Guide Varie

Consiglio Deposito minimo opzioni binarie: Quanto versare?

Consiglio Deposito minimo opzioni binarie: Quanto versare? – Ogni broker di opzioni binarie stabilisce un “importo minimo” per il primo deposito ed un importo per singolo trade, ma come capire quanto versare come primo deposito? Alcuni consigli basati sulla mia personale esperienza nel mondo del trading in opzioni binarie.

Se sei finito su questo articolo, probabilmente, vuoi cominciare a fare trading in opzioni binarie e vorresti capire, da chi magari già ci è passato, quanto è bene versare come primo deposito.

Premesso che ogni broker stabilisce un “importo minimo” per il primo deposito (e per i depositi successivi), secondo la mia esperienza l’importo da versare come primo deposito deve essere ponderato e valutato attentamente.

Premesso che è importante ricordare che non si dovrebbe investire del denaro che non ci si può permettere di perdere, e che Monetizzando.com non si assume alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito (i contenuti presenti sul sito hanno il solo scopo informativo e non sono una offerta o un invito a comprare o vendere titoli o valute di qualsiasi tipo), la prima valutazione che secondo me bisogna fare è: quanto costa aprire una posizione?

Il costo di apertura della posizione varia (moltissimo) da broker a broker: IQOption permette di aprire posizioni a partire da 1 euro (e deposito minimo 10 euro, per maggiori informazioni IQ Option deposito minimo 10 euro, oltre al conto demo gratis per tutti quelli che vogliono sperimentare come funziona il mondo del trading in opzioni binarie), 24Option permette di aprire posizioni a partire da 24 euro (a seconda della tipologia di conto il trade minimo sarà di importo superiore) ed il deposito minimo è di 250 €, OptionWeb permette di aprire una posizione con un importo minimo di 5 euro ed il deposito minimo è di 200 €, …

Come avrai notato dai tre esempi che ti ho fatto qui sopra ogni broker ha stabilito le sue regole, ed a mio modestissimo parere, l’importo del deposito deve variare proprio in base al broker che hai scelto di utilizzare (se vuoi puoi consultare su Monetizzando.com l’elenco dei Broker autorizzati Consob / Cysec): una delle prime cose con cui avrai a che fare se deciderai di fare trading sarà infatti il famoso “Money Management”, ovvero la gestione del capitale (a tal proposito ho creato un articolo dal titolo “Cosa è il money management – trading in opzioni binarie” che probabilmente ti tornerà utile).

E’ evidente che, supponendo un deposito minimo di 250 €, una cosa è aprire una posizione da 5 euro (avrai a disposizione 50 operazioni da fare sulla piattaforma), tutt’altra cosa aprire una posizione con 24 euro (avrai a disposizione 10 operazioni): cosa dicono dunque gli esperti?

Seguendo diversi video e webinar proposti dai broker ho scoperto che:

  • Generalmente, quando si versa l’importo minimo, non si ha capitale sufficiente per “coprire” eventuali posizioni aperte nel momento sbagliato o comunque non andate a buon fine.
  • Se si fa un deposito maggiore (consideriamo 500 euro, secondo quanto consigliano trader professionisti) si può accedere ad alcuni bonius/benefit della piattaforma e si ha più “margine” per coprire eventuali operazioni non andate a buon fine.
  • Se si fanno depositi troppo alti e si è agli inizi (ad esempio 5000 euro) si mette a rischio un capitale molto importante, e generalmente viene sconsigliato dagli esperti.

Di conseguenza, il mio consiglio è quello di partire con un deposito di 500/1000 €. Chiaramente, nel caso di broker che offrono l’apertura di una posizione ad un costo molto basso (1 euro ad esempio), si può valutare anche di fare un deposito di 100 euro (che ci garantisce l’apertura di 100 posizioni da 1 euro).

Deposito minimo opzioni binarie – Obiettivo del trader

Esistono online delle tabelle che mostrano, in maniera molto semplicistica, quali sono gli obiettivi che ci si può porre in base all’investimento che si vuole fare, di seguito trovi un elenco semplificato:

  • Deposito da 100 a 500 euro – Generalmente viene fatto da chi vuole cominciare a fare trading. A seconda del broker scelto un deposito di 500 euro permette anche di “coprire” eventuali posizioni che non sono andate a buon fine. C’è chi considera questa tipologia di deposito un “deposito per assaggiare il mercato”.
  • Deposito da 500 a 1.000 euro – Uno dei depositi più effettuati dai trader che vogliono cominciare a fare trading seriamente. Un trader che deposita da 500 a 1000 euro non può definirsi “trader esperto” ma di certo è una persona che vuole fare sul serio con il trading.
  • Deposito da 1.000 a 5.000 euro – Deposito effettuato solitamente da trader che scelgono delle strategie a lungo termine e vogliono fare trading per arrotondare il proprio stipendio o per riuscire a ricavare un secondo stipendio (a seconda delle abilità e delle conoscenze).
  • Deposito da 5.000 a 10.000 euro – Questa tipologia di deposito viene effettuta da trader esperti che hanno già stabilito degli obiettivi di guadagno (realistici) e che hanno scelto il trading per fare investimenti.
  • Deposito da 10.000 a 50.000 euro – Solitamente questa tipologia di deposito viene effettuato da trader professionisti che operano da anni nel mondo del trading.

Tu cosa ne pensi? Vuoi dire la tua? Lascia il tuo commento, oggi stesso, su Monetizzando.com, oppure, se l’hai trovato utile, condividi quest’articolo sui social network!

Disclaimer: L’attività di trading, speculazione e investimento è molto rischiosa. E’ possibile subire perdite molto rilevanti. Il trading (in forex o in opzioni binarie, o in qualsiasi sua forma), la speculazione e l’investimento non sono attività adatte a tutti e potrebbero essere non adatte a chi sta leggendo queste righe. Chiunque decida di svolgere attività di trading, speculativa e di investimento lo fa sotto propria ed esclusiva responsabilità.

L’Autore dei contenuti declina ogni responsabilità su eventuali inesattezze dei dati riportati, danni, perdite economiche, danni diretti o indiretti derivanti dall’uso o dalla divulgazione delle informazioni contenute in questo sito.

 

Commenti Facebook
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close