SEO e Indicizzazione

Revisione dei Contenuti di un Blog: Quanto è Importante?

Revisione dei Contenuti di un Blog: Quanto è Importante? – Perché cominciare un processo di revisione degli articoli di un blog? 4 Buoni motivi ed alcune considerazioni interessanti non solo per migliorare la qualità del tuo blog, ma anche il suo posizionamento.

Negli ultimi mesi, confrontandomi con diversi colleghi, si è parlato spesso dell’importanza della revisione dei vecchi articoli pubblicati su un blog.

Chiaramente questo articolo si riferisce ai siti ed ai blog che hanno parecchi contenuti, e che, probabilmente, potrebbero trarre grande giovamento dalla revisione dei contenuti.

Ma cosa intendo io con revisione degli articoli?

Se hai già letto articoli dedicati a Come scrivere un post perfettoCome scrivere un articolo perfetto sul tuo blog (e sul web ce ne sono decine), fra i consigli che solitamente troverai ci sarà quello che dice più o meno:

Dopo aver scritto il tuo articolo, rileggilo, verificalo, correggilo, semplificalo: il lavoro più lungo è proprio quello di revisione, non quello di scrittura, e gli utenti sono molto attenti alla qualità dei contenuti.

Se da un lato questo è assolutamente vero, dall’altro chi deve gestire un blog a 360 gradi spesso non ha il tempo per rileggere quello che ha scritto prima di mandarlo in pubblicazione. Quello che si può fare, però, dopo qualche tempo, è andare a verificare come si sta muovendo il nostro blog e agire di conseguenza.

Revisione degli articoli pubblicati: 3 Motivi per farlo

Cerchiamo dunque di capire subito perché dovresti andare a guardare i tuoi vecchi articoli e dovresti dar loro una “svecchiata” (a proposito, probabilmente, nei prossimi mesi, anche io farò quello di cui parlo in quest’articolo, su Monetizzando.com®), e per farlo voglio darti 3 buoni motivi.

1. Non hai idee sui nuovi articoli da scrivere

Se non hai idee su cosa scrivere, potresti partire proprio da un vecchio contenuto, vedere cosa hai scritto ed andare a migliorare quel contenuto aggiungendo informazioni preziose o andando più nel dettaglio, fornendo così ai tuoi lettori una pagina più completa e professionale.

Gli anni di esperienza ti permetteranno inoltre di scrivere meglio e di correggere parecchi errori “da principiante” o magari di aggiornare le immagini per renderle più accattivanti.

2. Aggiornare un vecchio articolo e ripubblicarlo… fa bene alla SEO!

Secondo alcuni recenti esperimenti di colleghi SEO, modificare la data di un vecchio articolo può far fare un balzo nel posizionamento!

ATTENZIONE: Google non è scemo, quindi se ti limiti a modificare la data dei tuoi vecchi articoli senza effettivamente aggiornarli, potresti avere delle brutte sorprese, quindi occhio a come usi questo piccolo suggerimento!

3. Aggiornare vecchi articoli prendendo spunto da Software SEO

Quando parlo di Software SEO mi riferisco personalmente a SEMRush (leggi SEMRush: Come Scoprire le Parole Chiave dei Competitor (e non solo)?) e SEOZoom (leggi SEOZoom: Suite SEO 100% Italiana).

In pratica potresti andare ad esaminare il tuo sito internet e vedere quali sono gli articoli che sono posizionati in seconda pagina o che hanno del potenziale, andarli ad aggiornare / modificare per migliorarli, magari inserendo delle parole chiave che non sono presenti nell’articolo ma per le quali Google ha deciso di inserirti in SERP e in questo modo incrementare il traffico!

Tips: Qui di seguito trovi il box di SEMRush che ti permette di analizzare velocemente il tuo sito (o di richiedere un account prova gratuito):

Chiaramente il processo di revisione degli articoli va sempre fatto in maniera attenta, stando attenti anche a quali sono le parole chiave per cui un articolo si è già posizionato, evitando così di fare azioni controproducenti!

4. Bonus: Correggere i link rotti e le affiliazioni saltate?

Se anche tu lavori con l’affiliate marketing, un bel processo di revisione ti può aiutare a monitorare che i link affiliato funzionino ancora o se ci sono link rotti da sostituire, andando così ad incrementare quelli che sono i tuoi guadagni!

Spero con questi 3 consigli di averti davvero dato del valore ed uno spunto per migliorare il tuo blog,

buon lavoro e buon guadagno online,

Valerio

Commenti Facebook

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close