Altri Network di AffiliazioneSocial Network

Guadagnare con Facebook, Twitter e il Passaparola: adMingle

Ed entra a far parte dei partner 2014 di Monetizzando anche adMingle, un network che fa racchiude, nel suo Payoff il suo punto di forza: Share Your Passion.

In quest’articlo ci concentreremo su adMingle, se vuoi conoscere altre forme di guadagno con facebook leggi l’articolo: come guadagnare con facebook – in questo articolo raccogliamo tutte le informazioni sulle varie possibilità di monetizzazione e guadagno sui social network.

Condividi le tue passioni, condividi ciò che più ti piace, e guadagna online grazie a queste condivisioni. Si tratta di personal o social advertising, un vero e proprio marketplace di contenuti pubblicitari dove si incontrano advertiser e qualunque persone che ha un account social e vuole guadagnare dal suo account e con le sue condivisioni.

L’idea da cui nasce il progetto è semplice: tutti spendiamo del tempo per condividere foto, status, video, informazioni all’interno dei social network. Perché non “monetizzare” queste condivisioni?

E così da Gennaio 2014 adMingle sbarca in Italia, da una startup nata in Israele nel 2013 e cresciuta in 18 mesi così tanto da aprire ed allargare la propria presenza in dieci Paesi:

  • Turchia
  • Regno Unito
  • Francia
  • Germania
  • Austria
  • Russia
  • Singapore
  • Indonesia
  • Italia
Template Monster Sconti

Il concetto alla base di adMingle è quello della share economy: le aziende possono investire il proprio budget all’interno dei social network in maniera innovativa ed efficace, focalizzando il budget su publisher già segmentati ed in target per i contenuti che l’azienda vuole condividere: viene così remunerato il passaparola in modo etico e sostenibile.

Per ogni campagna viene determinato un prezzo per la condivisione sui social e i publisher possono liberamente decidere se accettare o meno quella determinata campagna. Una volta accettata il loro compito sarà quello di veicolare su Facebook i messaggi promozionali, guadagnando poi dalle condivisioni che questi post ricevono.

Al termine della campagna vengono poi forniti dei report dettagliati che permettono di analizzare le performance e la tipologia di traffico, evitando così traffico falsificato o “drogato” proveniente dai social.

Gli strumenti di controllo messi a sostegno della piattaforma sono infatti molto sofisticati e permettono di riconoscere in maniera abbastanza rapida i robot, il traffico poi viene filtrato per assegnare come valido solamente quello italiano.

E grazie al bacino di publisher già iscritti, adMingle è ingrano di raggiungere due milioni di contatti su Twitter e quattro milioni su Facebook.

Per maggiori informazioni o per iscriverti clicca su “Entra su adMingle e guadagna con i social network

Buon lavoro e buon guadagno online,

Valerio

Commenti Facebook

Related Articles

2 Comments

  1. Idea buona ma sicuramente con poche possibilità di crescita nel nostro paese, non tanto per l’utente che invogliato può anche diramare in maniera più efficace di una campagna “classica” quanto per gli investitori che, in Italia, è già tanto se utilizzano strumenti come Facebook ADS, figuriamoci un software di terze parti.

    Inoltre la catena è troppo lunga, io produttore metto la mia campagna, aspetto (e spero) che l’utente la veicoli (ammesso che qualcuno lo faccia) sperando lo faccia nel modo giusto, l’utente la veicola sperando che qualcuno la clicchi. Faccio molto prima a loggare e fare degli ads diretti con profilazione.

    Provato, zero campagna disponibili, rimango molto scettico. Avrebbe funzionato se l’avessero implementato direttamente i social network, cosa che, al momento, non è per niente conveniente per nessuna piattaforma.

    1. Ciao Stewy, grazie per il tuo commento, per noi sicuramente costruttivo, di seguito trovi le nostre considerazioni:

      – i target clienti di adMingle sono grandi brand che hanno già sperimentato più volte diverse forme di adv online e che trovano (riscontri alla mano) in adMingle una efficace soluzione per raggiungere le persone sui social.

      – la catena è brevissima e automatizzata rispetto ad altre forme di advertising che vogliono ottenere lo stesso risultato (ebuzzing, engagement). L’utente non deve sperare che qualcuno clicci, ma sperare di fornire un contenuto interessante ai propri contatti. adMingle non è solo una fredda forma pubblicitaria, ma vuole creare valore intorno ad un contenuto se questo contenuto ha già del valore. Il paragone con FB ads non regge, parliamo di supporti pubblciitari diversi (bacheche persone VS spazio ads di FB).
      – Come fa a misurare la non-convenienza? – No software: persone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close