Marketing

Quando nasce il Guerrilla Marketing?

Si fa presto a dire “guerrilla marketing”, ma come nasce e perchè?

erano gli anni ’80 quando J.C. Levinson mette in piedi (forse senza volerlo) una strategia di comunicazione che diventerà poi la base del guerrilla marketing: veicolare una strategia di comunicazione in maniera originale, con lo scopo di catturare l’attenzione del pubblico e generare la massima visibilità con il minimo sforzo (o meglio con un investimento il più basso possibile in termini di risorse).

Il termine guerrilla è infatti utilizzato facendo riferimento agli eserciti che sono in inferiorità numerica e si presentano al nemico in maniera improvvisa, sorprendendolo e mettendo in atto azioni rapide ed inaspettate.

Alcune tecniche utilizzate dal guerrilla marketing sono sicuramente:

  • La realizzazione di un sito fake: lo scopo è semplicemente quello di generare curiosità negli utenti;
  • La twisted protest: far finta che si stiano compiendo risse all’interno di un punto vendita per stimolare la condivisione e la realizzazione di foto/video ad esempio;
  • Graffiti e body rental: noleggio del corpo o iniziative singolari;
  • Stickering: posizionare adesivi in luoghi strategici per comunicare un messaggio o generare curiosità

E tu, vuoi aggiungere altre informazioni sul guerrilla marketing? Lascia il tuo commento o contattami per approfondire quest’argomento su Monetizzando.com, oppure condividi quest’articolo sui social!

Buon lavoro e buon web marketing,

Valerio

Commenti Facebook

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close