SEO e Indicizzazione

Come condurre una analisi SEO Base in meno di 30 Minuti?

Prendendo spunto da un post di Art Enke sul blog di dlvr.it nasce quest’articolo: sei curioso di scoprire come si sta posizionando il tuo sito internet su Google e suoi maggiori motori di ricerca?

Hai mai cercato di capire la differenza che corre fra i tuoi competitor ed il tuo sito? Ecco alcuni consigli che possono aiutarti ad effettuare una analisi SEO base in trenta minuti, per migliorare le performance del tuo sito.

Gli strumenti di cui avrai bisogno:

Ci sono alcuni strumenti che dovrai utilizzare per effettuare una buona analisi, molti di questi sono gratuiti:

  • Google Webmaster Tools
  • Screaming Frog
  • Google Site Search
  • WebPagetest e Google PageSpeed
  • Ahrefs

Con google Webmaster tools puoi cominciare ad analizzare una serie di dettagli sulle informazioni del tuo sito. Questi dati, chiaramente, non sono disponibili per i tuoi competitore ma ti danno già alcune informazioni molto interessanti: come vengono indicizzati i tuoi contenuti, quali portano backlink al tuo sito, quale dominio è indicato come preferito, …

Spendi cinque minuti per guardare i dati più importanti delle sezioni “Traffico di ricerca”, “Indice Google”, “Crawl”. Sotto traffico di ricerca puoi vedere anche se sono state effettuate delle azioni manuali o delle penalizzazioni da parte di Google verso il tuo sito internet. Se ci sono penalizzazioni queste vanno risolte per far lavorare bene il tuo sito internet.

Con Screaming Frog invece puoi vedere come sono indicizzati i contenuti del tuo sito: è una applicazione desktop che ti mostra come Googlebot e gli altri crawler vedono i tuoi contenuti, e può essere utilizzata per identificare i problemi principali (titoli duplicati, pagine 404, pagine che bloccano i tuoi contenuti e molte altre informazioni): è gratuito per il crawl fino a 500 URls.

Chiaramente puoi far partire Screaming Frog su qualsiasi dominio (inclusi quelli dei tuoi competitor) ed esportare poi la panoramica dei dati ottenuti.

Una volta ottenuti dati quantitativi, utilizza le informazioni che hai ottenuto per comparare questi dati utilizzando dei comandi all’interno del motore di ricerca:

  • site:rootdomain.com mostra tutte le pagine indicizzate del dominio
  • site:rootdomain.com -www. mostra tutti i sottodomini indicizzati
  • site:subdomain.rootdomain.com mostra tutti i contenuti indicizzati in un particolare sottodominio
  • site:rootdomain.com inurl:parolachiave (keyword) mostra tutte le URLs che contengono una parola chiave particolare
  • site:rootdmain.com intitle:parolachiave mostra tutte le pagine indicizzate per una specifica parola chiave

Quello che è importante è comparare i dati ottenuti con Screaming Frog con le informazioni in contrasto con i contenuti di Google.

Page Speed:

Ci sono molti strumenti che misurano la velocità di caricamento del tuo sito, i migliori sono WebPagetest e Google PageSpeed Insights, ti mostrano possibilità di compressione, errori degli scripts, file rotti ed altri elementi che influenzano la velocità di caricamento del tuo sito. Puoi vedere inoltre i dettagli e la velocità di caricamento sia per la versione mobile che per quella desktop.

Ahrefs:

Una analisi SEO non è completa senza analizzare il profilo di backlink di un sito. In pochi minuti, utilizzando ahrefs.com, puoi vedere il numero di backlink che punta verso un sito ottenendo anche alcune informazioni sull’ancor text utilizzato.

Se la maggior parte dei links ha un alta percentuale di parole chiave ottimizzate significa che questo sito potrebbe ricevere una penalizzazione manuale perché viola le linee guida di Google (verrà dunque colpito da “Google Penguin”.

Puoi dunque fare una analisi di base sulla SEO in meno di 30 minuti utilizzando strumenti gratuiti o poco costosi.

Per leggere l’articolo originale “How to conduct a basic but effective seo audit in under 30 minutes

Commenti Facebook

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close