Affiliate Marketing

High Ticket Affiliate Marketing: Cosa è, Come Funziona?

Sempre più spesso in Italia si parla di HTAM, l’High Ticket Affiliate Marketing: qualcuno ne parla come l’ultima novità sul mondo delle affiliazioni, in realtà, di fatto, l’high ticket affiliate marketing è sempre esistito, e in quest’articolo cerchermo di capire cosa è, come funziona, e come si può fare in Itala.

Come sempre, il termine High Ticket Affiliate Marketing viene da Oltreoceano, e ci sono su internet diversi contenuti in lingua inglese sull’argomento, molti meno in italiano: dopo una ricerca mi sono infatti reso conto che questo è uno degli argomenti ancora non trattato su siti italiani in maniera completa.

Cosa è l’High Ticket Affiliate Marketing?

Così come suggerisce il nome stesso, si tratta di una tipologia di affiliazione nella quale vengono proposti e/o venduti biglietti per eventi e corsi la cui commissione per la vendita è di 1000 o più dollari/euro.

Se non sai cosa è l’Affiliate Marketing ti consiglio di leggere l’articolo Come guadagnare con le affiliazioni? (Affiliate Marketing).

Il concetto di HTAM nasce dalla considerazione che “vendendo prodotti digitali” che hanno delle commissioni basse, bisognerà vendere moltissimi prodotti per riuscire a generare delle entrate interessanti (sull’argomento si potrebbe aprire un bel dibattito, ed io stesso, con commissioni anche bassissime, sono riuscito a generare guadagni piuttosto interessanti): ecco perché alcuni consigliano di vendere in affiliazione prodotti che hanno una commissione molto alta e che offrono solitamente formazione, training, coaching o consulenze.

Come funziona l’HTAM?

Quello che molti non sanno, in realtà, è che l’High Ticket Affiliate Marketing si basa sulla generazione rapida di clienti che entrano in un funnel di vendita che comincia sempre con un primo “corso – infoprodotto – manuale” che costa solitamente molto poco: Da 1 $ (ricordiamo sempre che l’HTAM arriva dall’America) a 19 $ (in rare eccezioni si parte anche con corsi o prodotti da 47 $) per poi cominciare a fare upsell.

Per UpSell si intende dunque la vendita di corsi successivi e/o più avanzati che avranno via via un costo sempre maggiore (fino ad arrivare anche a 30.000 $ o più per avere dei Mastermind particolari o degli eventi esclusivi).

Hai mai sentito dire che se un cliente spende una piccola cifra per acquistare un tuo prodotto sarà poi più facile vendere anche altri prodotti a prezzi più alti?

Ne parla anche Russell Branson nel suo DotCom Secrets, quando spiega come costruire una scala del valore ed un funnel che, oltre al prodotto di front end o low price, bisogna strutturare una serie di prodotti fino ad arrivare a cifre che inizialmente potrebbero sembrare impossibili da raggiungere.

Programmi di Affiliazione High Ticket

Quali sono dunque questi programmi di affiliazione high ticket – high commissions? Ne ho trovati alcuni in lingua inglese, qui di seguito un breve elenco:

  • Hammacher Schlemmer ad esempio propone tantisimi prodotti fra cui “Mixed Martial Arts Trainer” che costa 7,000 $ e dà all’affiliato una commissione di 560 $ oppure “Golf Cart Hovercraft” che costa 58.000 $ e riconosce all’affiliato una commissione di 4.640 $
  • Max Bounty, si tratta di un affiliate network piuttosto conosciuto con tantissime offerte, alcune delle quali davvero molto ben pagate
  • Regal Assets: una piattaforma che aiuta gli investitori individuali e che riconosce una commissione del 3% per le vendite riferite dagli affiliati (si parla di 1.500 $ su un investitore che investe 50.000 $)
  • Shopify: offre una commissione del 20% ricorrente + fino a 2400 $ per la vendita
  • SEMRush: ne ho parlato in un articolo, si tratta di un software/tool per i SEO che offre pagamenti ricorrenti e che può diventare molto interessante se si riescono a trovare clienti che acquistano i piani top (guarda SEMRush Guida in Italiano: Perché Utilizzarlo e Prova Gratuita)

Questi sono solo alcuni esempi che riguardano il mondo dell’HTAM, e tu vuoi dire la tua? Lascia un commento oggi stesso su Monetizzando.com®, oppure condividi l’articolo su Facebook!

Commenti Facebook

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close