Come Posizionare i Video di YouTube in 5 Mosse?

0

Come Posizionare i Video di YouTube in 5 Mosse? Brian Dean ha realizzato un video sul suo  canale YouTube in cui spiega, in dieci minuti, il suo processo in cinque passi per posizionarsi ai primi posti di YouTube con i suoi video.

Brian Dean ha utilizzato esattamente il metodo che trovi spiegato in italiano in quest’articolo (troverai anche l’embed del video in inglese) per posizionarsi nella top 3 di YouTube per la keyword SEO.

Quali sono i 5 fattori SEO più importanti per YouTube?

Brian spiega che nonostante pubblicasse video di qualità, per molto tempo questi video non venivano visualizzati, e chiaramente i video funzionano solo se le persone guardano i tuoi video. Il segreto di Brian è stato lo studio dei “segreti SEO” per posizionarsi su YouTube.

  • Inserire le parole chiave correlate al tuo video nella descrizione non basta
  • Inserire le parole chiave correlate al tuo video nel nome del video che carichi non basta
  • Scrivere 20 tags per ogni video che carichi non basta

Sicuramente queste cose possono aiutarti, ma non bastano per posizionare al meglio il tuo video su YouTube, semplicemente perché questo lo fanno tutti.

Brian Dean ha fatto una serie di esperimenti che gli hanno permesso di capire cosa funziona e quali sono i 5 fattori più importanti per il posizionamento su YouTube.

Come posizionarsi con un video su YouTube?

Qui di seguito trovi dunque i cinque suggerimenti di Brian, che probabilmente ti saranno utili per ottenere risultati migliori, o come spunto e idea per organizzare meglio la tua attività di YouTuber (a proposito, hai già letto Perchè Aprire Un Canale YouTube?).

1 – Crea e pubblica video lunghi

I video di durata maggiore ottengono risultati migliori all’interno di YouTube. Questo perché, uno dei fattori di posizionamento su YouTube è il tempo speso dagli utenti per guardare i tuoi video. Più tempo una persona rimane “incollata” al tuo video, meglio quel video si posizionerà su YouTube.

Questo perché YouTube promuove i video che fanno rimanere le persone su YouTube per molto tempo. Per video lunghi si intende un video che dura intorno ai 10 – 15 minuti e non i video di due o tre minuti pubblicati.

Proprio grazie alla lunghezza, il video otterrà risultati migliori rispetto a quelli dei competitor.

2 – Crea un “Hook” (Uncino) che cattura gli utenti

E’ fondamentale creare un uncino, un qualcosa che cattura l’attenzione degli utenti, nei primi 15 secondi di visualizzazione del video. Comincia il tuo video con la PPP Formula:

Offerta
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
23 Recensioni
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
  • Valerio Novelli, Viviana Mosca
  • CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Copertina flessibile: 226 pagine
  • Preview
  • Proof
  • Preview

L’intro dovrebbe cominciare spiegando quale sarà il contenuto del video. Subito dopo dobbiamo parlare dei risultati raggiunti, delle nostre esperienze o di ricerche specifiche effettuate che dimostrano quanto stai dicendo all’interno del video. Nell’ultima parte puoi dare una serie di consigli, case study o inserire nuove informazioni.

3 – Inserisci le parole chiave esatte nel titolo del video

Google e YouTube usano il titolo per capire di cosa parla il tuo contenuto (in questo caso il video): inserisci la parola chiave per cui ti vuoi posizionare nella prima parte del titolo.

4 – Pronuncia la parola chiave all’interno del tuo video

(A mio modesto parere, questo consiglio è valido in USA, ma non so se per il mercato italiano è già valido o usabile). Google e YouTube possono ascoltare il contenuto del video (e se inserisci i sottotitoli al video, chiaramente sarà ancora più semplice per Google analizzare il contenuto del video).

Anche se inserisci le parole chiave nella descrizione, nel titolo e nel tag, se poi non le pronunci nel video, probabilmente il tuo contenuto sarà poco attinente a quelle keyword. Proprio per questo motivo Brian consiglia di pronunciare più volte durante il video la parola chiave oggetto dell’argomento del video.

5 – Le interazioni degli utenti con il tuo video

Più persone guardano, condividono, commentano o mettono mi piace ai tuoi video e più questi video si posizioneranno meglio sui motori di ricerca e su YouTube.

Una semplice annotazione, inserita nel video, che invita gli utenti a commentare, mettere mi piace o iscriversi al canale, può aumentare moltissimo le interazioni con il tuo video.

Alla fine del video invita sempre gli utenti ad iscriversi e ad interagire con il video.

Bonus Tip: Optimize per CTR: YouTube è molto attento anche a quali video vengono cliccati all’interno della piattaforma. Se il tuo video è in sesta posizione ma ottiene parecchi click, YouTube lo metterà in cima.

Per migliorare il CTR devi sfruttare il titolo, la descrizione e l’immagine di anteprima (thumbnail) del tuo video, che dovrebbe essere differente nel design rispetto a tutte le altre immagini di anteprima presenti nei risultati di ricerca.

Se quest’articolo ti è stato utile metti mi piace, oppure condividilo su facebook, se vuoi dire la tua lascia un commento qui di seguito!

P.s. Se vuoi altri contenuti interessanti leggi anche Come Guadagnare con YouTube?!

Offerta
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
23 Recensioni
Da 0 a 30.000 Con Un Blog in 10 Mesi: Come Sono Riuscito a Creare Un Nuovo Blog E Guadagnare Più Di 30.000 in 10 Mesi
  • Valerio Novelli, Viviana Mosca
  • CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Copertina flessibile: 226 pagine

Ultimo aggiornamento 2017-02-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un Commento