Social Media Marketing

Cosa è Buzzoole: Influence Engine Optimization

Cosa è Buzzoole: Influence Engine Optimization

Buzzoole è la prima piattaforma di IEO: Influence Engine Optimization. Questa è la prima frase dell’intervista e delle informazioni che Fabrizio Perrone mi ha inviato la settimana scorsa per eMail quando ho chiesto di spiegare un pò, ai lettori di Monetizzando, cosa è e come funziona buzzoole.

Buzzoole è una piattaforma che aiuta gli utenti ad ottimizzare la presenza online e l’engagement con il proprio network con l’obiettivo di aiutarli a diventare influenti nei temi e negli argomenti verso i quali sono esperti.

Secondo il team di buzzoole l’influenza delle persone diventerà sempre più un metodo alternativo di pagamento per accedere a sconti, offerte speciali ed inviti ad eventi.

Cosa è l’influenza per te Fabrizio?

Quando parlo di influenza non parlo di popolarità (alla klout, kred, peerindex per intenderci), ma parlo di comprendere effettivamente in quali aree tematico/geografiche un utente è influente e quanto per ciascuna di esse. Il nostro approccio punta molto sulla gamification.

Riprendiamo il discorso centrale, Buzzoole.

Buzzoole cerca di rispondere ad un doppio bisogno:

– Il bisogno degli utenti che vogliono trasformare la loro influenza in “merce”;

– Il bisogno delle aziende che cercano influencer per le loro campagne di buzz marketing (passaparola).

Da dove nasce l’idea di Buzzoole?

L’idea di Buzzoole nasce dalla mia precedente esperienza: nel 2008 ho fondato la mia prima startup, un’agenzia di unconventional marketing, “Fan Media”. Lavorando nel settore del buzz marketing mi sono reso conto che mancava un algoritmo che misurasse la qualità dell’influenza sui social media. L’americano Klout, che già esisteva, aveva il limite di misurare la popolarità e non l’effettiva influenza dell’utente.

Ho pensato così di creare qualcosa che superasse i limiti di Klout e che permettesse di sfruttare il passaparola sul web anche alle medie e piccole imprese con budget limitati a disposizione.

Qual è il modello di business da voi adottato?

Replichiamo il modello Google Adwords nel Buzz Marketing. Tramite la nostra piattaforma totalmente automatizzata i brand potranno generare passaparola sui loro prodotti/servizi attraverso gli influencer della propria nicchia di mercato. L’impresa paga sulla base dei post effettivamente generati da parte degli influencer.

Questo modello sembra offrire soluzioni per tutte le taglie: dalle startup ai top brands. Vogliamo essere prima piattaforma che consentiròà alle piccole e medie imprese di pianificare campagne buzz, cosa oggi impossibile visti i budget di partenza dei competitor, ma in generale delle agenzie di digital pr.

Chi sono i membri del team?

Fabrizio Perrone – Managing Director e Business Marketing Man;

Gennaro Varriale – CTO;

Luca Camillo – Sviluppatore e Sistemista;

Luca Pignaro – Art Director.

Se vuoi fare qualche domanda a Fabrizio puoi lasciare un commento su Monetizzando.com.

Buon lavoro e buon buzz a tutti,

Valerio

Commenti Facebook
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close