Banner e News

Apple strizza l’occhio al programmatic buying

Sembra che iAd, il sistema pubblicitario di Apple per dispositivi mobile, vuole avvicinarsi al mondo del programmatic buying per intercettare inserzionisti e monetizzare sempre di più il mondo delle app.

Tim Cook stringe una nuova partnership con Rubicon Project: la Apple vuole entrare di prepotenza nel mondo della pubblicità digitale / online / mobile, e lo fa tramite iAd ed il Programmatic Buying, l’obiettivo chiaramente è quello di “dare un po’ di fastidio”, o meglio prendere campo, in un settore dove a farla da padroni sono Google e Facebook (mentre Amazon lavora alacremente per il suo sistema pubblicitario).

Sembrerebbe infatti, da voci di corridoio, che Rubicon offrirà un vero e proprio marketplace aperto per acquistare spazi all’interno di iAd: si potranno così acquistare spazi in real time bidding.

Cosa è iAd?

iAd è la piattaforma pubblicitaria di Apple: la piattaforma si muove all’interno delle App. Come spiega bene Apple all’interno delle sue pagine, esistono milioni di account iTunes in tutto il mondo, e questi account sono “convalidati e collegati a metodi di pagamento”.

Che tu stia cercando mamme, persone che viaggiano per lavoro o specifici gruppi di clienti, abbiamo quello che fa al caso tuo.

iAd offre più di 400 opzioni di targeting e fino a 135 opzioni di targeting iTunes store: gli annunci vengono mostrati all’interno delle App, come interstitial o a schermo intero. Gli annunci disponibili su iAd sono interattivi e possono essere mostrati su iPad, iPod touch, Apple TV, Mac e PC, in oltre 100 paesi in tutto il mondo.

E’ possibile scegliere fra annunci video, audio e banner.

E tu cosa ne pensi? Vuoi aggiungere qualcosa a quest’articolo? Lascia il tuo commento, oggi stesso, su Monetizzando.com,

buon lavoro e buona comunicazione digitale,

Valerio

Commenti Facebook
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close