Viral Marketing

Marketing: Lego Festeggia 80 Anni Con Un Video Virale!

Marketing: Lego festeggia 80 anni con un video virale

Marketing Lego Festeggia 80 Anni Con un Video Virale!

Il 10 Agosto 2012 Lego carica sul suo canale YouTube un video. Si tratta di un cartone animato dal titolo abbastanza incisivo: The LEGO® Story. Il video ad oggi ha ottenuto già 3.149.049 visualizzazioni e 41,282 mi piace a fronte di soli 385 non mi piace.

E’ evidente che si tratta di un video virale. Ma come è possibile genereare un video così virale? Raccontando una storia vera che riessce a colpire nei sentimenti e nelle emozioni le persone che la guardano. La storia di una famiglia, di una persona che trasforma la sua piccola falegnameria in una grande azienda, non senza difficoltà…

A dire il vero la storia dei mattoncini Lego era già presente su internet, in una pagina Wikipedia (LEGO – Wikipedia) dove è raccontata tutta la storia di questo produttore di giocattoli danese Ole Kirk Christiansen, falegname di Billund che cerca sempre di guardare al futuro con ottimismo, e che sceglie il nome dei suoi mattoncini “per caso” o prendendo ispirazione da una lcuzione in lingua danese, “Leg Godt” (“gioca bene”).

Si parla dell’introduzione della plastica e la sostituzione dei giocattoli in legno con giocattoli in plastica e mattoncini di plastica. Viene raccontata l’evoluzione dei mattoncini più famosi al mondo, della crescita dell’azienda e di come l’azienda dovette superare momenti particolarmente difficili.

Un video di diciassette minuti che racconta tutta la storia Lego. Un video che ha fatto il giro del mondo e che è riuscito ad emozionare tutti i ragazzi, gli adulti ed i bambini che negli anni hanno giocato con i mattoncini più famosi al mondo…

Perchè LEGO decide di realizzare un video?

Hai presente la frase “un immagine vale più di mille parole?”. Ecco, pensa ad un video – cartone animato, che può essere guardato da adulti e bambini, e che in diciassette minuti, proprio come un cortometraggio, racconta una storia nei dettagli, con le buone notizie ed i colpi di scena…

E’ un pò come guardare un cartone animato alla sera con tutta la famiglia e per tutta la famiglia. Chi non vorrebbe guardare un cartone che non sia troppo lungo (e dura meno di venti minuti) con la famiglia, magari sul televisore o su un iPad?

Quale strumento di promozione migliore di YouTube? (da notare che il video si può guardare anche a 720p quindi in alta qualità)… Sono piccoli accorgimenti che Lego ha saputo adottare ed utilizzare a suo favore per avere una grande visibilità e chiaramente anche un grande ritorno di immagine (pensiamo quanto sarebbe costata una campagna pubblicitaria con un video per riassumere la storia LEGO e diamo nuovamente una occhiata al numero di visualizzazioni che ha ricevuto questo video)…

Come vedere il video?

Semplice, lo puoi vedere qui di seguito embeddato da YouTube:

Nel video si mostrano i viaggi di lavoro, le idee, le opinioni dei bambini (LEGO ha da sempre guardato come i bambini ed i ragazzi giocavano con i LEGO per capire come migliorare il prodotto, quindi grande attenzione all’utente finale), per poi arrivare all’idea di inserire un sistema all’interno dei LEGO per far giocare i bambini.

E così nascono le città LEGO ed uno dei segreti del fascino LEGO: non sono solo giocattoli, ma anche un sistema per giocare. A proposito del fascino lego, quest’estate, durante la mia vacanza in Galles ho trovato a Cardiff un LEGO Store… e chiaramente sono entrato per giocare un attimo con i LEGO!

Valerio Novelli e Lego Store Cardiff 2012

E come si vede in parte dall’immagine (escluso me in primo piano), ci sono persone di tutte le età che giocano con i mattoncini lego: bambini, bambine, ragazzi, ragazze, uomini e donne.

Secondo te qual è il segreto di questo video virale? L’avevi già visto? Lascia il tuo commento oggi stesso su Monetizzando.com!

Buon lavoro e buon guadagno on line,

Valerio

Commenti Facebook
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close