Affiliazioni

Programmi di Affiliazione: Debug

Programmi di Affiliazione: Debug è un articolo in cui cerchiamo di fare il punto della situazione sui tipici problemi dell’affiliato, ovvero le problematiche e le questioni spinose con cui ci si trova a convivere quando si lavora da affiliato con i network di affiliazione, con le affiliazioni dirette e con le affiliazioni online in genere.

In questo articolo vogliamo analizzare i principali problemi dei programmi di affiliazione online, buona lettura.

La prima domanda che ci si pone, quando ci si comincia ad avvicinare al mondo delle affiliazioni, è solitamente la seguente: è davvero possibile guadagnare con le affiliazioni su internet?

La risposta, secca, che ho dato più volte all’interno di Monetizzando.com è: sì, è possibile lavorare e guadagnare con le affiliazioni (anche bene), ma bisogna saper scegliere e conoscere il settore nel quale operiamo (a tal proposito, probabilmente, ti tornerà utile leggere l’articolo “Come guadagno più di 100 euro al mese con un solo post e le affiliazioni“).

In questo articolo invece cerco di elencare quelle che sono le problematiche dell’affiliato tipo che lavora con uno o più network di affiliazione contemporaneamente, se vuoi aggiungere altre “problematiche tipo” non ti resta che lasciare un commento a fine articolo.

Le vendite/leads non vengono conteggiate/approvate

Il problema principale, a mio avviso, del mondo delle affiliazioni online, è la verifica delle leads e dei sales.

Premesso che, teoricamente, gli affiliati, dovrebbero operare in maniera etica e trasparente senza utilizzare trucchi e stratagemmi per incrementare leads e sales (dal più banale “far iscrivere gli amici” ai più complicati bot che permettono di effettuare registrazioni multiple, passando per i mille metodi sporchi per guadagnare in maniera illegale con le affiliazioni), cerchiamo di capire qual è il problema della verifica leads/sales.

Ogni mese, il network di affiliazione, si ritrova a dover dare conto dei leads/sales generati dagli affiliati per la campagna del merchant. Chiaramente, il merchant, si ritrova con contatti (leads) validi e contatti che risultano palesemente falsi (ad esempio l’utente che chiede un finanziamento e si chiama “Paolino Paperino” con email “paolinopaperino@voglioguadagnaregiocandosporco.it”).

I leads falsi vengono bocciati (o non approvati), con conseguente frustrazione dell’affiliato che magari pensava di aver generato 100 leads ed invece ne ha generati buoni 60/70.

Se lavori con i network di affiliazione devi tenere in considerazione una percentuale di leads/sales non approvati, è fisiologico. Se poi operi in maniera sporca, cercando di fregare il sistema/network di affiliazione, non solo devi aspettarti leads non approvati, ma preparati anche ad un potenziale ban dal network di affiliazione (sì, non solo Google AdSense, ma anche i Network di affiliazione bannano gli affiliati che non rispettano le regole).

Cookie: durata, sovrascrittura, mancato tracciamento

Ancora una volta è fisiologico aspettarsi alcune leads/sales non conteggiate, può capitare, ma il problema che invece andrebbe risolto e regolamentato è sicuramente quello relatio ai Cookie (ti consiglio di leggere “Cosa sono i Cookie – Garante per la privacy“).

La maggior parte delle campagne presenti sui network di affiliazione vengono tracciate tramite l’utilizzo di cookie, l’altro sistema di tracciamento disponibile è quello in sessione. Se un utente però elimina i cookie dal proprio browser o usa la navigazione anonima, chiaramente queste vendite/leads non verranno mai conteggiate/tracciate.

Ecco perchè, a mio avviso, la soluzione migliore è quella di cercare di promuovere sempre campagne che hanno una durata dei cookie molto lunga ed evitare chiaramente le campagne che non sfruttano i cookie per tracciare le vendite.

