Social Network

Contenuti Offensivi Sui Social Network? Interviene Il Codacons

Contenuti Offensivi Sui Social Network? Interviene Il Codacons

Contenuti Offensivi Sui Social Network? Interviene Il Codacons

Chiunque, sui social network, inserisce ciò che vuole: considerazioni su politica, personaggi dello spettacolo, link divertenti, video divertenti, fotografie, aggiornamenti di stato….

E’ noto anche che i controlli di ciò che viene inserito all’interno dei Social Network è spesso molto blando, tanto che, in questi giorni, il Codacons ha deciso di cercare di arginare il problema, richiedendo un intervento della Polizia Postale per intensificare i controlli di vigilanza e tutelare i diritti degli iscritti ai Social Network.

La richiesta, più in dettaglio, prevede l’oscuramento di siti internet e profili social lesivi o pericolosi. Richiede inoltre l’identificazione degli autori delle minacce e degli insulti: fino ad oggi infatti spesso gli autori di insulti e minacce, grazie al web, restano nell’anonimato.I Vip contro le accuse e le minacce online

Tutto è partito grazie anche all’iniziativa di alcuni personaggi molto noti nel mondo televisivo: da Enrico Mentana a Selvaggia Lucarelli, da Beppe Svergnini a Massimo Gramellini, tutti hanno sollevato la questione “insulti e minacce”, ed il Codacons ha subito risposto:

“Sui social network regna oggi un caos fuori da ogni controllo dove dilagano insulti gratuiti e minacce spesso gravi, …. Tutto avviene sotto gli occhi dei gestori di tali social network, i quali non sembrano esercitare la dovuta vigilanza…. Vi sono rischi reali sopratutto per i più giovani… che possono subire influenze da pagine che vorrebbero far passare disprezzo e violenza come una cosa normale o giusta…”

Le richieste riguardano dunque:

– Un incremento dei poteri per la Polizia Postale al fine di tutelare gli utenti dei social network;

– Un intervento dell’Autorità della Comunicazione per responsabilizzare i Community ed i Social Media Manager.

In rete è già polemica e divisione fra chi appoggia queste richieste del Codacons e chi le critica aspramente pensando ad un “nuovo modo per cucire le bocche degli italiani e controllare le notizie andando a discapito della libertà del web”.

Personalmente penso che le offese e le minacce non dovrebbero esserci sui social network, e che se si opera un controllo relativo esclusivamente ad insulti e minacce, non si mina nessuna “libertà”. E’ possibile esprimere il proprio parere con toni adeguati e con il garbo necessario.

Tu cosa ne pensi? Vuoi dire la tua? Lascia oggi stesso un commento su Monetizzando.com (con garbo :D)!

Buon lavoro e buon guadagno online,

Valerio

Commenti Facebook

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close