Guide Varie

Metodo Scrum: Migliorare la Produttività e Fare il Doppio in Metà del Tempo

Metodo Scrum: Migliorare la Produttività e Fare il Doppio in Metà del Tempo – Altro libro finito di leggere, quello di Jeff Sutherland dal titolo “Fare il doppio in metà del tempo e puntare al successo con il metodo Scrum“, ecco la mia recensione, buona lettura.

Tutti noi oggi siamo ossessionati dalla produttività: come fare ad ottimizzare i tempi, ad essere più produttivi e magari a ritagliarci un pò di tempo libero?

È davvero possibile imparare ad essere più efficienti ed efficaci al tempo stesso? Quali sono i segreti per gestire al meglio il proprio tempo ed ottenere più risultati?

Chi mi conosce sa bene che sono una persona molto attenta all’ottimizzazione del tempo ed alla produttività: cerco, costantemente, di migliorarmi e di essere più efficiente e più efficace, “fare il doppio in metà del tempo” e farlo bene (a proposito recentemente ho pubblicato anche la mia recensione di Una Cosa Sola – Gary Keller), ed il libro di cui parlo oggi è davvero molto interessante:

All’inizio del libro vengono riportati una serie di casi e situazioni di aziende che erano rimaste bloccate con progetti, attività e/o tasks e scartoffie che rallentavano l’intero processo produttivo: a seguire comincia l’effettiva spiegazione “in pratica” del metodo SCRUM, un framework agile che serve a gestire la gestione del ciclo di sviluppo di “qualsiasi cosa” (nato originariamente nel mondo dello sviluppo software, l’autore spiega come il Metodo Scrum possa essere utilizzato oggi con successo anche nelle scuole).

Come funziona il metodo Scrum?

Alla base di tutto c’è la trasparenza: tutte le persone che fanno parte dell’azienda o del gruppo di lavoro (ed i team work devono sempre essere “agili” e formati da un minimo di 3 ad un massimo di 9 membri) sanno esattamente in ogni momento come sta procedendo il progetto, tutti hanno a disposizione i dati dell’azienda più importanti ed hanno le informazioni che servono.

Gli aspetti significativi di tutto il processo devono sempre essere visibili ai responsabili del lavoro e la trasparenza richiede un linguaggio comune di riferimento condiviso da tutti i partecipanti.

L’Ispezione o l’analisi dei risultati ottenuti è un altro pilastro del Metodo SCRUM: analizzare ciò che si è fatto, come si può migliorare, quali sono i progressi realizzati e quali gli obiettivi raggiunti è di fondamentale importanza per velocizzare i risultati e raggiungere gli obiettivi in maniera efficiente ed efficace.

L’Adattamento è un altro pilastro importante: bisogna imparare ad adattarsi e ad innovare attraverso:

  • Gli Sprint e gli Sprint Planning Meeting
  • Il Daily Scrum (una riunione di soli 15 minuti fatta “in piedi” che permette di risolvere problematiche rapidamente)
  • Le Sprint Review
  • Le Sprint Retrospective

I progetti vanno divisi in blocchi rapidi di lavoro ed ogni task deve essere “utilizzabile” una volta completato: un team scrum è formato da Product OwnerDevelopment TeamScrum Master,  se vuoi approfondire l’argomento prima di comprare il libro puoi leggere la pagina dedicata allo Scrum su Wikipedia.

Nel libro si fanno riferimenti anche al Metodo Toyota e alla fine del libro c’è una interessante sezione che spiega come è possibile implementare Scrum.

Commenti Facebook

Ultimo aggiornamento 2018-04-26 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close