Consigli e DomandeInterviste

Monetizzando Intervista Giorgio Taverniti Forum GT

Intervista Gt Forum 2 ParteEcco a voi l’intervista (questa è la prima di tre parti) dedicata a Giorgio Taverniti, autore di Forum Gt, buona lettura!

Un saluto a tutti, io sono Giorgio Taverniti, il fondatore del Network Gt, ed oggi rispondo ad alcune domande di Valerio, di Nerverland.com Monetizzando.com 😉
Valerio mi ha chiesto una intervista ed ho il piacere di rispondere alle sue domande. Allora, vediamo con la prima. Mi dice:

1 – “Giorgio sappiamo tutti che sei uno dei maggiori elementi di spicco del web italiano, il tuo forum è visitato da un numero impressionante di persone. Quanto tempo hai impiegato per ottenere il tuo successo? Quali sono gli errori che hai fatto e che vedi fare più spesso da chi vuole aumentare il numero di visitatori?

Allora, per ottenere il successo è un pò difficile riuscire a stimare delle tempistiche, visto che non c’è un indice che ti dice “Oggi hai ottenuto, come lo chiama Valerio, il successo o meno”, si può dire hai raggiunto una buona visibilità, poi se fai successo, hai raggiunto tante visite o meno è un discorso molto difficile da effettuare soprattutto su internet.
Io dopo sei – otto mesi da quando il Forum Gt è stato attivato, ho incominciato ad avere parecchio traffico, quindi il mio tempo è sei – otto mesi, dove ho iniziato ad avere delle registrazioni importanti sul forum costantemente, nuovi messaggi e nuove discussioni giornalmente, dove si può dire che il forum ha iniziato a decollare.

Errori che ho fatto per aumentare il numero di visitatori non saprei, perchè tutto quello che oggi ho realizzato l’ho fatto sull’esperienza, ho vissuto tutto in live, costantemente, non ho analizzato sul traffico se ho fatto errori o meno, perchè il mio progetto era molto più vasto e non si limitava al numero di visitatori. Errori sul numero di visitatori che ho potuto commettere, forse, dopo quattro anni di esperienza posso dire non essere partito subito con un Vbullettin ottimizzato per i motori di ricerca (cioè con una buona piattaforma per forum). Son partito con il Phpbb non ottimizzato… Forse questo, dopo anni di esperienza, posso dire è stato un errore che ovviamente all’epoca era un pò difficile riuscire ad evitare. Sono stato uno dei primi a fare il modulo per php ottimizzato per i motori di ricerca.

Errori che vedo far spesso agli altri
– Partire con siti non ottimizzati per i motori di ricerca è uno degli errori che riscontro più spesso nei blog, ovviamente questo non è un errore che fanno i seo 😉

2 – Il tuo network è riuscito ad accaparrarsi un buon numero di utenti probabilmente grazie anche alla tua popolarità. Cosa ne pensi del futuro dei Social Network? Che progetti hai per il futuro del tuo Network?

Allora, Social Network in generale penso che nel 2009 vedremo due cose: Son convinto che si parlerà sempre di più di integrazione fra i vari social network (da un pò di mesi spingo questa idea sul forum), possibilità di avere video di youtube su sladeshare, mi aspetto una piattaforma globale che ci permetta di gestire tutti i nostri account nei vari Social Network.

Probabilmente alcuni Social Network si accorperanno, anche perchè con la crisi che sembra esserci, con tutta la ventata di negatività che può portare un messaggio del genere, forse ai social network non arriveranno più nuovi finanziatori. I Social Network mondiali grossi prendevano principalmente i loro introiti da finanziatori e si sono mantenuti grazie ai finanziamenti non grazie alle proprie pubblicità inserite all’ interno del social stesso. Se oggi si presenta una ventata di negatività gli investitori potrebbero diminuire e dunque alcuni social network dovrebbero cedere il passo.

Per il mio social network stiamo cercando di promuovere i contenuti che gli utenti inseriscono attraverso il motore di ricerca. Tutto ciò che si inserisce sul Network Gt rimane nel sottodominio personalizzato e arriva al motore di ricerca.

