Affiliate Marketing

Guida Al Conversion Optimization (CO) – Affiliate Marketing

Guida Al Conversion Optimization (CO) – Affiliate Marketing – Per questo articolo ho preso spunto da un interessantissimo articolo pubblicato sul blog di Neilpatel dal titolo “Conversion Optimization Made Simple – A step by step guide” per proporre, al mercato italiano, una guida dedicata al conversion optimization, ovvero all’ottimizzazione delle conversioni online.

Immagina per un attimo di essere Carl Douglas McMillon (il CEO di Walmart, per intenderci), sei il CEO di una azienda che ogni mese genera billioni di dollari di entrate. Ma non misuri quanto la compagnia sta generando adesso, ma quanto potrebbe fare quest’anno la compagnia.

Guardi così un grafico alla curva di crescita della tua azienda e rimani sconcertato: sembra che la linea di crescita sia completamente piatta. Quando la linea di crescita della tua azienda è piatta, il segnale non è positivo per una azienda che sta crescendo, significa che bisognerà guardare altre strade, prima o dopo

Cosa fare allora? Tutti conoscono Walmart e i punti vendita sono situati in ogni parte del mondo (o quasi) cosa si può fare? Puoi contattare un esperto di conversion optimization. Se troverai la persona giusta potresti fare il 20% in più in qualche mese, assicurando un futuro luminoso a Walmart e rimanendo al sicuro sulla tua sedia da scrivania.

Ed è esattamente quello che il CEO di Walmart ha fatto. Cerchiamo a questo punto di dare alcune definizioni.

Cosa si intende con Conversion Optimization?

Nel mondo dell’internet marketing, il CO (Conversion Optimization), ovvero il CRO (Conversion Rate Optimization), è il sistema tramite il quale puoi far crescere la percentuale di visitatori di un sito internet che verranno convertiti in clienti, o, più in generale, che compieranno l’azione che tu vuoi che compiano all’interno del tuo sito internet.

Conversion, come scrive Neil Patel sul suo sito, è semplicemente un altro modo di chiamare le “vendite” (ovvero conversioni). Ogni volta che qualcuno acquista qualcosa da te, tu generi una conversione. E’ possibile estendere chiaramente il significato di conversione indicando ad esempio chi ti segue sui social o chi si iscrive alla tua newsletter.

Con il termine conversione, nel mondo dell’internet marketing, si indica una persona/utente che compie l’azione che tu vuoi che compia all’interno della tua pagina, del tuo sito internet, del tuo account/canale social.

Se il tuo business sono le consulenze, ad esempio, probabilmente vorrai che le persone ti contattino via email o telefonicamente: anche questa è una conversione.

Cosa significa aumentare/migliorare il Conversion Rate?

Cominciamo a spiegare cosa significa migliorare il conversion rate sfruttando un esempio: nel 2013 Walmart.ca ha notato che molto traffico che arrivava sul sito era sprecato perchè le persone arrivavano sullo shop di Walmart tramite smartphone/tablet ed il sito non era ottimizzato per il mobile con conseguenze davvero pessime:

  • Il design era bruttissimo
  • Il tempo di caricamento delle pagine troppo lungo

Stimando una media del 5% di persone che comprano sul sito, cosa si può fare per aumentare le entrate provenienti dal negozio online?

  • Comprare più pubblicità tramite Google AdWords
  • Sfruttare la SEO per cercare di incrementare il traffico
  • Assumere 10 persone nel dipartimento marketing
  • Offrire più prodotti

Tutte queste opzioni sono sbagliate perchè sono possibilità che richiedono più tempo, più soldi e più risorse ma non offrono delle certezze sul funzionamento delle strategie elencate qui sopra. Sfruttare il conversion rate ti permette di ottimizzare quello che c’è già e creare più profitto dal traffico ed i clienti/utenti che già visitano il tuo sito internet.

Ed è esattamente quello che ha fatto Walmart, raddoppiando le vendite generate tramite mobile: è bastato migliorare il design ed ottimizzare il tempo di caricamento delle pagine per ottenere un incremento delle conversioni (all’interno del sito di Neil Patel sono visibili le foto delle due versioni del sito prima e dopo!).

Walmart ha utilizzato anche gli A/B Test – Split Test (leggi anche Perchè utilizzare l’A/B Test e Split test: migliorare le conversioni delle pagine) per capire cosa funzionava meglio.

Il tasso di conversione è la strada migliore per incrementare i profitti della tua azienda ed ecco perchè è così importante ottimizzare tutte le pagine del tuo sito internet e analizzare i dati in tuo possesso (pagine più visitate, pagine di destinazione principali, pagine di uscita, contenuti, CTR della pagina, …)

4 Consigli per migliorare il tasso di conversione delle tue pagine!

Qui di seguito trovi quattro consigli e strategie per migliorare il tuo conversion rate (tasso di conversione):

  1. A/B testing: sfruttando gli a/b test puoi testare diversi fattori (titoli, colori, bottoni, design, call to action, dimensione del testo, immagini …). Anche Obama ha effettuato degli split test durante le elezioni del 2008 per la campagna elettorale, testando 24 differenti versioni. La chiave degli a/b test è testare un elemento alla volta, cambiando solamente una cosa fra una variante e l’altra.
  2. Customer value proposition: descrive il valore aggiunto che offri ai tuoi clienti, ciò che nessun’altro da ai tuoi clienti. Rispondi alla domanda “perchè dovrei comprare da te?”
  3. Usa un linguaggio colloquiale: invece di rendere le cose semplici, come quando parliamo con un amico, quando dobbiamo scrivere qualcosa, spesso, il nostro cervello cerca i termini e le descrizioni più complicate/sofisticate per presentare un prodotto/servizio. Questo non funziona. Keep it simple. Semplifica tutto per ottenere risultati migliori. Non cercare di sembrare intelligente e sofisticato, cerca di essere umano.
  4. Crea un senso di urgenza per invitare le persone a compiere una azione: “rimancono ancora pochi pezzi” o meglio “rimangono solo 3 pezzi”. Quante volte ti è capitato di leggerlo? Quante volte hai acquistato per paura di dover aspettare la nuova fornitura? Dì subito alle persone che hanno poco tempo per agire ed aiutale a prendere una decisione chiara. Ricorda il paradosso della scelta: quando abbiamo troppe opzioni fra cui scegliere, spesso non ne scegliamo nessuna!

Se quest’articolo/traduzione ti è stato utile ricorda di condividelro sui social e mettere un mi piace!

Buon lavoro e buon conversion optimization / marketing online,

Valerio

Commenti Facebook

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close