Guadagnare Online

Come Guadagnare Online Con I Nomi A Dominio

Come si fa a guadagnare online con i domini? Si tratta di una interessante opportunità che permette di fare soldi con internet, specialmente se si riescono ad intercettare domini accattivanti (pensa che il dominio prestiti.it è stato venduto per 200.000 € ed il dominio sex.com è stato venduto per tredici milioni di dollari. In questo articolo cerchiamo di capire quali sono le caratteristiche necessarie per fare soldi con i nomi a dominio

Come guadagnare con i domini?

Uno dei metodi che ti consente di guadagnare online senza avere un sito internet, un blog, o senza fare dei lavori “complicati”, consiste nel guadagnare acquistando e rivendendo nomi a dominio.

In gergo chiamati Domain Name System (DNS – Maggiori info su Wikipedia) è un sistema che viene utilizzato per la risoluzione di nomi dei nodi della rete in indirizzi IP e viceversa. Detto in parole povere, un nome a dominio è l’indirizzo di una pagina internet. Nel caso di monetizzando.com, ad esempio, il nome a dominio è “monetizzando”, l’estensione è “.com”.

E’ evidente che ogni dominio (o nome a dominio) è univoco, unico, non ne esistono di uguali: non possono esserci ad esempio due domini “monetizzando.com”, altrimenti quando un utente scrive nel browser “monetizzando.com” si troverebbe non si sa quale dei due siti di fronte.

Il dominio è infatti “l’indirizzo” di un sito internet, proprio come se scrivessi “Mario Rossi, Via Garibaldi 32 B, 00144 Roma”: a quest’indirizzo sò che ci sarà Mario Rossi e che potrò trovarlo, proprio come digitando monetizzando.com sò che finirò esattamente su questo sito internet.

E’ evidente a questo punto il vantaggio di possedere un dominio che sia molto ricercato dalle persone o che contenga parole molto comuni e brevi (ad esempio: ciao.it, palermo.it, roma.it, iphone5.it, gucci.it, grandimarche.it, scuola.it, viaggi.com, vacanze.it, …).

Acquistando dunque dei domini che abbiano dei nomi strategici potrai poi provare a rivenderli a prezzi più alti rispetto ai costi di acquisizione (che si aggirano di solito fra i 3 ed i 10 euro).

Tipologie di domini disponibili online

Esistono numerosissime tipologie di domini disponibili online: pensiamo ai domini dedicati ad eventi sportivi o a prodotti tecnologici, domini scaduti che potrebbero avere traffico e popolarità, oppure le tre classiche categorie di domini più gettonate:

  • Domini premium: sono brevi (magari di una parola) e con una estensione molto importante (.it, .com, .org. net), hanno una valenza commerciale. Pensa ad esempio al sito “Pasta.it”, se l’avessi cosa ci faresti?
  • Domini ad alto traffico: sono i domini che vengono acquistati sfruttando gli errori di digitazione degli utenti. Si spera facciano molto traffico perchè gli utenti vanno per sbaglio su questi siti. Bisogna stare molto attenti con questi domini perchè potrebbero anche causare problemi a chi li acquista nel caso in cui il nome scelto sia un mispelling (ovvero un errore di digitazione) di una azienda che ha un marchio registrato.
  • Keyword domains: sono i domini che hanno nell’indirizzo parole chiave forti, efficaci, appetibili.

Attenzione ad alcuni casi particolari:

Se pensi però di acquistare ad esempio domini con nomi di brand nuovi o famosi potresti rischiare di incappare in rogne legali, cause e quant’altro. Acquistare infatti il dominio di un brand come “gucci.it” oppure “nike.it” (che solitamente sono comunque già chiaramente tutti occupati) e non volerlo vendere o chiedere cifre esorbitanti potrebbe causarti qualche problema.

Meglio invece cercare nomi dominio accattivanti che non siano legati ai brand o a marchi famosi: viaggiointailandia.it ad esempio oppure cellulariscontati.it, ….

Alcune case history interessanti…

C’è chi ci ha saputo fare davvero con la vendita dei domini, e c’è chi dice che ormai il periodo della vendita dei domini è terminato, potrebbe darti una spinta però sapere che il proprietario del dominio sex.com ha ottenuto dalla vendita del dominio 14 milioni di dollari oppure in Italia il ddominio prestiti.it è stato venduto per duecentomila euro.

Un consiglio prima di chiudere l’articolo!

Quando compri i domini stai attento sempre alle estensioni e sfrutta le più importanti: .it, .com e .net, sono quelle più ricercate. Generalmente sono sconsigliate le altre estensioni, anche se, in casi eccezionali, il .info ed il .org potrebbero essere interessanti.

Approfondimenti: “Come funziona il domain parking – guadagnare online e sistemi automatizzati

E tu hai esperienza con la compra vendita di domini? Vuoi raccontare la tua storia? Lascia un commento adesso su Monetizzando.com!

Buon lavoro e buon guadagno online,

Valerio

Commenti Facebook
Tags

Related Articles

7 Comments

    1. Ciao Massimo, utilizzando il domain parking puoi:

      1 – Essere contattato da qualcuno che è interessato ad un determinato dominio
      2 – Cercare tu potenziali clienti di determinati domini e proporli per la vendita

      Generalmente il primo metodo è quello più “redditizio”. Se ti è piaciuto l’articolo ti invito a condividerlo sui social e cliccare su “Mi Piace, Tweet, +1”

      Grazie e buona giornata,

      Valerio

    1. Ciao Vincenzo,

      certo che ci sono degli strumenti, ma prima bisogna stabilire i parametri per la valutazione (ad esempio Domain Authority, nome del dominio, traffico del sito, page authority, tema, …)

  1. Io ho comprato diversi domini e ne ho rivenduti alcuni. Di sicuro sono riuscito a venderli perchè li ho proposti a delle cifre non esagerate. Per esempio ho comprato domino .com in offerta per 3 euro e l’ho rivenduto a circa 600. La cosa l’ho ripetuta diverse volte.
    Il fatto è che se volete diventare miliardari con la vendita di un nome dominio, è un po come vincere alla lotteria. Dovreste riuscire a trovare il nome di dominio perfetto, e l’acquirente deve essere una grande impresa che ha intenzione di investire. Davvero 1 su mille . Invece comprare un nome appetibile, in INGLESE, naturalmente .com, e metterlo in vendita in un range tra i 300 e 900€ vi permette di avere una platea più vasta di possibili compratori.
    Altra possibilità è metterlo all’asta e vedere fino a che punto se lo “litigano”.
    Per rispondere alla domanda di un altro utente, ci sono diversi provider che permettono di acquistare domini, parcheggiarli, metterli all’asta e venderli. Io uso Godaddy, afternic e bido. Godaddy è quello che però funziona meglio.
    Pagano sul conto con la dicitura “rimborso spese” . 2 non devi fare nulla. Ti arriva una email dove ti fanno i complimenti per la vendita del domino, da quel momento in poi loro verificano la serietà del compratore, ricevono i soldi e te li rigirano sul conto, ovviamente trattenendosi il 20% per il disturbo. Afternic ti fa compilare un documento fiscale, e bido ha un sistema un po cervellotico per le aste. Ho usato anche i più blasonati SEDO e FLIPPA, sarà un caso ma non ho venduto nulla con loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close