Finito questo aspetto spingerò molto per integrare tutti gli altri Social Network. La mia idea è usare Giorgio Tave per poi aggregare gli altri contenuti. Sicuramente non è un Social Network adatto a chi vuole mantenere nascosti i propri contenuti per ora. Non abbiamo questa funzione, crediamo che l’utente deve diventare consapevole di quello che scrive, per questo abbiamo approvato una politica totalmente diversa: Sa di essere visibile, deve pensare a ciò che scrive. Quando si fanno le cose con leggerezza pensando che sia privato, si scrive un pò come capita, invece nel Social GT i contenuti sono visibili nel motore di ricerca.

3 – Guadagnare online è uno degli obiettivi del 90% dei blogger. E’ sbagliato iniziare pensando di poter guadagnare perchè non si otterrà nulla, ancora in molti non lo vogliono capire, ma secondo te qual’è il momento giusto per cominciare a pensare di guadagnare online e come consiglieresti di cominciare a guadagnare?

Domanda molto interessante. Molti blogger famosi o visitati e letti dicono spesso che è sbagliato iniziare a pensare di guadagnare subito. Io sono convinto di questa cosa anche perchè credo sia fuorviante per chi inizia il percorso di blogger iniziare subito a pensare al guadagno. Ci sono delle esperienze che vanno vissute prima, il guadagno online dovrebbe cominciare dopo che si è pensato ad altri fattori.
Non esiste il momento giusto per guadagnare, ognuno ha il suo momento giusto per guadagnare. Ogni blog ha le sue caratteristiche ed ognuno deve valutare il momento giusto.

Quasi tutti iniziano con Google Adsense perchè è molto semplice e fornisce risultati pertinenti al contenuto del blog, per iniziare è un buono strumento.

Secondo me per quanto riguarda i blogger i contenuti aggiuntivi possono essere un ottimo strumento per guadagnare: guide, libri, video di approfondimento, …. In America c’è molto di più, io non sono un esperto del guadagno online dei blogger, lo vedo ma non vivendo quell’esperienza posso raccontarla da spettatore, non sicuramente dando i giusti consigli perchè io credo che su internet per poter dare dei consigli validi bisogna viverle le esperienze, sono le chicche di chi le ha vissute che fanno la differenza. Consiglio di cominciare con google Adsense.

Stavo per parlare delle affiliazioni quando leggo la quarta domanda…

4 – Cosa pensi delle affiliazioni? Possono essere il domani, o il pay per click continuerà ad imperare?

Esatto, un altro modo per guadagnare sono le affiliazioni. Ci possono essere affiliazioni adatte ai nostri contenuti e dunque si può guadagnare anche in questo modo. Poi quando il blog diventa esperto un altro modo è offrire consulenza e recensioni.

Secondo me le affiliazioni possono essere un valido strumento da utilizzare insieme al pay per click. Io credo che il web sia tutto da sviluppare e il pay per click, insieme alle affiliazioni, continueranno a crescere per molti anni…

5 – Google Adsense è la più grossa macchina di advertising online, quanto apprezzi google adsense e cosa non apprezzi di google adsense?

Io apprezzo tantissimo google adsense appunto perchè ha permesso a tante persone di avvicinarle al settore “Guadagno online”. Lo apprezzo sotto questo punto di vista, ha fatto storia, ha fatto la cultura di quello che è oggi il guadagno online attraverso vari modi. Adsense ha il merito di aver fatto la storia di quello che è oggi il guadagno online.

Cosa non apprezzo di Google Adsense? Guarda, tempo fa avrei detto “non riesco a capire pagina per pagina quanto guadagno, oggi l’hanno integrato con google analytics quindi questa cosa qui non posso più dirla”. Non apprezzo di Google Adsense la mancanza, per quanto riguarda l’Italia, una chiara indiciazione. Questa secondo me è metà colpa nostra che siamo un pò indietro (però ci stiamo muovendo, ho letto sul forum una risposta ufficiale dell’agenzia delle entrate ma era per chi non ha partita iva, non era completa ma specifica) e un pò è colpa anche di Google che ancora ha delle indicazioni abbastanza generali su quella che è la gestione economica di Google Adsense.

