Social Media MarketingSocial Network

Investire sui Social Influencer Consapevolmente: Popular Chips

Investire sui Social Influencer Consapevolmente: Popular Chips – Sei sicuro che gli account social con più fan/follower sono quelli più efficaci? Cerchiamolo di capire con questo guest post di Popular Chips dedicato al tema dell’analisi delle metriche per gli influencer.
Numerosi Brand utilizzano i Social Network reclutando influencer al fine di promuovere i loro prodotti o semplicemente aumentare la percezione del loro marchio.

L’effetto è altamente positivo, specialmente se la pubblicità viene veicolata con gusto e non come imposizione sul pubblico dell’influencer: sfruttando la relazione stretta che esiste tra una star e i suoi follower, il messaggio pubblicitario arriva a destinazione come consiglio anzichè come advertising puro, e il ritorno di visibilità per il brand è decisamente più alto di una campagna CPC sul medesimo social network.

Tuttavia spesso vengono fatti investimenti al buio, senza cognizione dei numeri reali dei social network e degli influencer, senza – in una parola – misurare.

E’ un po’ come succedeva agli albori del Web Marketing, quando si buttavano soldi in campagne banner a CPM senza andare a fare una previsione sul ROI.

Questa pratica, oltre ovviamente ad essere rischiosa per il brand che intraprende un cammino senza aver fatto le dovute analisi, porta anche ad un mercato fasullo, con prezzi spesso gonfiati e non corrispondenti al valore reale dell’apporto che un influencer può dare.

Tenendo ben presenti queste premesse, a Popular Chips, startup di Digital Marketing basata a Singapore, abbiamo realizzato e rilasciato un tool completamente gratuito – no freemium, no pubblicità – rivolto a Marketing Manager e addetti ai lavori che si occupa di monitorare costantemente tutti gli account Instagram influenti e di generare metriche avanzate per giudicare la qualità delle loro interazioni.

Nel particolare Popular Chips si occupa di monitorare il numero di commenti e like ricevuti, le interazioni con i followers e ovviamente il progresso dell’account giorno dopo giorno.

Un algoritmo elabora quindi tutti questi dati e genera alcune metriche avanzate (FPL e FPC, numero di followers necessari per generare rispettivamente un like e un commento) e due score (assoluto e relativo) che identificano la portata dell’account in termini di advertising.

Un esempio di come questi numeri possano essere utile è dato dalle sorelle Kardashian. Kim, con i suoi 54 Milioni di followers è il terzo account di Instagram ed è considerata uno dei profili più influenti del social network.

Tuttavia osservando con attenzione le interazioni che riceve, è la sorella Kylie che con 10 Milioni di followers in meno fa da regina e riesce a generare molti più commenti, molti più like e molte più interazioni.

Per darvi un’idea dei numeri Kylie, riceve mediamente 45.000 commenti sui suoi post, contro i 12.000 della sorella.

Questo esempio è calzante per richiamare l’attenzione dei Marketing Manager sugli investimenti fatti sugli influencer: basarsi solo sul numero di followers può essere pericoloso; è necessario concentrarsi su numeriche che mostrino effettivamente quanto l’audience di ciascuna star sia connessa e pronta a recepire un messaggio pubblicitario.

A proposito, se vuoi guadagnare con i social network puoi leggere anche:

Se hai trovato utile/interessante quest’articolo, metti il tuo mi piace, o condividilo sui social!

Commenti Facebook

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close