Affiliazioni

Affiliate Tracking: Come funziona?

Come funziona l'affiliate TrackingSpesso si parla dei network di affiliazione ma non si spiegano mai quali sono i meccanismi base grazie ai quali i network di affiliazione tracciano le commissioni, ovvero come funziona un network di affiliazione.

Il flusso base dell'”affiliate tracking” è il seguente: un affiliato, ovvero persona iscritta ad un network di affiliazione copia il suo codice di tracciamento da una lista di campagne presenti nel network di affiliazione (ovvero un link nel caso dei link testuali, un link con immagine nel caso dei banner).

Questo link cambia per ogni affiliato, è cioè presente, all’interno del link, una porzione di codice che rende il link univoco e quindi sfruttabile solo da quell’affiliato (o meglio, le commissioni generate tramite quel link vanno al proprietario dell’account).

Quando una persona clicca su un link di affiliazione, questo è registrato come click e le informazioni registrate riguardano la persona che ha cliccato, l’affiliato e la campagna.A seconda del tipo di campagna (pay per lead, pay per sale) queste informazioni vengono poi ricollegate al momento dell'”action”, ovvero quando l’utente compie l’azione che è stata richiesta dal merchant.

A questo punto è interessante parlare di due sistemi di tracciamento (Tracking), che sono poi quelli più utilizzati dai network di affiliazione:

Client – Based Conversion Tracking:

Si basasu un meccanismo semplicissimo: viene rilasciato un cookie nel computer di chi clicca su un annuncio per tracciare cosa viene fatto dopo che l’annuncio è stato cliccato. Se l’utente compie l’azione richiesta dal merchant (l’iscrizione o la vendita ad esempio), sulla thankyou page (ovvero sulla pagina di ringraziamento successiva all’iscrizione o all’acquisto) viene richiamato un “pixel” che manda indietro le informazioni alla piattaforma, registrando la conversione ed assegnando la commissione all’affiliato che ha riferito l’iscrizione o la vendita.

Generalmente i tipi di “pixel” che vengono richiamati possono essere o degli iFrame o dei pixel immagine, e vengono generati automaticamente dai software che si occupano di tracciamento.

Questo è anche il metodo più semplice per tracciare le conversioni, il setup è abbastanza rapido enon sono richieste grandi conoscenze tecniche.

Server – Based Conversion Tracking:

Conosciuto anche come “Tracking senza cookie”, questo genere di tracciamento non ha bisogno di lasciare nel computer della persona che clicca assolutamente niente.

Il metodo è considerato peraltro più accurato rispetto al “client – based” in quanto oggi, molti utenti esperti, disabilitano i cookies nei loro browser, non permettendo di tracciare le vendite.

Mentre il server based non ha bisogno di lasciare delle tracce (cookie) sul computer della persona che clicca su un annuncio pubblicitario: il server based tracking infatti registra informazioni legate ad un utente, l’affiliato, e allo stesso tempo collega tutte le informazioni legate a quell’utente.

L’advertiser o merchant, a questo punto, è responsabile per quanto riguarda la registrazione dei dati delle visite uniche e dare indietro notizie quando vengono registrate delle conversioni.

Praticamente tutti i dati vengono registrati tramite server che memorizzano ciò che compie un utente, il setup di questo genere di tracciamento è più complicato ma più performante per quanto riguarda gli affiliati.

Facendo un esempio pratico, mentre con il client based viene ad esempio lasciato sul computer di chi clicca un cookie che dice “utente xy ha cliccato da wz”, con il server based tramite il link viene rilasciato un codice identificativo della transazione che viene sostituito automaticamente nella landing page del merchant, ad esempio “la_mia_offerta/id=l’affiliatochetihamandatoqua”.

Spero che questo articolo ti sia stato utile per capire un pò di più sulle affiliazioni e sui metodi di tracciamento a disposizione.

Buon lavoro e, se hai qualche dubbio o vuoi aggiungere qualche informazione, lascia il tuo commento!

Commenti Facebook
Tags

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. Grazie dell’articolo, è molto interessante.
    Mi piacerebbe sapere qualcosa di più sull’implementazione “server based”, sai dove posso trovare del materiale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close