Advertising

Programmatic Advertising: 5 Previsioni Per il 2015?

Il programmatic advertising sta trainando il mercato della pubblicità digitale. Sempre più aziende investono in programmatic buying. Prima della chiusura di questo 2014, cerchiamo di analizzare quali sono i trend di mercato e le previsioni per l’anno che verrà.

Il Data Driven Marketing: se ne parla ancora poco in Italia, ma sicuramente prenderà sempre più piede in Italia. Si tratta di un approccio analitico dei dati che permette di valutare le decisioni migliori per i clienti, offrendo così soluzioni e creatività ad hoc a seconda dell’utente che visualizza il nostro messaggio pubblicitario. Le tecnologie oggi a disposizione (ancora poco sfruttate) consentono infatti di creare campagne pubblicitarie e raccontare storie che interessano gli utenti.

Anche la TV si sposterà verso il Programmatic: pare sia in arrivo l’Audience Driven, pare che anche nel mondo della televisione sarà possibile integrare la tecnologia programmatica per investire su segmenti di pubblico precisi: gli inserzionisti potranno inoltre pianificare ed acquistare in modo più preciso ed efficace impressions/visualizzazioni per le loro campagne pubblicitarie.

Investi in Programmatic? Migliori il tuo ROI! Secondo alcune previsioni di Magna Global gli investimenti in programmatic miglioreranno il ROI delle aziende.

Editori e Publisher pronti ad adottare il programmatic? I grossi editori del web sono sempre più propensi ad adottare soluzioni e piattaforme programmatiche per massimizzare i ricavi delle proprie properties. C’è già chi pensa di integrare soluzioni di retargeting ed estensione dell’audience per migliorare l’efficacia delle campagne pubblicitarie sui propri vertical e sulle proprie properties, il mondo della pubblicità online è pronto a cambiare, di nuovo.

Brand alla ricerca di dati proprietari. Basta acquistare dati, meglio acquisirli proprio dal traffico proveniente sul proprio sito, ovvero meglio raccogliere questi dati per poi sfruttare piattaforme di data management per elaborare in maniera automatizzata questi dati. I trading desk cominciano a stare stretti a grosse aziende, e così sarà molto alta la probabilità he le aziende comincino a chiedere informazioni a fornitori e clienti.

E tu cosa ne pensi? Dì la tua in un commento oggi stesso, su Monetizzando.com – Comunicazione digitale.

Commenti Facebook
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close