Social Network

Come fare video virali: meglio Facebook o YouTube?

Come fare video virali: meglio Facebook o YouTube? I consigli di Federico Clapis dedicati a chi vuole realizzare video virali e diventare famoso online: è meglio realizzare video e pubblicarli su Facebook o pubblicarli su YouTube?Negli ultimi mesi ho notato in prima persona come sempre più persone condividono video direttamente su Facebook “abbandonando” almeno in parte, i canali YouTube. All’interno dei canali YouTube si vedono video più lunghi, una sorta di “selezione dei video più importanti”, mentre su Facebook vengono caricati mini video con una frequenza maggiore.

Un caso? Assolutamente no. In realtà, infatti, già qualche mese fa Facebook stesso spiegò/scrisse che avrebbe dato più visibilità ai video pubblicati direttamente su Facebook rispetto ai video condivisi da YouTube. Qualche giorno fa, quasi per caso, ho ritrovato dunque un interessante video di Federico Clapis (lo YouTuber che è balzato agli onori della cronaca per avere realizzato dei video parodistici/satirici sul ragazzo che ha partecipato alle manifestazioni contro l’Expo) che fa parte della rubrica l’Officina del Web, nella quale si parla di vari aspetti e caratteristiche del web di oggi.

Giovane ragazzino, vuoi diventare famoso attraverso un video su YouTube? Non caricarlo su YouTube, caricalo su Facebook.

YouTube vs. Facebook

YouTube è stato fino ad oggi lo strumento più rivoluzionario del mondo dei media che sia mai esistito. Partito con il gattino è diventato poi la vera televisione di oggi. Siamo di fronte al cambio di un’era. Facebook ha cambiato il plugin di apertura dei video uploadati su Facebook (più veloce/dinamico e con la possibilità di aprirsi da soli scrollando con il mouse o con il dito sul tuo newsfeed). Facebook sta preparando la “guerra a YouTube”: su Facebook devi avere una certa costanza (più giornaliera rispetto a YouTube), le dinamiche sono differenti (siamo ancora in una fase più amatoriale/grezza, va ancora il video dell’animale, del gattino, la comicità scontata, …) ma attualmente non è monetizzabile. Secondo me Facebook diventerà una piattaforma prevalentemente video.

Tutto questo innalza la qualità dei video su YouTube: se vuoi riuscire su YouTube, oggi, devi creare video di alta qualità. Un esempio è Mattia Cesari.

Esiste poi una infinità di personaggi che sono venuti fuori/famosi dal web semplicemente per alchimia o altri fattori.

Si tratta di un video di quasi sedici minuti che offre moltissima qualità e contenuti (con il tono sarcastico e vivo di Federico Clapis) e che quindi si guarda per intero, si tratta di un video particolarmente apprezzato sopratutto da tutte le persone che vogliono conoscere un pò di più il web ed il mondo dei video online.

All’interno del video, gli argomenti trattati sono:

  • YouTube vs. Facebook
  • L’officina del trash (tutti i personaggi trash che sono riusciti a diventare famosi ed a crearsi un seguito tramite YouTube/Facebook)
  • Gli haters (chi sono, perchè odiano tutti, come comportarsi nei loro confronti)
  • Page Wars (la guerra fra le pagine facebook umoristiche che si copiano fra loro immagini, battute, idee, …)
  • Il Gap generazionale: le persone over 22 non riescono a stare al passo con il web

Secondo me è meglio Facebook o YouTube per pubblicare video?

Ancora una volta bisogna creare a mio avviso una buona strategia di comunicazione ed un piano editorial che prevede l’utilizo di entrambi i canali per i nostri video. Dalla mia esperienza ho potuto notare come alcuni personaggi ed alcune aziende creano delle “preview” (quindi video più brevi) da caricare su Facebook (per poi portare ai video completi su YouTube), ottenendo così visibilità e condivisioni, mentre YouTube per intercettare una tipologia di pubblico completamente diverso, una community più forte e costruita in anni di lavoro e di video pubblicati (ricordiamoci infatti che YouTube offre ad oggi strumenti migliori per la catalogazzione, l’organizzazione e la gestione dei video).

Se hai trovato utile quest’articolo o vuoi dire la tua commenta e ricorda di condividere sui social network questo video.

Ti consiglio di leggere anche:

Buon lavoro e buona realizzazione di video online,

Valerio

Commenti Facebook

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close