Twitter

Guadagnare Con Twitter – Amanda Palmer Undici Mila Dollari in 2 Ore?

Sale
Le nuove regole delle vendite. Come usare agile selling,...
4 Recensioni
Le nuove regole delle vendite. Come usare agile selling,...
  • David Meerman Scott
  • Editore: Hoepli
  • Copertina flessibile: 288 pagine

Una delle letture che mi ha accompagnato quest’estate è stato il libro di David Meerman Scott “Le nuove regole del marketing: Come usare social media, video online, app mobile, blog, comunicati stampa e marketing virale per raggiungere i clienti (Web & marketing 2.0” (su Amazon potete acquistarlo per 18,70 euro), dove ho trovato una interessante Case History su come è possibile guadagnare online con Twitter.

Una premessa doverosa da fare è quella di avere un gran numero di follower ed una idea davvero originale, instaurare una buona conversazione e non partire con un progetto solo con l’idea di “guadagnarci” sopra, ma farlo per sperimentare, per divertirsi, per creare relazioni e contatti.

A questo punto scopriamo cosa è successo ad Amanda Palmer.

La Case History di Amanda Palmer: Come è riuscita a guadagnare 11.000 dollari in due ore grazie a Twitter.

Nel libro di David Meerman Scott la Palmer dice che “è incredibile quante possibilità offre Twitter”. Un venerdì sera era in casa e per scherzo decise di mandare online un tweet: “ero sola, di nuovo, un venerdì sera, al computer, come una sfigata”.

Dopo qualche secondo cominciano ad arrivare reply e retweet di “altri sfigati” (tanto che uno degli amici della Palmer definì questa storia un “Flash mod”), parte così un dialogo fra i vari fan, fin quando non decidono di creare anche una “organizzazione finta”: Losers of Friday Night on Their Computers.

Sempre per gioco e per scherzo Amanda Palmer cominciò a “presentare istanze assurde al governo”: abolire la tassa sulla vodka, fornire pantaloni felpayi e pizza gratis… Insomma la Palmer decise di chiedere tutte le cose che potevano essere utili agli sfigati che si ritrovano di venerdì sera davatni al computer.

Sempre la Palmer commenta “sembrava una piccola anarchia di sfigati su Twitter”, e dopo pochi minuti nasce anche l’hashtag: #LOFNOFTC.

Template Monster Sconti

Ricevendo molti commenti e reply questo tweet divenne l’argomento più popolare e qualcuno suggerì di creare una t-shirt per il gruppo.

La Palmer, che fino a quel momento si divertiva a scherzare e commentare con i suoi follower e fan prese per buona questa idea e con un pennarello scrisse su una T-Shirt un disegno ed uno slogan suggerito dagli utenti: “Don’t stand up for what’s right, stay in for what’s wrong”.

La società di marketing della Palmer approfittò dell’evento e creò subito un sito internet dove vendere le t-shirt a 25 dollari. La sera stessa il gruppo ne acquistò 200 ed altre centinaia vennero vendute il giorno dopo, quando Amanda Palmer pubblicò sul suo blog questa storia.

E con questa iniziativa la Palmer è riuscita a guadagnare ben 11,000 dollari.

Considerazioni.

Beh, sicuramente in Italia non è così facile creare un business o delle conversazioni, non è facile trovare follower o persone così influenti se non sui profili di VIP, cantanti o personaggi già famosi, ad ogni modo anche questo è un esempio di come il web offre infinite opportunità.

Come sempre puoi lasciare il tuo commento o raccontare la tua storia in un commento su Monetizzando.com, spero che quest’articolo ti sia piaciuto,

buon lavoro e buon guadagno online,

Valerio

Approfondimenti:

Qui di seguito un video di 20 minuti circa dove Amanda spiega (in inglese) insieme a David come lei si collega con i suoi fan:

Se ti è piaciuto l’articolo ricorda di condividerlo sui Social, a te non costa nulla, per Monetizzando.com è importante, Grazie!

Commenti Facebook

Ultimo aggiornamento 2018-06-18 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Tags

Related Articles

5 Comments

      1. Non è detto che tutti devono guadagnare denaro in questo tipo di modo questo è solo un esempio estremo, ma penso che sia stato il destino che ha fatto i soldi in questo modo

  1. In Italia? Mi viene da ridere….apri la partita Iva, iscriviti alla Camera di Commercio, contributi obbligatori, commercialista, DIA al Comune, adempimenti privacy, ecc…. Altro mondo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close