Penso comunque che stiamo per arrivare alla soluzione per quanto riguarda l’Italia. Penso un altro annetto e la situazione sarà molto più chiara.

Altra cosa che non apprezzo è il sistema che impostando adsense testuale e con immagini senza filtri, sembra si possa guadagnare di più che non magari riuscire a mettere adsense solo testuale mettendo filtri sui vari contenuti. Io mi sono ritrovato il forum pieno di visti per la Russia, cose molto fuori tema. Mi è stato consigliato di non toglierlo perchè sarebbero calati i guadagni, effettivamente l’ho tolto e i guadagni son diminuiti, quindi mi chiedo se non sia preferibile anche per Google puntare più su una strategia diversa che l’ha caratterizzato per tutta la sua staria (andare cioè sempre di più nello specifico).

6 – Qual’è l’errore che incontri più spesso quando visiti blog in rete? E quanto tempo dedichi al tuo sito ed al tuo forum giornalmente?

Dedico tutta la giornata al sito e al forum, a parte quando leggo gli altri, però anche leggendo gli altri faccio un interesse del mio in quanto mi aggiorno e poi vado sul forum a citare e quotare le cose che ho letto. Diciamo che dedico tutta la giornata al sito e al forum. Se invece intendi le ore, dipende, ma non sono mai meno di otto, anzi sono di più, posso stare anche dieci, dodici, tutta la giornata e dormo solo, dipende da cosa c’è da fare.

Gli errori che si trovano in rete sono tanti, ovviamente non sono errori classificabili, probabilmente sono mancate esperienze che il blogger non ha, un pò come tutti, perchè internet è relativamente nuovo, tutti stiamo facendo una grossissima esperienza imparando giorno dopo giorno, non so se sono errori o mancate esperienze, secondo me sono mancate esperienze.
L’errore che si incontra più più spesso è la non ottimizzazione del blog e poi, forse errore più grave, il progetto editoriale dietro un blog.
Vedo pochissimi blog almeno per quanta il settore SEO e Web Marketing di qualità; molte riprese di altre notizie e via dicendo, non citare le fonti, fare finta che alcuni siti non esistono, secondo me il progetto editoriale che manca, pochissimi blogger fanno articoli originali o di qualità. Questo manca in italia o perlomeno c’è poco, ed è anche colpa non solo della cultura blogger italiana, ma è anche colpa del divario economico che fa la differenza, e questo mi dispiace dirlo, per questo in alcuni settori siamo indietro.

In America fai un blog sul Web Marketing lo leggono tante persone, riesci a mantenerti con il guadagno, non devi dar conto a nessuno e metti tutto te stesso nel blog. In Italia fai un grandissimo blog di web marketing, non riesci a mantenerti, se non riesci a mantenerti devi fare altro, non riesci a curare il blog come vorresti e questo porta alla bassa qualità degli articoli del blog.

In America ci sono blog dedicati solo all’aumento della link popularity, in Italia è impensabile avere un blog del genere. Ci sono alcuni blog abbastanza buoni come (non è proprio un blog) Robin Good, che è una ottima risorsa; Tagliaerbe è un’altra ottima risorsa, ha anche guest post, riprende i migliori post americani, introduce, fa interviste, è un bel blog.
Tambu è dedicato solo a Google Analytics (Marco Cilia)…

7 – Quale consiglio ti sentiresti di dare ai blogger meno esperti? Quanto influisce la grafica sul comportamento dei visitatori?

Blogger meno esperti ne abbiamo appena parlato; piattaforma ottimizzata e progetto editoriale concreto dietro. Quanto influisce la grafica? Tantissimo: la grafica è tutto nel comportamento dei visitatori e nel successo di un blog e di un sito fa tanto. Il primo impatto è importantissimo. Alcuni blog hanno parlato del 40 – 50% del successo di un blog.
La grafica è secondo me importantissima per un progetto editoriale, oggi si è evoluta parecchio, ci sono zone ben precise che vanno sfruttate, ma anche il beneficio emotivo che si dà all’utente quando visita una pagina è importantissimo.

