Email Marketing

Lezioni di Email Marketing: Inserire Le Call To Action

Lezioni di Email Marketing: Inserire Le Call To Action

Lezioni di Email Marketing: Inserire Le Call To Action

La Call to Action (letteralmente “chiamata all’azione”) è uno strumento attraverso il quale si chiede ad un utente di cliccare su un link al fine di compiere una determinata azione (il link chiaramente può presentarsi sotto forma di immagine, di bottone, di testo, di video, …), che può essere il download di una brochure, il download di un programma, l’acquisto di un prodotto, la richiesta di maggiori informazioni, l’iscrizione stessa ad una newsletter (“Clicca qui per rimanere sempre aggiornato sui contenuti di…”).

Quando si stabilisce quale dev’essere l’azione che vogliamo che l’utente compia all’interno del nostro sito internet (ed eventuali azioni secondarie che vorremmo far compiere al nostro utente) bisogna impostare ed evidenziare con precisione i punti più importanti dove inserire le nostre Call To Action.

Le Call to Action dovrebbero:

– Essere messe in evidenza;

– Essere ripetute nel testo in vari formati (ad esempio prima con un banner e poi con un link testuale, per concludere con un bottone grafico, …);

– Essere chiare e ben visibili (meglio una call to action per pagina / per email);

– Essere inserite all’inizio dell’email ed alla fine del messaggio.

Chiaramente, se l’utente ha già fiducia nel mittente, basterà un semplice link ed un richiamo con poche righe di testo per accendere la sua lampadina e stimolare il suo interesse, mentre, se vuole approfondire, potrà leggere tutta la mail per poi cliccare alla fine sul link!

Per ottenere il massimo dell’efficacia da una email (ma anche da una pagina web), il messaggio e la call to action che dovrebbe essere inserito in una email (o su una pagina) dovrebbe essere solamente uno, non si dovrebbe dare all’utente la possibilità di cliccare su più link (ad esempio proponendo più prodotti simili, che possono generare confusione).

E tu cosa ne pensi? Vuoi aggiungere qualcosa? Lascia il tuo commento, oggi stesso, su Monetizzando.com!

Buon lavoro e buon email marketing,

Valerio

Commenti Facebook

Articoli Correlati

Un Commento

  1. spesso ci sono il rendimento dipende anche a cosa si scrive nel pulsante della call to action. ad esempio è meglio un “apri il tuo account” piuttosto che “apri un account”. ad ogni modo è bene perdere un po’ di tempo, ed anche clienti, provando soluzioni differenti e capire qual’è quella più efficace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close