Facebook

Lavorare Online: Migliorare EdgeRank Facebook ed Esposizione

Facebook

Durante questa settimana e la fine della settimana scorsa abbiamo parlato più volte dell’EdgeRank e di Facebook. Oggi voglio darti qualche consiglio su come è possibile migliorare il tuo EdgeRank su Facebook e l’esposizione dei tuoi contenuti.

Ti sei mai chiesto come mai hai 600 o più amici (o 400 amici….) e di questi ti arrivano sul tuo news feed le notizie di solo una ventina di loro? Nessuno dei tuoi contatti si è cancellato da Facebook (o meglio, quelli che si sono cancellati da Facebook non risultano più tuoi amici), semplicemente molti dei tuoi amici non compaiono nel tuo newsfeed proprio per “problemi” legati all’EdgeRank (per maggiori informazioni puoi leggere anche “EdgeRank e posizionamento su Facebook“).

Qualora non ci avessi fatto caso, è da notare anche che su Facebook hai due impostazioni base per il tuo “News feed”: “Notizie Recenti”, dove vengono mostrate tutte le ultime condivisioni dei tuoi contatti (o meglio di quelli che compaiono) e “Top News” che sono le notizie filtrate in base all’EdgeRank.

E’ più probabile che arrivino sul tuo Newsfeed gli aggiornamenti delle pagine fan e dei tuoi amici che hanno un buon EdgeRank che non quelle dei tuoi contatti che non hanno un buon Edgerank o ai quali non sei particolarmente interessato.

E’ chiaro che per una azienda o per persone che vogliono diventare “opinion leader” è molto importante apparire nei news feed, e l’impatto dell’Edgerank è enorme.

Ogni cosa pubblicata su Facebook è definita “Oggetto” (in linguaggio tecnico): questi possono essere sia gli statos updates che i links, sia le foto che i video o qualsiasi cosa venga condivisa su Facebook. Ogni “oggetto” riceve un ranking che determina dove questo dovrà apparire all’interno di ogni news feed. Gli oggetti che hanno un EdgeRank alto appaiono nelle “top news” mentre quelli con basso edgerank non appaiono.

I tre fattori fondamentali.

Ci sono tre fattori fondamentali per l’EdgeRank:

1 – L’affinità o le relazioni fra il cretore di un “oggetto” (che, come detto sopra, potrebbe anche essere uno status update) e l’utente.

2 – L’interazione con l’oggetto (mi piace, condividi, commenta).

3 – Il tempo (da quanto tempo è stato condiviso/postato, da quanto tempo è stato fatto il mi piace, …).

A differenza del Page Rank di Google, l’EdgeRank consente inoltre a Facebook di dare un punteggio diverso ad ogni oggetto in base all’utente di Facebook che è collegato in qualche modo a quel determinato oggetto.

Affinità: Un oggetto è affine in base alle interazioni che ha generato con te o con un gruppo di amici e contatti che ha pubblicato l’oggetto. Gli amici ed i fan che interagiscono regolarmente ricevono un alto punteggio di affinità ed ogni visita di un contatto con un click sul like, sul commento o che guarda una immagine incrementa l’affinità con quell’utente.

Livello di interazione: Ci sono diversi tipi di interazione, ne abbiamo parlato anche nell’articolo linkato all’inizio di questo post.

Timeline: linea del tempo. Non sono molte le persone che guardano le notizie di ieri. Gli oggetti più nuovi hanno più probabilità di essere mostrati nei news feed degli oggetti vecchi.

Vediamo dunque quali sono alcuni consigli per migliorare il tuo EdgeRank:

1 – Pubblica oggetti che incoragiano l’interazione: Cerca di condividere e creare contenuti che incoraggiano naturalmente il click-troughs e che generano discussioni, cerca di costruire affinità con i nuovi utenti.

2 – Crea un forum: La gente ama discutere gli argomenti più caldi del momento, cerca di rendere la tua pagina fan un luogo dove costruire discussioni sugli ultimi argomenti stando attento alla gestione (potrebbe infatti degenerare).

3 – Foto e Video permettono di mostrare nei news feed delle anteprime (thumbnail). A seconda della grandezza queste automaticamente generano delle azioni (il click per ingrandire l’immagine e vederla meglio). Impara a sfruttare queste possibilità ed inserisci commenti che aiutano gli utenti ad “aprire l’immagine” o a commentare.

4 – Condividi link: i link richiedono per forza l’interazione degli utenti, specialmente se promuovono contenuti interessanti ad altre risorse.

5 – Continua ad aggiornare: Lo stream di Facebook è velocissimo, proprio per questo motivo è sempre bene tenere aggiornata la nostra pagina ed andare avanti anche se qualcosa va storto. Se ci fermiamo troppo tempo rischiamo di perdere campo!

6 – Chiedi di condividere non aver parura di chiedere ai tuoi contatti di condividere i tuoi contenuti, specialmente se sei nuovo su Facebook. Questo ti può aiutare ad acquisire visibilità e velocizzare i processi!

E tu cosa ne pensi? Vuoi aggiungere qualcosa? Sei il benvenuto su Monetizzando.com, il punto di riferimento per chi vuole lavorare e guadagnare online.

Se cerchi qualcuno che curi la tua presenza sui Social Media puoi visitare la Monetizzando Web Agency – Social Media Marketing

Commenti Facebook
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close