Content Marketing

Native Advertising e Content Marketing: Vantaggi per tutti?

Native Advertising e Content Marketing: Vantaggi per tutti? Il native advertising continua a riscuotere successo online, merito dei vantaggi e del ROI che offre alle aziende. Cerchiamo di capire quali sono i vantaggi del native advertising.

Content Marketing e Native Advertising vanno spesso a braccetto, e nel web, da qualche tempo a questa parte, non si fa altro che parlare di “annunci native” e di quanto questa sia “la pubblicità del futuro”.

Su Monetizzando.com® abbiamo parlato di Native in diversi articoli:

Native adv = Content marketing?

Il Content marketing è una delle parole chiave più cercate in Italia negli ultimi mesi: tutti i principali mercati del mondo oggi cercano informazioni sul content marketing perchè hanno capito che per creare engagement c’è bisogno di buoni contenuti contestualizzati rispetto ai siti che li ospitano: fondamentalmente bisogna raggiungere l’utente con il messaggio più attinente al suo target nel momento giusto.

Gli obiettivi che una buona campagna di native advertising dovrebbe porsi sono:

  • Creare fiducia nei confronti del brand e sviluppare la brand awareness
  • Sostenere le campagne classiche display
  • Incentivare le condivisioni sui social e le conversazioni
  • Migliorare il posizionamento SEO dell’attività all’interno dei motori di ricerca (Google per quanto riguarda il mercato italiano)

Trusted brand: chi sono?

I trusted brand sono quei brand, quelle aziende che si sono guadagnate la fiducia degli utenti. Per migliorare le conversioni e le vendite di un sito internet / di una azienda bisogna instaurare un rapporto di fiducia con gli utenti.

Le attività di content marketing / native advertising permettono di migliorare la credibilità e l’affidabilità di una azienda, non si tratta di creare contenuti a scopo promozionale, ma contenuti di qualità ricchi di informazioni rilevanti e pertinenti per gli utenti.

Risolvere i problemi degli utenti o mostrare come un prodotto / servizio può aiutare le persone ad ottimizzare i tempi e migliorare la propria qualità della vita.

Owned media ed Earned media: un connubio vincente?

Anche il sito aziendale deve essere curato. Il sito della tua azienda dovrebbe avere una sezione dedicata alle “notizie” e comunque ai contenuti (che dovrebbero essere originali e rilevanti) per il target di riferimento.

Tutte le attività fatte all’interno dei tuoi spazi (il tuo negozio, il tuo sito internet, …) sono le attività che rientrano nella categoria owned media, ovvero media proprietari.

Gli earned media sono invece tutti quei contenuti che vengono pubblicati da altri (ad esempio le recensioni positive sui nostri prodotti / servizi pubblicate da blogger o a seguito di attività di digital PR). Sono praticamente tutte le attività che non prevedono un costo per l’azienda (generalmente ai blogger vengono inviati sample / campioni da testare in cambio di recensioni) ed offrono un ritorno dell’investimento molto interessante.

Non dimentichiamo i Paid Media

Le attività paid sono tutte quelle attività che prevedono il pagamento di qualcuno che parli dela nostra azienda: fondamentalmente sono gli articoli sponsorizzati, che dovrebbero avere un contenuto differente rispetto a quello classico “promozionale” di prodotti e servizi dell’azienda.

I “contenuti sponsorizzati” o gli articoli “marchetta” dove si promuove a tutti i costi un prodotto/servizio, infatti, non vengono visti di buon occhio dagli utenti, che capiscono subito l'”inganno pubblicitario”: l’utente sà che quell’articolo è stato scritto dietro un compenso e non racconta nessuna esperienza reale, non soddisfa nessun “bisogno reale” e sopratutto non offre nessuna soluzione a nessun problema.

Ecco perchè, anche quando decidiamo di acquistare un articolo, o di fare native advertising, bisogna pianificare e creare una strategia di content marketing efficace.

Se hai trovato utile quest’articolo ricorda di condividerlo sui social,

buon lavoro e buon native advertising,

Valerio

P.s. hai dubbi? Domande? Bisogno di una consulenza? Contattami, oppure lascia un commento!

Commenti Facebook
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close