Email Marketing

Come Costruire Una Lista di Indirizzi Email (List Building)

Come Costruire Una Lista di Indirizzi Email (List Building) – Tutto quello che dovresti sapere per creare una lista di indirizzi email di persone interessate all’argomento che tratti: acquisisci prospect, coltiva le relazioni, vendi i tuoi prodotti.

Se ancora non l’hai fatto, probabilmente dovresti aggiungere ai preferiti la sezione di Monetizzando.com dedicata all’email marketing e leggere i vari articoli che negli anni sono stati pubblicati sull’argomento. In questo articolo ci occuperemo esclusivamente del list building, ovvero della costruzione di una lista di indirizzi email, argomento che abbiamo già in qualche modo trattato nell’articolo “come creare un database di qualità tramite la lead generation“.

Perchè fare list building?

Il primo passo che devi fare è stabilire un obiettivo semplice e chiaro. Perchè vuoi acquisire indirizzi email? Forse per rimanere in contatto con i tuoi lettori? Per riuscire a comunicare con loro e non “lasciarli scappare” dopo la prima visita al tuo sito internet? Oppure perchè vuoi vendere qualcosa?

Supponiamo che tu abbia un blog generalista. Hai sentito dire che “è importante crearsi una newsletter, una lista di indirizzi email, una mailing list, un database”, e così hai creato il tuo database. Il tuo sito fa 3000 visitatori unici al giorno ed in un mese hai raccolto 10000 indirizzi email. Mandi la tua prima newsletter ma non sai di preciso cosa inserire, gli utenti la aprono ma non fanno nulla: cosa hai ottenuto?

Pianifica la tua strategia prima di costruire la tua lista.

Stabilisci alcuni punti fondamentali da comunicare a chi vorrà iscriversi alla tua newsletter, ed un piano editoriale per la tua newsletter, più in dettaglio:

  • Quali informazioni chiedere all’utente? Solo l’indirizzo email o anche gli argomenti preferiti? (Forse sarebbe meglio chiedere anche il nome, l’età e la città)
  • Quante email mandare? Forse una al giorno è troppa, meglio una la settimana o una al mese?
  • Cosa inserire nell’email: le migliori news pubblicate durante il mese (come per Monetizzando.com) oppure vendere qualcosa?
  • Come coinvolgere gli utenti? Potresti inserire una call to action che invita a lasciare un feedback sulla tua newsletter per “migliorarla”, magari gli utenti sono pronti proprio a dare il loro contributo per farti creare una lista di valore…

Offri qualcosa di gratuito?

C’è chi la chiama lead nurturing, si tratta della cura (o coltivazione) degli indirizzi email: offro contenuti e qualità/valore agli utenti per “scaldare” la lista e tenerla pronta ad acquistare il mio prodotto/servizio/infoprodotto/infoqualchecosa…

Offrire qualcosa di gratuito oggi non basta più. Gli utenti sono molto selettivi, e se non offri qualcosa di gratuito di valore probabilmente (sicuramente) la tua lista non percepirà il valore che puoi offrire, e, di conseguenza, non acquisterà, ecco perchè è importante pianificare una buona strategia per garantire il successo (e la funzionalità della tua mailing list)…

Come aumentare il numero di iscritti alla newsletter?

Hai già scelto i campi da chiedere in fase di iscrizione. Hai anche creato un piano editoriale per la tua newsletter, stabilendo numero di invii e contenuti. Hai creato un piano di lead nurturing per offrire contenuti di valore, sconti, bonus e informazioni utili ai tuoi iscritti. Ma come fare per aumentare il numero di iscritti?

Form iscrizione newsletter
Form iscrizione newsletter

Ci sono vari strumenti che ti possono aiutare, e qui di seguito ti elenco quelli che, solitamente, sono i più efficaci:

  • Offri un buono sconto. Deve essere un buono molto “appetitoso”. Oggi i “buoni sconto da 5 euro” non sono più ritenuti “così interessanti” dagli utenti da convincerli a “lasciare il loro indirizzo email”. Diverso invece se proponi un “buono sconto da 5 euro e spedizione gratuita per gli ordini sopra i 10 euro” (ad esempio), ma queste sono valutazioni che devi fare in base al prodotto/servizio/core business della tua azienda (o del tuo blog).
  • Offri un infoprodotto gratis (e di qualità): è uno dei modi più utilizzati. Un esempio classico? Lascia il tuo indirzzo email per ricevere questo “modulo per fare fatture/modello di piano editoriale/raccolta di articoli che ti spiegano come fare a…/raccolta di ricette da utilizzare in ogni occasione….
  • Un servizio gratuito di valore per gli iscritti: una rassegna, delle news in anteprima, una raccolta di strument, … qualcosa che “difficilmente si può reperire online o che semplifica il lavoro dell’utente” (perchè quel lavoro lo farai tu.

Prima di chiudere l’articolo, e lasciarti alle domande o ai suggerimenti per approfondire quest’articolo (e raccontare le tue best practices) voglio ricordarti un ultimo aspetto davveor importante per migliorare e far crescere la tua lista di indirizzi email

Dove inserire il form di iscrizione?

Meglio far comparire il box di iscrizione alla newsletter appena l’utente entra sul sito tramite pop up (ma se ancora non ti conosce perchè ti deve lasciare il suo indirizzo?!?) oppure inserirlo nella barra laterale del sito? Ti lascio alcuni spunti di riflessione sull’argomento:

  • Lanciare un pop up solamente quando l’utente abbandona il sito, invitandolo a “rimanere aggiornato tramite la tua newsletter”
  • Inserire il box di iscrizione alla fine dei tuoi articoli (nel caso di un blog): ha come controindicazione il fatto che, se tratti vari argomenti, gli utenti potrebbero ricevere news che non ritengono interessanti, a meno che non crei delle newsletter per ogni categoria/macro area del tuo sito
  • Inserire il box di iscrizione solo in sidebar ti farà perdere moltissimi iscritti (che magari nemmeno si accorgono di quel breve form)
  • Creare una landing page può essere molto efficace, specialmente se decidi di fare una piccola campagna pubblicitaria (su AdWords o Facebook Ads) per incrementare il numero di iscritti.

In questo articolo non ho volutamente trattato l’argomento acquisire indirizzi email acquistandoli, trovi diversi articoli all’interno di Monetizzando che trattano questo argomento.

Se hai trovato utile questo articolo ricorda di condividerlo sui social!

Commenti Facebook

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close