Guide Varie

Postepay e Pagamenti Sicuri Online? Luglio 2011

postepay e pagamenti sicuri onlineChi lavora su internet, o chi acquista su internet, molto probabilmente ha una carta postepay. Sono tantissime le carte postepay in circolazione in Italia e sono tantissimi gli utenti che posseggono addirittura più di una carta postepay, semplice, pratica e veloce per inviare/ricevere pagamenti ed essere al sicuro.

Sono carte ricaricabili chiamate in gergo “Carte di credito” (e sono vere carte di credito perchè non si può andare “a debito”), in giro per il web, i casi di Phishing sono stati tantissimi: smanettoni o cracker hanno infatti spesso copiato/clonato il sito delle poste e registrato i dati di login di migliaia di possessori di carte postepay (anche inviando delle eMail), forse è proprio per questo motivo, che Poste Italiane ha deciso di introdurre, per i pagamenti tramite il suo sito, un nuovo sistema di sicurezza.

Già da un paio di mesi a questa parte (dal 30 maggio 2011) appare agli utenti una comunicazione che avvisa che non sarà possibile effettuare pagamenti ed operazioni online se non recandosi presso un ufficio postale, ed io stesso già da qualche mese mi sono recato all’ufficio postale per abilitare la mia carta.

Oggi ho deciso di scrivere quest’articolo perchè è arrivata anche una lettera a casa, direttamente dalle poste, che avvisa che “per salvaguardare le tue transazioni con Carta Postepay, BancoPosta ha ideato per te un sistema innovativo che ti permette di eseguire con maggiore sicurezza le operazioni dispositive di ricarica Postepay, ricarica telefonica e pagamento bollettini effettuate con la tua Postepay sui siti di poste italiane“.

In sintesi come funziona?

Poste italiane ha pensato di collegare tutte le carte postepay ad un numero di cellulare, al quale verrà inviato, ogni volta che si preparerà o programmerà un pagamento, un codice denominato OTP (One Time Password), una vera e propria password usa e getta per effettuare i pagamenti online (procedura per la verità un pò macchinosa per chi effettua diverse transazioni online).

Per attivare il nuovo sistema occorre:

– Recarsi presso un ufficio postale (qualsiasi ufficio postale in città o paese ovviamente);

– Rilasciare presso l’Ufficio postale un numero di cellulare da associare alla Carta Postepay compilando i moduli appositi (lasciare un numero di cellulare che utilizziamo, ci servirà per procedere ai pagamenti online!);

– Abilitare la carta al nuovo sistema attraverso i siti di poste italiane tramite funzione “Abilita carta”: Accedi al sito delle poste, autenticati con nome utente e password, vai a “Servizi Postepay” poi “Sicurezza Web” e seleziona per l’appunto la funzione “Abilita la tua Carta Postepay”.

Questa procedura va effettuata per ogni carta postepay in nostro possesso (se vogliamo effettuare i pagamenti online con tutte le nostre carte postepay) e dal 30 maggio 2011 il nuovo sistema è automatico (ovvero al momento del rilascio bisogna fornire numero di telefono e poi procedere con l’abilitazione ai pagamenti online direttamente dal sito delle poste).

Cosa ne pensi di questa novità? Vuoi dire la tua?

Lascia un commento su Monetizzando.com, il punto di riferimento per chi vuole lavorare e guadagnare online,

Buon lavoro,

Valerio

Commenti Facebook

Related Articles

8 Comments

  1. Veramente io non ho abilitato niente ma su internet i pagamenti li faccio tranquillamente. Riguardo l’sms l’ ho abilitato on line senza andare alle poste e fare file…

  2. Ciao Buothz,
    Per noi di affiliationpartner è stato un bel problema il nuovo sistema di sicurezza delle poste. In primis, dovevamo pagare alcuni affiliati e siccome dovevamo abilitare la carta postepay, non abbiamo potuto pagare in tempo l’affiliato, ma tutto si è risolto con paypal ;-). Il secondo problema sorge proprio perchè ad ogni pagamento viene fornito un codice usa e getta e quindi è molto fastidioso seguire questa procedura per chi esegue molto pagamenti. Potevano integrare la funzione “Pagamento Cumulativo” per i commercianti e sarebbe stato ottimo! Altro problema, potevano fornire una chiavetta che hanno le banche “Come la chiavetta Okey del banco di napoli”, che fornisce un pin che è visualizzabile dal display della chiavetta senza intasare il cellulare di messaggi :D. Una cosa buona c’è, è quella che c’è naturalmente più sicurezza per le transazioni che effettuiamo online 😉

  3. Quello che non mi è chiaro è se il sistema dell’sms è valido SOLO per operazioni di ricarica postepay,telefoniche,bollettino ecc.. oppure anche quando si usa la postepay in siti diversi da poste,ad es. per effettuare pagamenti di merci in altri siti (tipo Ebay o qualunque altro sito che accetta come pagamento postepay o paypal a cui la carta puo’ essere associata).sapete darmi una risposta?grazie in anticipo!

    1. Marco il sistema è valido, bisogna capire come si usa la carta. Se ad esempio paghi un utente su ebay che comunque è poco affidabile potresti rischiare di perdere i soldi, mentre se paghi con la postepay tramite paypal, ad esempio, hai più garanzie!

  4. Non è stata data la risposta all’utente. Abbiamo capito che “il sistema è valido” ma se voglio pagare tramite Paypal o registrando la carta su un sito posso farlo anche senza dare il mio numero di cellulare alle Poste?
    E’ ovvio che se voglio fare una disposizione SUI SITI DELLE POSTE devo aver dato il mio numero di telefono, ma qua si chiede se è necessario se voglio operare su altri siti esterni…

    1. Buongiorno Marcello, capirai bene che non sono un commesso delle poste o un direttore di filiale e non sò rispondere a tutto, spero comunque che nei commenti si riescano a trovare ulteriori informazioni utili oltre quelle fornite nell’articolo.

      “A naso” ritengo che se registri la carta su paypal non hai bisogno di fornire il tuo numero di telefono, non ho però la certezza di quanto sto scrivendo.

      Ritengo che effettivamente se paghi online tramite il sito delle poste hai la necessità di inserire il numero di telefono, ma se paghi tramite un altro sito o registri la carta su un altro sito non c’è motivo di inserire il tuo numero di telefono. Se hai novità aggiornaci,

      buon lavoro,

      Valerio.

  5. In caso di truffa con postepay non sei tutelato perchè è visa electron. Se usate una normale carta di credito a saldo (es: Visa Cartasì ) in caso di truffa, con denuncia alla mano potete richiedere il chargeback all’emittente(Visa) che al 90% vi rimborsa (esperienza personale). Non potete farlo con postepay. Le ricaricabili sembrano più economiche ma c’è il trucco….. non sei protetto se il venditore non ti spedisce la merce… occhio

  6. Riguardo a paypal c’è anche li il trucco. Ti rimborsa, sempre se hai ragione, se riesce a prendere i soldi dal venditore (leggere condizione protez. acquirenti sul sito). Secondo voi se uno vi vuol fregare es 1000 eur , appena gli arrivano sul conto paypal aspetta che voi gli apriate una contestazione o li sposta subito…. a voi la risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close