Campagne Pubblicitarie

Pubblicità Online: Meglio AdWords o le Affiliazioni?

Pubblicità Online: Meglio AdWords o le Affiliazioni? In questo articolo spieghiamo perchè online è sempre meglio pianificare una strategia multicanale per la propria campagna pubblicitaria ed affidarsi ad esperti per la gestione del proprio budget in online advertising piuttosto che praticare il “Fai da te”.

Ciao Valerio, ho una domanda per te: voglio investire in pubblicità online e sono indeciso se pianificare su Google Adwords o tramite le Affiliazioni di cui tu stesso parli spesso, cosa mi consigli?

Questa è la domanda che un utente mi ha fatto qualche giorno fa tramite email, e dalla quale prendo spunto per scrivere questo interessante articolo su Monetizzando.com, ma prima di cominciare voglio segnalare subito un paio di articoli pubblicati nei giorni scorsi su Monetizzando.com:

Elencare questi articoli ti permetterà di approfondire una serie di argomenti correlati ed interessanti che ti permetteranno di avere un quadro completo sul mondo “AdWords”.

La prima risposta dunque che voglio dare a Antonello, che mi ha fatto questa domanda, è che la scelta di un sistema non deve precludere l’utilizzo dell’altro sistema, entrambe infatti sono soluzioni valide, ma vanno valutate “caso per caso”.

Veniamo più nel dettaglio e cerchiamo di capire quando conviene utilizzare le affiliazioni, quando conviene utilizzare AdWords e quando invece entrambe le soluzioni.

Cerco visibilità e traffico immediato sul mio sito

Se stai cercando visibilità e traffico verso il tuo sito internet, ma non sei interessato alle conversioni, probabilmente dovresti rivedere la tua strategia e capire prima di tutto qual è l’obiettivo del tuo sito: fare visite non interessate o poco targhettizzate non porterà contatti utili e di conseguenza arriverà il momento in cui “sospenderai la campagna perchè non potrai più versare budget”.

La soluzione migliore, per chi cerca traffico verso il proprio sito internet, probabilmente è investire in Google AdWords (o volendo anche in Facebook Ads, ad oggi più economico, forse, di AdWords), ma non è il modo corretto di operare.

Cerco risultati e conversioni (vendite – contatti): voglio pagare solo per i contatti/vendite

In questo caso la soluzione migliore è sicuramente l’affiliazione: potrai creare una campagna CPL, CPS o mista (CPL + CPS), potrai verificare i leads o le vendite generate, scartare i fake e quindi pagare l’affiliato che ti porterà risultati.

Il mondo delle affiliazioni, però, nasconde una serie di insidie che a mio avviso vanno valutate in fase di pianificazione della campagna, e, più in dettaglio, dovresti valutare:

  • Quante persone / siti possono promuovere la tua campagna
  • Quale network scegliere
  • Quale commissione dare all’affiliato (che è sicuramente incentivato da commissioni più alte)
  • Cosa stanno facendo i tuoi competitor (sono già in affiliazione? Con quali payout? Che tipologia di campagne?)
  • Dove fare atterrare gli utenti che cliccano sulla tua campagna (questo vale anche per la campagna AdWords) – a tal proposito ti consiglio di leggere Come realizzare una landing page efficace
  • Scegli i proprietari di blog e siti internet da contattare per promuovere la tua campagna

Quando la tua campagna è troppo di nicchia

Come Merchant Manager ed Affiliate Manager mi è capitato di vedere campagne in affiliazione che non venivano promosse e non convertivano. Queste campagne magari erano troppo “verticali/settoriali” e poco “accattivanti/remunerative”, di conseguenza gli affiliati non le guardavano e non le inserivano sui propri siti/blog.

Come fare per far promuovere queste campagne? La soluzione migliore, a mio avviso, è creare una strategia di content marketing ed inbound marketing prima di tutto sul sito dell’azienda, armonizzata con una selezione accurata di quelli che possono essere i siti di riferimento e che quindi possono essere contattati o per avviare una collaborazione diretta o per promuovere la propria affiliazione.

Conosco pochissimi merchant/inserzionisti che lavorano con le affiliazioni e si prendono la briga di contattare quelli che sono i siti più influenti del settore per proporre la propria campagna, e non c’è niente di più sbagliato: bisogna incentivare gli affiliati a promuovere le campagne, consigliandoli non solo su cosa promuovere, ma anche come promuovere una campagna.

Quando gestisci autonomamente la tua campagna su Google Adwords

Google AdWords è uno strumento incredibile per promuoversi: conosco piccole realtà che hanno creato in autonomia la propria campagna e sono riuscite a portare risultati incredibili e crescita di fatturato.

Questo è più facile quando l’azienda ha molto tempo a disposizione da investire in formazione personale e, contestualmente, la nicchia nella quale opera non è particolarmente competitiva. Se ci si scontra invece con nicchie competitive, gestire in autonomia una campagna su Google AdWords può rivelarsi davvero frustrante e pericoloso, in quanto ci si può ritrovare a spendere moltissimo per acquistare parole chiave che magari portano traffico ma non conversioni.

E tu hai altre domande? Vuoi dire la tua? Lascia un commento oppure condividi l’articolo sui social, e ricorda di iscriverti, gratuitamente, alla newsletter di Monetizzando.com.

Hai bisogno di una consulenza o di qualcuno che gestisca la tua campagna pubblicitaria? Contattami!

Buon lavoro e buon web marketing,

Valerio

Commenti Facebook

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close