine

Lascia un Commento