Pinterest

Pinterest For Business: I Consigli per usarlo al meglio

Le persone entrano quotidianamente su Pinterest per cercare foto di cose che amano, e le aziende giocano un ruolo fondamentale nell’aiutare gli utenti a soddisfare i propri interessi ed i propri gusti.

Cosa è un pin?

I pin sono una specie di mini preferiti, basta cliccare su un pin per vedere da dove viene quel pin. E’ possibile collezionare ed archiviare i pin in “boards” (letteralmente “tavole”). Ad esempio puoi creare una board “casa” una “primi piatti”, una “secondi piatti”, una “dolci”, …

Il ciclo dei pin

I tuoi contenuti possono avere vita all’interno di Pinterest perché le persone cercano e condividono le cose che più gli piacciono: Sara vede l’immagine di uno zaino ed entra sul sito dell’azienda per acquistarlo, poi a sua volta fa un pin come “zaino per avventure ed escursioni”. Alex vede questo pin mentre cerca degli zaini per escursioni e lo salva nella sua board “cose da acquistare”.

Janet a sua volta, che segue la board di Alex “cose da comprare” vede lo zaino nel suo feed in home page, clicca e magari lo acquista per lui e per lei. E il circolo continua così fra ricerca, salvataggio e clic sui pin che più le persone amano.

Come ottimizzare il profilo business su Pinterest?

Prima di tutto dovresti introdurre il tuo brand a tutti i “pinners” (utenti di Pinterest) creando una breve descrizione del profilo. Aggiungi anche una foto del profilo che aiuta gli utenti a riconoscerti. Pinterest raccomanda la dimensione 600 x 600.

A questo punto comincia a creare delle boards: mostra così la personalità ed il gusto del tuo brand creando le boards che ritieni più interessanti. Utilizza dei nomi e delle descrizioni che ti possano aiutare a spuntare all’interno delle ricerche, e non dimenticare di essere creativo.

Gli utenti di Pinterest (da ora in poi Pinners) possono seguire una o tutte le tue boards, ed una volta che lo fano vedranno tutti i Pins che aggiungi.

… E a questo punto comincia caricare i tuoi pins, ecco alcuni consigli pratici:

  • Aggiungi almeno un pin al giorno dimodochè i tuoi follower sapranno che regolarmente tu aggiungi dei contenuti e vedranno ogni giorno almeno un tuo contenuto sul loro news feed.
  • Condividi i tuoi prodotti o servizi ma non dimenticare anche di aggiungere pin da altre persone (facendo repin): fai in modo che il tuo profilo business sia un luogo piacevole da visitare ed interessante.
  • Utilizza descrizioni precise che ispirino gli utenti a salvare i tuoi pin sulle loro boards (ricorda che, fra l’altro, una buona descrizione aiuta anche nelle ricerche).

Altro strumento da non sottovalutare è il bottone Pin It, che ti permette, una volta aggiunto sul tuo sito, di far fare un pin in maniera semplice e veloce a tutti gli utenti che vedono un prodotto o qualcosa di loro interesse. Basta copiare e incollare un paio di righe di codice sul tuo sito.

Informa i tuoi contatti che sei su Pinterest! Ricorda di evidenziare la tua presenza su Pinterest tramite i canali social a tua disposizione, nel packaging dei prodotti, in pubblicità o nelle tue email. Alcune aziende ad esempio inseriscono i loro pin più visti all’interno del sito o del negozio online.

Controlla come va il tuo profilo con Pinterest Web Analytics

Con Pinterest Web Analytics puoi vedere esattamente quale tipo di pinners sta aggiungendo pin dal tuo sito internet e qual è il click through per esplorare al meglio il tuo sito. Queste statistiche ti aiutano a fare scelte sul merchandising, sullo sviluppo dei prodotti e sulla strategia per i tuoi prossimi pin.

Da queste statistiche puoi vedere:

  • Il numero di Pins che arrivano dal tuo sito;
  • Il traffico da Pinterest verso il tuo sito;
  • Il numero di persone che vede i tuoi Pin;
  • I contenuti più cliccati e più recenti dal tuo sito.

Prima di poter accedere a questi dati devi verificare il tuo sito internet, una volta verificato troverai un segno di spunta sul tuo profilo.

In pochi sanno che esistono anche i Rich Pins, sono dei Pins che hanno informazioni utili sul pin che gli utenti stanno guardando, ovvero, al loro interno è possibile trovare elementi come il prezzo, gli ingredienti o un titolo. Questi dettagli extra possono aiutare un pinner che magari vuole comprare un paio di acarpi o cucinare un piatto.

Se hai altri consigli o vuoi aggiungere qualcosa, come sempre, sei il benvenuto su monetizzando.com.

Questo articolo è liberamente tradotto dalla serie di email inviate da Pinterest agli account business.

Buon lavoro e buon social media marketing,

Valerio

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close