Last cookie win? Questa pratica, ormai consolidata da tutti i network di affiliazione, in sostanza dice che la vendita (sales) o lead (contatto) viene assegnata all’ultimo cookie registrato sul sito del cliente/contatto. Se ad esempio io inserisco un link in un articolo che punta ad una affiliazione e successivamente un utente si trova un banner in remarketing o una DEM e clicca su queste, il lead/sale verrà assegnato non a me ma a chi gestiva la campagna di remarketing o la campagna DEM.

Il “Mancato pagamento”…

Altro tasto dolente è quello dei mancati pagamenti da parte delle affiliazioni. E’ piuttosto frequente, anche con grandi network di affiliazione, leggere frasi e commenti come “hey, aspetto il mio pagamento da aprile, siamo a gennaio del nuovo anno, ma cosa aspettate?”

E’ vero, lato affiliato (ed anche io sono un affiliato) è assolutamente frustrante attendere mesi e mesi per ricevere le commisioni che abbiamo generato (e che quindi sono già state approvate), ma dobbiamo tenere a mente che il network di affiliazione non è altro che un tramite fra merchant e publisher, e i network di affiliazione hanno deciso che se il merchant non paga le fatture (o le paga in ritardo), neanche l’affiliato verrà pagato (o verrà pagato in ritardo).

Inutile dire che, teoricamente, l’affiliazione dovrebbe essere un garante per l’affiliato, perchè spesso le affiliazioni non si prendono molto cura di questo aspetto. Per ovviare a questo problema l’unica soluzione valida, a mio avviso, è quella di fare dei test con i vari merchant e cercare di capire i termini di pagamento ed i tempi di pagamento: su alcuni network viene indicato mediamente quanto tempo passa per l’approvazione/pagamento delle commissioni, in base a quello puoi essere tu a decidere con chi lavorare e con chi no.

Commissioni troppo basse

Alcuni affiliati lamentano, per determinate campagne, commissioni troppo basse (a proposito, ti consiglio di verificare le campagne in affiliazione su più network, spesso infatti alcuni network hanno payout più alti rispetto ad altri). Anche in questo caso il mio consiglio è quello di lavorare con i merchant e le campagne che ci soddisfano anche in termini di payout, le altre basta ignorarle.

In una situazione ideale, se tutti gli affiliati ed i proprietari di siti internet ignorassero le campagne che pagano troppo poco, i merchant si troverebbero costretti, per avere visibilità, ad aggiornare le proprie campagne con payout più alti.

Campagne che scadono e link non più attivi

Questo è un grandissimo problema della maggior parte dei network di affiliazione. Esistono campagne pubblicitarie in affiliazione che potremmo definire “storiche” e campagne invece che terminano. Teoricamente, una volta terminata la campagna, l’affiliato dovrebbe sostituire o rimuovere il link dai propri contenuti che rimandano a quella determinata campagna.

Se questa operazione si può ritenere semplice per un piccolo sito che promuove poche campagne, diventa assolutamente ingestibile con siti di medie e grandi dimensioni. Qui la soluzione potrebbe essersi quella di dotarsi di un plugin che verifica e segnala i link rotti (ma alcune affiliazioni fanno dei redirect 301 che puntano su altre campagne, a volte assegnando le commissioni agli affiliati ed altre volte no….).

Se hai trovato utile quest’articolo ricorda di condividerlo sui social ed iscriverti gratuitamente alla nostra newsletter.

Buon lavoro con le affiliazioni online,

Valerio

Commenti Facebook

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. Salve, mi sono sempre chiesto, quali sono i tipi di controllo che vengono fatti dai network di affiliazione riguardo alla qualità dei lead? Tecnicamente quando si parla di traffico fraudolento?

    1. Cioa Giovanni, grazie per il commento. I controlli che vengono fatti sono molteplici, giusto per citarne alcuni relativi ai leads:

      – Informazioni inserite nei campi del form (indirizzi email tipo paolinopaperino@cosavuoi.it);
      – Sorgente del traffico (potrebbero essere leads generati da bot con dati reali e traffico inesistente);
      – Problemi successivi al primo invio (bounce delle email perchè non più disponibili/errate/piene

      Questi sono solo alcuni dei controlli che possono essere fatti 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close