Storia Blog

Faccio Affiliate Marketing. E quindi? Non c’è niente di male!

Faccio Affiliate Marketing. E quindi? Non c’è niente di male! Sai, ho visto il tuo sito internet, ma perché in ogni articolo piazzi link di affiliazione? Sì ok, i contenuti sono utili, ma pensi di essere furbo a mettere i link di affiliazione all’interno del tuo sito web e guadagnare così consigliando prodotti e servizi?

Ultimamente c’è nell’aria del web un falso perbenismo: gente che è pronta a dire la sua e a commentare, merito anche del Facebook World e dei troll, quelli che in gergo vengono definiti leoni da tastiera.

Il fatto è che sempre più spesso si possono leggere commenti in rete con scritto eh certo, ti sei fatto i soldi con il tuo sito mettendo link in affiliazione, o commenti dispregiativi nei confronti di chi, con l’affiliate marketing, ci guadagna e ci lavora seriamente.

Bene. Fare affiliate marketing è un modo di fare marketing innovativo e che può portare a risultati a livello economico e di soddisfazione personale molto interessanti, e la cosa bella è che non c’è niente di male nel fare affiliate marketing.

Potremmo poi scendere in profondità sull’argomento e dire che sicuramente c’è chi fa affiliate marketing in maniera subdola, prendendo in giro le persone, proponendo servizi in abbonamento a scapito degli ignari abbonati e chi più ne ha più ne metta, ma cosa c’è di male a creare guide, tutorial, contenuti ed inserire all’interno pubblicità mirata di prodotti o servizi realmente utili?

L’idea di quest’articolo mi è venuta in seguito ad una discussione comparsa sui social poco tempo fa, in cui, pur di dire qualcosa, si è detto, nei confronti di una persona (non mi piace fare nomi): certo, tu ti sei fatto i soldi con xxx mettendo la pubblicità sul tuo sito.

E quindi?

Qual è il problema?

Il problema è che il web si evolve, ma di fatto, chi crea contenuti di valore, e chi è bravo a posizionare quei contenuti, non impiega minuti, ore, giorni, settimane, mesi del suo tempo semplicemente per offrire informazioni a titolo gratuito, e se riesce a monetizzare con le sue informazioni ben venga!

Mi spiego meglio. Se io decido di provare ad esempio una piattaforma di opzioni binarie (sì, l’ho fatto, con 24option, ho scritto vari articoli l’anno scorso sull’argomento, fra cui una guida, Come funziona 24Option?), e poi ne parlo su un mio sito internet, fornendo informazioni precise ed inserendo un link in affiliazione che mi permette di guadagnare, cosa sto facendo di male?

Non ho mai scritto che “è semplice guadagnare con le opzioni binarie”, che “diventerai ricco subito” o che “sono veramente euforico”, ti sto solo dicendo come funzionano le opzioni binarie ed una piattaforma fra le più utilizzate per fare trading in opzioni binarie. Se poi sei tu a voler provare puoi farlo, ma con consapevolezza di rischi e funzionamento del trading online.

Seriamente, parliamone. Oggi tutti cercano recensioni online e pareri di persone che hanno già usato un determinato prodotto o servizio. I siti di tecnologia e di smartphone fanno delle vere e proprie guerre a chi pubblica prima le migliori recensioni (oggi anche video, è importante, non basta più la recensione solo testo con la scheda punteggio in stile telefonino.net di 10 anni fa).

Alcune aziende mandano gli smartphone altre invece no, e quindi magari un piccolo blogger del settore di tecnologia è “costretto”, per la sua passione, ad acquistare lo smartphone e fare la sua bella recensione, poi mette su un link di amazon per l’acquisto (e credimi, le commissioni in affiliazione di amazon non sono altissime, specialmente per il settore informatico) e il troll di turno cosa fa?

Critica il fatto che ha messo dentro un link di affiliazione.

Ed il lavoro di chi ha fatto la recensione, comprato lo smartphone o il prodotto, testato il servizio, non conta nulla? Sul serio, oggi, le informazioni devono necessariamente essere gratuite e senza link da affiliati? Per quale motivo?

Bene, su Monetizzando.com® parlo di affiliate marketing ormai da 8 anni, e se un tempo pubblicavo per lo più articoli informativi senza link, oggi, in ogni mio articolo, cerco di inserire link in affiliazione, e lo faccio per due motivi:

  • Offrire risorse, suggerimenti e consigli ai miei lettori
  • Guadagnare consigliando prodotti o servizi che ritengo validi

Per concludere, credimi che, rispetto ai visitatori che sono passati su Monetizzando.com® in questi 8 anni, i ringraziamenti per i contenuti gratuiti e le soluzioni date sono stati davvero pochi, quindi gli sforzi, se non fossero ripagati dai clienti che comprano pubblicità e dalle campagne in affiliazione, a quest’ora forse Monetizzando.com® non sarebbe più online, e penso che come questo tanti altri siti sarebbero nella stessa situazione.

Buon affiliate marketing,

Valerio

Commenti Facebook

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close