Banner e News

Pubblicità o Adv: 2014 nel segno della Videocomunicazione

Pare, dagli ultimi dati statistici rivelati anche da Assocom, che mentre per stampa, cinema e radio ancora una volta la raccolta pubblicitaria nel 2014 non stia andando molto bene (tutti e tre i media hanno registrato un dato negativo), a registrare un dato positivo troviamo la televisione (con un +1%) e web (con +5,7%).

Pare che il 2014 sia l’anno della “videocomunicazione” e degli spot pubblicitari: se un tempo infatti entrare con uno spot pubblicitario in televisione per molti poteva risultare proibitivo, oggi, grazie al web, creare una campagna pubblicitaria è molto più accessibile anche per le piccole e medie aziende.

Ad oggi inoltre, nel mondo web, districarsi fra campagne pubblicitarie in affiliazione, a performance, a cpm, fra buzz e social media marketing, fra siti verticali e advertising mirato, non è affatto semplice, sebbene per il 61%, secondo i dati di AssoCom, il mondo della pubblicità online ruota intorno al search advertising ed alla display adv (il 39% invece va diviso fra social, programmatic, video e mobile).

Si parla, a proposito di programmatic buying, di una crescita a tre cifre per il 2014, è lui infatti, insieme al video advertising, a fare da traino per il settore: il programmatic viene considerato oggi da molti un vero e proprio sistema rivoluzionario per la comunicazione pubblicitaria, che sarà sempre più incentrata intorno al consumatore.

  • Programmatic
  • Mobile
  • Social
  • Video

Sono i quattro comparti su cui oggi si punta. E per i proprietari di siti internet? Beh, loro sono sempre alla ricerca di ottimizzare e massimizzare i guadagni, magari senza utilizzare troppe piattaforme e senza disturbare l’utente con decine di banner troppo “intrusivi” e “fastidiosi”.

I dati di PwC invece segnalano che entro quattro anni il web potrebbe superare anche la tv, divenendo il principale media: entro il 2018 pare che la crescita YoY sarà del 12,2%, segno che la pubblicità online è pronta a superare il budget che oggi è affidato alla tv.

Interessante inoltre notare che dalle ultime rilevazioni è emerso che l’audience online da pc in una giornata media si attesta intorno ai 12,6 milioni di utenti, che si collegano per almeno 1 ora e 10 minuti circa, con una maggiore concentrazione nelle fasce orarie 15 – 18 e 18- 21.

Guadagnare online è più facile oggi rispetto a qualche anno fa?

Probabilmente, se hai un buon portale verticale con molto traffico, guadagnare online oggi e monetizzare gli spazi può essere più facile (hai più potere contrattuale), se invece hai un piccolo sito internet, riuscire a spuntare e monetizzare al meglio non è da considerare un gioco da ragazzi…

E tu cosa ne pensi? Dì la tua su monetizzando.com, o condividi sui social quest’articolo!

Commenti Facebook

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close