Email Marketing

Lezioni di eMail Marketing: Le Offerte Dirette Via Email (Lezione Numero Sei)

Lezioni di eMail Marketing: Le Offerte Dirette Via Email

Lezioni di eMail Marketing: Le Offerte Dirette Via Email

Supponiamo che la tua email / newsletter vuole promuovere una offerta o una iniziativa che la tua azienda ha deciso di proporre agli utenti (della tua lista o di una lista in affitto): quali sono le informazioni che non dovrebbero assolutamente mancare in questa Email?

Ho cercato di racchiudere quelle che a mio avviso dovrebbero essere le informazioni principali, come sempre, se vuoi aggiungere qualcosa, puoi lasciare un commento oggi stesso su Monetizzando alla fine di quest’articolo.

Chi sta proponendo l’offerta? Sembra banale, ma è fondamentale spiegare chi è che propone una determinata offerta: spesso capita infatti di ricevere Email in cui viene chiesto ad esempio “mi sono abbonato al vostro servizio, come posso cancellarmi?” oppure “ho ordinato una crema e non l’ho ancora ricevuta, perchè?”, generalmente queste Email possono essere inviate direttamente all’azienda, ma gli utenti potrebbero confondere (nel caso di una newsletter) il mittente della newsletter (che magari contiene diverse promozioni) con il proprietario di uno dei siti internet pubblicizzati in una newsletter (ne parlo perchè più volte mi è capitato con Registrazionegratis.it).

Cosa stai offrendo? E’ importante inserire tutte le informazioni, le specifiche tecniche e le caratteristiche del prodotto inserito nell’offerta (nel caso di una azienda che propone ad esempio una scatola di vini, è bene descrivere i vini contenuti, la loro storia ed il sapore, il contenuto della confezione, le spese di spedizione, ….).

Fattore convenienza: è importante far capire in poco tempo ed in maniera chiara agli utenti “qual è la convenienza dell’offerta proposta”, l’ideale sarebbe mostrare il prezzo reale, magari indicato anche sul sito, ed un codice sconto che mostra in maniera decisa quanto conviene approfittare di una determinata offerta. Chiaramente è possibile anche mostrare un guadagno che si otterrà acquistando o usufruendo di un servizio (magari in termini di formazione professionale e non necessariamente in termini economici).

Fattore tempo: per quanto tempo si può approfittare di una determinata offerta? Quando scadrà? Indicalo chiaramente e non creare “offerte finte” o “periodiche”: se mensilmente proponi una offerta sempre uguale, o se sul sito internet è possibile usufruire della stessa offerta indicata in newsletter, che motivo c’è di riproporla via mail? (E’ chiaro, si cerca di attirare gente sul sito, ma meglio creare delle offerte ad hoc!).

Call to Action: Invita sempre i tuoi utenti a compiere una azione, generalmente per far questo si consiglia di utilizzare le famose leve che vengono spesso utilizzate nel mondo del marketing in generale: il principio di scarsità e le scadenze sono due delle leve più forti.

E’ possibile restituire il prodotto/servizio se non mi piace? Per spingere ancor di più gli utenti all’azione sarebbe interessante prevedere anche un diritto di recesso ed indicarlo in maniera chiara (per citare un esempio, il reso gratuito è stato uno dei fattori chiave per Zalando ed il suo boom nel mondo delle scarpe online).

C’è qualcuno che vuole più informazioni riesci a rispondere alle sue domande? Non devi scrivere una mail troppo lunga, ma potresti sfruttare una pagina del tuo sito per approfondire alcuni argomenti ed inserire un link nella mail, l’hai mai fatto?

Pulsante di Acquisto / Download / … Inserisci in maniera chiara e semplice, all’interno della tua Email un bottone che permette di acquistare in uno, massimo due clic. Meno click ci sono e più sarà facile convincere gli utenti a compiere l’azione che vogliamo ottenere dall’invio della email.

Chi contattare per assistenza? Se ho domande a cui non trovo risposta, se non riesco a procedere con l’ordine, posso contattare qualcuno via email o telefonicamente? E’ sempre importante dare dei riferimenti agli utenti che leggono le nostre email!

E se questa email non interessa al tuo utente? Fornisci il link per cancellarsi ma anche quello per “cambiare le preferenze”, ed indicare magari quali sono i prodotti o le categorie che interessano al tuo utente.

E tu quali consigli vuoi dare? Lascia il tuo consiglio oggi stesso su Monetizzando,

buon lavoro e buon email marketing online,

Valerio

Commenti Facebook

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close