Mobile Advertising

Pubblicità Mobile: AdMob Cosa è?

Cosa è google admob pubblicità mobileNon si fa altro che parlare di Mobile, e del Mobile Advertising, che comunque, ancora, non ha preso piede o perlomeno non ha ancora attecchito per come avrebbe dovuto (è solo questione di tempo comunque)…

E moltissimi esperti del settore non sanno nemmeno che Google ha creato un sistema per la pubblicità all’interno dei cellulari e degli smartphones, AdMob: soluzioni per la pubblicità mobile e la monetizzazione dal nome più riconosciuto ed affidabile nel campo della pubblicità mobile, vale a dire google.

Sono presenti soluzioni per inserzionisti che vogliono diffondere il loro marchio e acquisire nuovi clienti dalla pubblicità sui cellulari, soluzioni per agenzie che vogliono estendere le loro campagne pubblicitarie anche al mobile; soluzioni per gli sviluppatori di applicazioni che vogliono inserire admob come piattaforma di distribuzione e monetizzazione (magari sulle loro app gratuite) e soluzioni per i proprietari di siti web in versione mobile che possono guadagnare pubblicando le inserzioni dei “merchant”.

A questo punto sono entrato nella pagina dedicata ai proprietari di siti web in versione mobile, anche per capire se per esempio chi utilizza wordpress con il plugin wp-touch, che trasforma la versione del sito in versione mobile, possa usufruire di questa ulteriore risorsa per guadagnare e lavorare online.

Admob ha un algoritmo avanzato di selezione delle inserzioni che permette, così come per Google Adsense, di contestualizzare la pubblicità ed ottimizzare i ricavi, l’installazione è semplice, sono visualizzate solo le inserzioni più rilevanti ed i pagamenti sono rapidissimi (con diverse opzioni di pagamento), inoltre ci sono opzioni per investire i guadagni in pubblicità per far poi crescere la propria attività.

Inserire gli annunci è davvero semplice, e si può fare anche non avendo wordpress o un plugin per wordpress che crea una versione mobile del sito: basta infatti inserire nella pagina del sito il codice che si genera con admob per inserire automaticamente i “banner” pubblicitari all’interno del sito.

Uno strumento quindi da non sottovalutare e da sfruttare moltissimo, anche se, bisognerebbe capire a questo punto se, inserendo i banner nella versione normale del sito (verranno comunque visualizzati solo se collegati da un cellulare), il sito ne subisca penalizzazioni o magari venga visto completamente come versione mobile.

Ovviamente se vuoi dire la tua puoi farlo, qui su Monetizzando, con un commento, cerchiamo di capire insieme come sfruttare il canale del mobile advertising al meglio!

Commenti Facebook
Tags

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. Non mi è chiara la differenza tra AdMob e Adsense. Voglio dire che anche con adesense si possono ottenere unità di annunci per i siti in versione mobile. Tra l’altro ottieni un codice che puoi poi inserire con il plug-in wp-touch. Gisto? Almeno è così che io faccio. A questo punto cos’è più conveniente scegliere?
    Grazie

    1. Sonia, AdMob è stato sviluppato esclusivamente per i cellulari e per i device mobile. Se ad esempio hai un app devi sfruttare AdMob e non Adsense (anche perchè non puoi inserire se non sbaglio adsense nelle applicazioni per device mobile).

      Vedremo l’evolversi di AdMob di Google quanto prima 😉 Resta sintonizzata su Monetizzando!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close