8 – I tuoi eventi sono sempre dei veri e propri successi. I tuoi convegni riscuotono sempre il consenso del pubblico. Qual’è il tuo segreto?

Si dice sempre quando si fanno queste domande “qual’è il tuo segreto”, la risposta è sempre non ci sono trucchi e non c’è nessun segreto magico che si svela e poi tutti gli altri progetti vanno bene perchè ho detto un trucco o un segreto.
Il punto fondamentale del consenso (secondo me) che io ho riscontrato è la linea editoriale del forum. La linea editoriale del forum è abbastanza particolare, la gente era incredula quando siamo partiti quattro anni fa: abbiamo creato un forum dove è possibile discutere di argomenti in modo tollerante, con rispetto verso gli altri, pacato, senza flame. Questo quattro anni fa era impensabile, e anche oggi è impensabile andare sui forum non notare gli utenti che si sbranano fra loro facendo flame. Il forum Gt si è distinto subito per questa linea editoriale, coinvolgendo le persone a condividere ciò che hanno acquisito nel corso della loro esperienza.
Secondo me questi due punti fondamentali hanno portato al successo anche degli eventi: le persone mi dicono “si respira la stessa aria del forum!”. Il terzo convegno GT ha avuto quasi 300 partecipanti.

Siamo severi nel far rispettare la linea editoriale del forum perchè secondo me è importante riuscire a mantenere quello che è Forum Gt. La Gente agli eventi riconosce ciò che abbiamo realizzato.

Se devo dare un consiglio per gli eventi è rispecchiare ciò che si è presentato perchè poi le persone si fidelizzano. Una cosa importante è riuscire a presentare a questi eventi contenuti di qualità. Gli GT Study Days hanno avuto un buon riscontro. Nonostante il periodo negativo abbiamo avuto una buon risposta nel convegno e anche i feedback che abbiamo ricevuto sono stati positivi. Riassumento:

1 – Feeling
2 – Contenuti

9 – Cosa consiglieresti ai lettori per fidelizzare gli utenti dei blog?

Ai blogger il mio consiglio per fidelizzare gli utenti è puntare sui contenuti: presentare articoli che i lettori del nostro blog non possono trovare in nessun altra parte di internet. Presentare qualcosa di originale. Quando un lettore si trova di fronte ad un articolo e si rende conto che quell’informazione non la trova da nessuna parte della rete, quello è un lettore che subito andrà a prendere il feed Rss e lo inserirà nel suo reader. In Italia manca questo: leggi 200 notizie e trovi spesso molte notizie già lette.

La strada per la fidelizzazione? La qualità dei contenuti. Scendere nello specifico. I contenuti di qualità sono contenuti secondo me introvabili da un’altra parte di internet: ad esempio questa intervista è introvabile perchè è unica: spero sia testuale, in video, in audio, un ebook. Dare fruibilità a quello che si dà. Fornire contenuti ma diamo la possibilità agli utenti di fruirli come loro sono abituati a farlo. C’è a chi piace leggere l’Rss, a chi il pdf, chi guarda i video, chi vuole venire sul blog.

(Intervista del 3 Marzo 2009)

Vuoi ricevere delle proposte esclusive? Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti Gratis Alla Newsletter di Monetizzando: Riceverai fra le 2 e le 4 e-mail al mese: Compila il form qui sotto!!!

Ricordati di iscriverti ai Feed di Monetizzando.com per non perdere nemmeno un articolo. Monetizzando.com è il primo punto di riferimento in Italia sul mondo del guadagno online, l’unico sito con articoli, notizie, recensioni e molto altro ancora sui migliori metodi per online, con un blog o semplicemente partecipando ai sondaggi. Se non l’hai ancora visitata visista la pagina “guadagna con i sondaggi” e scopri quanti sondaggi e concorsi attendibili ci sono online. Feedati di Monetizzando.com: è Gratis!

Commenti Facebook

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close