Guadagnare Online

Guadagnare online con i bitcoin? Bufera, crollo quotazioni Febbraio

Guadagnare online con i bitcoin? Bufera, crollo quotazioni Febbraio 2014

In rete si fa un gran parlare ormai da mesi dei bitcoin e di come sia possibile guadagnare online con i bitcoin. Finora, su Monetizzando.com, non ho mai approfondito l’argomento, eppure la notizia di ieri, 25 Febbraio 2014, ha fatto tremare il web: se fino al 24 febbraio infatti i Bitcoin avevano raggiunto un valore ed una quotazione vertiginosa, proprio ieri il loro valore è sceso al minimo, intorno ai 455 ed i 465 dollari.

MT Gox, per chi conosce i Bitcoin, è sempre stato ritenuto il portale di riferimento per il trading del “bitcoin”, ma, nei giorni scorsi, è sparito: l’indirizzo del sito è inaccessibile ed il suo titolare, Mark Karpelès, ha rotto con la fondazione che ha creato questa “moneta virtuale”.

Quali sono i punti oscuri e le stranezze dei Bitcoin?

Il primo punto oscuro che riguarda i Bitcoin è sicuramente l’incongruenza dei prezzi dei BitCoin: diversi portali infatti non davano un valore univoco al Bitcoin, ma variavano in base alla piattaforma: se si crea una valuta il valore dovrebbe essere standard e definito, prima cosa che ha messo in allarme diverse persone.

Il secondo punto oscuro è stata l’impossibilità di ritirare i fondi (impossibilità che si è manifestata dal 7 febbraio 2014): il portale Bitcoin, che aveva già visto crollare il valore dei Bitcoin a 135 dollari, aveva comunicato dei problemi tecnici che avevano bloccato il prelievo dei fondi. In merito a questa impossibilità di prelievo si era paventata anche l’ipotesi di insolvenza della piattaforma (Mt Gox), di origine giapponese.

Quanto valeva un Bitcoin? Per capire quale è stata la perdita di molte persone, basta considerare che a gennaio, i Bitcoin avevano un andamento standard che si aggirava intorno ai 900 dollari (mentre a novembre 2013 aveva raggiunto i 1200 dollari, e, per dovere di cronaca, nel 2012 valeva ancora pochi dollari).

Altro punto da tenere in considerazione è che la Banca Centrale Cinese si rifiuta di considerare il Bitcoin una moneta (gli Stati Uniti invece sembravano abbastanza aperti a questa iniziativa).

Se tu vuoi raccontare la tua esperienza con i Bitcoin o aggiungere preziose informazioni, come sempre sei il benvenuto su Monetizzando.com.

Buon lavoro e buon guadagno online,

Valerio

Commenti Facebook

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close