Marketing

G-Spirits: Vendere Alcolici On Line – Marketing

Vendere Alcolici On Line: Marketing G-Spirits

Vendere Alcolici On Line: Marketing G-Spirits

Come fare una campagna di Marketing e vendere super alcolici on line in maniera originale? Due ex baristi tedeschi hanno deciso di avviare un business dei super alcolici on line con una strategia di marketing criticabile ma che sembra funzionare.

Alla base di tutto ci stanno due elementi:

– Superalcolici di buona qualità;

– Modelle pronte a spogliarsi e versarsi nel seno i superalcolici.

Starai pensando che è una strategia davvero trash e forse non proprio di buon gusto, di fatto però sul canale di Maximilian Goldbach, dove è presente il video che racconta in tedesco questa strategia, ha già raggiunto praticamente le quattrocentomila visualizzazioni.

Una delle differenze che mettono in risalto i produttori di questi superalcolici è il certificato di garanzia: i superalcolici sono scivolati sul seno delle modelle. Le bottiglie son numerate e quindi non sono prodotti di massa.

Le bottiglie vendono così vendute on line in confezioni da mezzo litro ad un prezzo che non va mai al di sotto dei 120 euro a bottiglia: i due produttori di questi superalcolici parlano quind idi grande qualità, dell’aroma, e delle emozioni che si possono provare un bicchiere di questi alcolici.

Attualmente sono state imbottigliate cinquemila bottiglie di superalcolici, e sono state coinvolte diverse modelle anche in base alle loro caratteristiche etniche: mediterranee, nordiche, … a seconda del liquore da imbottigliare.

Una campagna di marketing che per tutti noi ha un pò del “sui generis” o dell’originale, ma che sembra stia funzionando alla perfezione, voi cosa ne pensate? Volete dire la vostra?

Potete come sempre lasciare un commento qui di seguito su monetizzando.com (eventualmente anche per segnalare altre campagne di marketing che vi sono piaciute o che stanno riscuotendo gran successo).

Buona campagna pubblicitaria on line e buon marketing a tutti,

Valerio

Commenti Facebook

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close