Email Marketing

Lezioni di eMail Marketing: I Contatti (Lezione Numero Quattro)

Lezioni di eMail Marketing: I Contatti (Lezione Numero Quattro)

Lezioni di eMail Marketing: I Contatti (Lezione Numero Quattro)

I contatti, per chi lavora nell’eMail Marketing, sono tutto. Bisogna curarli, assecondarli, aiutarli e farli crescere. Per fare tutto questo dobbiamo prima di tutto inserire sul nostro sito internet dei link che possano invogliare gli utenti ad iscriversi alla newsletter, dei form (possibilmente con pochi campi, nome ed email ad esempio) nei punti in cui gli utenti si aspettano di trovare un form, possiamo affittare liste esterne per mandare una nostra campagna in cui inseriamo uno “sconto” per chi si iscrive a… (acquisendo nuovi indirizzi) e poi…

Dobbiamo prestare la massima attenzione a tutti i moduli e i punti in cui l’utente può interagire con noi:

– Un form di richiesta informazioni;

– Un form per il download di un documento;

– Le registrazioni alle aree riservate;

– Gli acquisti online;

– Le barre laterali del nostro sito;

– I nostri canali social;

– …In ognuno di questi “punti di contatto con gli utenti” dovremmo dunque assicurarci di inserire il disclaimer per la privacy (o il link all’informativa sulla privacy) e la spunta per presa visione, oltre, chiaramente, al form di iscrizione alla nostra mailing list.

Quali sono le caratteristiche di un buon form di iscrizione alla newsletter?

– Il form dev’essere sempre facilmente riconoscibile;

– Il form deve essere posizionato in secondo piano rispetto ai contenuti principali;

– Il form può essere posizionato in basso o in alto di una barra laterale (è lì che gli utenti si aspettano di trovarlo);

– Bisogna dare la possibilità agli utenti di iscriversi alla newsletter con form “leggeri” (ovvero che richiedono pochi campi);

– Se si gestisce una azienda offline bisognerebe sfruttare la possibilità di acquisire indirizzi email anche dalle attività offline.

La profilazione dei contatti:

Oggi mandare eMail standard a tutti gli iscritti ad una mailing list può funzionare fino ad un certo punto. Ciò che la gente cerca e il web offre sempre di più è la cosiddetta comunicazione “ad personam”: il messaggio viene personalizzato in base al destinatario, e proprio per questo dobbiamo sfruttare la profilazione della nostra lista di indirizzi.

– Tasso di apertura;

– Tasso di lettura;

– Tasso di conversione;

Sono legati in maniera indissolubile al modo in cui selezioniamo i nostri destinatari. Ecco perchè, in fase di creazione di una lista di eMail è fondamentale capire quali sono i campi più corretti da richiedere in fase di registrazione per i nostri utenti.

I dati he generalmente possono essere richiesti sono:

– Anagrafici: il sesso, l’età, la composizione del nucleo familiare;

– Appartenenza a Gruppi: associazioni, categorie professionali, …;

– Residenza: per mandare email profilate in base alla regione (se ad esempio abbiamo una attività locale o delle promozioni locali);

– Come sei venuto a conoscenza del servizio? Questa domanda è molto utile per capire qual è il miglior investimento pubblicitario che stiamo facendo online o offline;

– Argomenti di interesse: cosa interessa all’utente che si sta registrando? Cosa vorrebbe ricevere?

E per il settore Business to Business? B2b

Per il settore b2b è importante conoscere:

– La tipologia del contatto: se è un professionista, una società di persone o di capitali, …;

– Il ruolo del contatto che si sta iscrivendo: responsabile marketing? amministratore? …;

– Fatturato e numero medio di dipendenti: quali sono i prodotti ed i servizi venduti, quanto è grande l’azienda, …;

– Settore di attività: importante per inquadrare il nostro interlocutore;

– Localizzazione: dove ha sede la casa madre? dove le sedi operative dell’azienda?

– Mercato di riferimento: qual è il mercato di riferimento dell’azienda? oppure quali sono i mercati in cui l’azienda vuole entrare?

E tu cosa ne pensi? Vuoi dire la tua? Lascia un commento oggi stesso su monetizzando.

Buon lavoro e buon email marketing,

Valerio

Commenti Facebook

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close