Viral Marketing

Italstellar: Il Video Virale – Parodia di Interstellar

Per realizzare un video virale occorrono una serie di “ingredienti” ed un pizzico di fortuna. Sicuramente, Giancarlo Fontana, con il suo “ItalStellar”, è riuscito a viralizzare un video, raggiungendo in un giorno le 50.000 visualizzazioni, grazie ad alcuni elementi “chiave” che scopriremo in quest’articolo.

Il 18 Novembre 2014, sul canale di Giancarlo Fontana (INCEPTION srl) viene caricato un video dal titolo Italstellar (Interstellar parody).

In un giorno il video supera le 50.000 visualizzazioni ed i 1200 pollici in su (contro 12 pollici in giu). Una descrizione completa racconta chi ha prodotto il vieo, qual è il cast, da chi è stato scritto, coordinato, montato e la descrizione del video: “La fine dell’Italia non sarà la fine degli italiani”.

Il “Jobs Act” di Renzi, che ha scatenato il malcontento dei lavoratori, il debito pubblico e mille altri problemi mettono in crisi il nostro paese, l’unica speranza sono le missioni spaziali, e allora ecco l’idea per salvare l’Italia…

Visto il video, di poco meno di 3 minuti (2.55 per la precisione), cerchiamo di capire insieme quali sono alcuni degli aspetti che hanno reso questo video virale.

La ricetta della viralità (di Interstellar)

A mio avviso, analizzando il video e ragionando su ciò che è successo, la viralità di questo video è scoppiata perchè:

  • E’ stato scelto un film molto discusso, come Interstellar (film di Christopher Nolan uscito il 29 Ottobre a Londra), arrivato da poco (6 novembre) nelle sale cinematografiche italiane;
  • Il titolo del video richiama il film originale con una parola molto ricercata dagli italiani: “Parodia”;
  • Si evidenziano una serie di “problemi” tipici degli italiani: non c’era parcheggio, rispetta le leggi, paga la TASI con una settimana di anticipo, non applaude quanto atterrano gli aerei… abbiamo esaurito i posti di lavoro, il potere d’acquisto, la fiducia in chi governa… “Il tuo nome significa che tutto quello che dovremo pagare, prima o poi lo pagheremo, capito “ANGELA?”… Nessuno è più disposto a farci credito… Noi non siamo destinati a salvare l’Italia, siamo destinati ad abbandonarla…
  • Il video è breve, è un “trailer” e quindi pieno di colpi di scena, tiene così attaccato l’utente che vuole vedere “cosa si dirà dopo”;
  • E’ uno dei video “facilmente condivisibili”, da chiunque, all’interno dei social.

Questi secondo me sono stati gli ingredienti del successo di questo video. E tu cosa ne pensi? Dì la tua su Monetizzando.com oggi stesso!

Commenti Facebook

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close