Corsi Libri e Formazione

Recensione Partire dal Perché, Simon Sinek

Recensione Partire dal Perché, Simon Sinek – Nell’articolo di oggi mi dedico alla recensione dell’ultimo libro che ho appena finito di leggere, il libro di Simon Sinek “Partire dal Perché, come tutti i grandi leader sanno ispirare collaboratori e clienti”, buona lettura.

Sicuramente, quello scritto da Simon Sinek, è un libro molto interessante che ogni imprenditore, blogger o persona che vuole crescere e migliorarsi dovrebbe leggere.

Il libro infatti, disponibile su Amazon (è proprio su Amazon che io stesso l’ho comprato, puoi visitare la pagina cliccando su www.amazon.it/simon-sinek-partire-dal-perche) spiega perché le aziende di successo hanno successo e come i grandi leader riescono ad ispirare collaboratori e clienti.

Partendo dal concetto che le manipolazioni del mondo del marketing hanno un effetto molto blando, anche se spesso funzionano (fra le manipolazioni più efficaci c’è sicuramente quella del prezzo più basso, che porta ad una guerra che farà abbassare sempre di più i prezzi fino a non avere praticamente margini di guadagno), e che le vere aziende di successo sono quelle che non partono da un come o da un che cosa, ma da un perché chiaro e preciso.

Sono le persone che formano le aziende, e, analizzando alcuni casi di successo (fra cui quello della Apple, che viene riportato spesso come esempio), viene mostrato come, le aziende di successo sono quelle che sono partite da un perché chiaro, forte e preciso.

Certo, una buona campagna pubblicitaria, un buon piano marketing o una buona pianificazione, o dei buoni prodotti daranno sicuramente dei risultati, ma non riusciranno ad arrivare al sistema limbico delle persone, e colpiranno solamente la ragione.

Partendo dal perché, invece, una persona, una azienda o una impresa può davvero fare la differenza e differenziarsi dalla concorrenza, non solo perché ha il “prodotto migliore” o il “prezzo più basso”, ma perché la motivazione, da cui tutto parte, è diversa, e le persone possono rispecchiarsi in quel perché, proprio come accade per i fan della Harley Davidson, della Apple o della Southwest Airlines.

E così il leader, allo stesso tempo, richiede una sola cosa: avere dei seguaci. Ma un seguace è disposto a seguirci non per dovere e non in seguito ad incentivi o minacce, un seguace ci segue perché lo vuole lui.

La leadership richiede due cose: la visione di un mondo che ancora non esiste e la capacità di comunicarla. I leader non partono mai dalle cose da fare, partono spiegando perché devono essere fatte. I leader ispirano ad agire.

Per concludere questa recensione, di questo libro che consiglio di leggere (se vuoi puoi comprarlo tramite il mio link amazon cliccando qui), ti lascio con una riflessione che ho molto apprezzato di questo libro:

Che cosa succederebbe se ogni giorno andassimo a lavorare con il solo obiettivo di essere migliori di noi stessi? … Quando una azienda ti chiede “perché dovrei fare affari con te?” prova a pensare ad una risposta del tipo: “Perché oggi lavoro meglio di sei mesi fa. E fra sei mesi lavorerò meglio di oggi. Perché ogni giorno, quando mi sveglio, so perché vengo a lavorare, e vengo a lavorare per ispirare le persone a fare cose capaci di ispirarle…

Se questa recensione ti è piaciuta metti un mi piace, condividila su facebook, oppure lascia il tuo commento, se anche tu hai letto il libro di Simon Sinek.

Commenti Facebook

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close