SEO e Indicizzazione

SEO: Il Potere degli Autori e dei Contenuti nella Link Building. 1° Parte

SEO: Il Potere degli Autori e dei Contenuti nella Link Building. 1° Parte

E’ un articolo di SEOMoz pubblicato due giorni fa, il 15 Gennaio 2014 da Matthew Barby (titolo originale “The power of authors and content for link building”) che ho trovato molto interessante, e, proprio per questo motivo, voglio condividere (e tradurre) per i lettori di monetizzando.com.

Il Guest posting, ormai da qualche anno, è uno dei metodi più gettonati per fare link building: sempre più persone si propongono come “guest poster” per presentarsi a nuove audience, ed oggi la competizione per apparire su blog e siti di settore molto importanti è davvero alta.

Generalmente, la strategia per proporre un guest post consiste nei seguenti “step”:

1 – Usare ricerche avanzate per trovare siti internet che possono ospitare i nostri post;

2 – Controllare i risultati ed organizzarli in modo che siano facilmente consultabili / fruibili (il chè spesso significa creare delle liste con Excel);

3 – Controllare i fattori del sito internet (Domain e Page Authority, Citation e Trust Flow, …) per verificare la bontà del sito;

4 – Filtrare i risultati ed individuare i target di alta qualità in base a dei criteri prestabiliti;

5 – Trovare le informazioni di contatto;

6 – Costruire dei contenuti per ogni target ed inviarli / trovare quali devono essere i contenuti da inserire all’interno del post e preparare il briefing per chi dovrà occuparsi della creazione del post;

7 – Attendere la risposta del proprietario del sito internet / blog – / Far scrivere da qualche copywriter il testo ed inviare i contenuti al proprietario del blog/sito internet cui siamo interessati;

8 – Ricevere finalmente il backlink e ripetere l’operazione.

Questo processo funziona piuttosto bene, ma ci sono degli approcci differenti per ottenere lo stesso risultato.

A questo punto, l’autore dell’articolo, comunica che, poiché il contenuto è parecchio lungo, è stata realizzata una versione in Pdf che è possibile scaricare (se vuoi scaricare il Pdf in Italiano clicca qui e scarica il pdf.

google Authorship

Autori al posto dei siti internet:

Mentre il processo sopra descritto era tutto incentrato sui siti internet che pubblicheranno il tuo contenuto (metodi simili sono adottati anche dai black hat per far link building), è possibile provare un approccio differente, ovvero partire dagli autori.

Trovare autori e blogger influenti che non solo hanno la capacità di creare contenuti di gran valore, ma hanno accesso ai canali che usano solitamente per distribuire i propri contenuti.

Questi autori hanno spesso tantissime relazioni con grandi aziende che possono chiaramente offrire anche a te un grosso vantaggio. Ecco perché è molto più interessante creare delle relazioni con questi autori, specialmente se vogliamo creare una link building di qualità.

Usando questo metodo, infatti, Matthew Barby è riuscito ad ottenere link da forbes, business insider, …

Come trovare autori influenti:

Così come per il processo della ricerca di siti su cui fare guest posting, allo stesso modo (ma con una struttura completamente differente) si può creare un processo passo – passo per mettersi in contatto con gli autori, ma questa volta non bisogna partire da google.

1 – Prima di tutto bisogna trovare contenuti di qualità che magari sono stati molto condivisi;

2 – Trovare a questo punto gli autori di questi contenuti e guardare i siti dove loro hanno pubblicato post e contenuti;

3 – Guardare altri dati sugli autori (come ad esempio l’influenza sui social, la lista di contributor, …);

4 – Filtrare a questo punto la lista identificando gli autori più in target;

5 – Creare relazioni con questi autori (facendo capire che vi è una vera stima e non si vuole semplicemente “approfittare” della loro posizione di privilegio);

6 – Lavorare insieme per creare degli assets;

7 – Utilizzare i loro canali di distribuzioni per costruire link e segnali sociali intorno a questi assets.

Contenuti di qualità

Trovare contenuti di qualità e popolari:

Questo passaggio è molto importante per numerose ragioni: ti permette di capire quale tipo di contenuto funziona (performa) bene nella tua nicchia di mercato; ti dà l’idea di quali sono gli autori più influenti; puoi vedere quali sono i benefici che si hanno dal lavoro con autori di una certa levatura.

Per trovare questo tipo di contenuti ci sono vari strumenti che ti vengono in aiuto. Il primo strumento utilizzato da Matthew è BuzzSumo.

BuzzSumo è uno strumento che ti permette di trovare contenuti rilevanti per la tua nicchia di mercato. Potrai vedere anche statistiche dei social media ed esportare questi dati in xls o csv. Potrai inoltre inserire, nella tua ricerca, una serie di filtri per “affinare la ricerca” (come ad esempio ultimi sei mesi, infografiche, interviste, articoli, …).

Matthew effettua questa operazione per una serie di contenuti differenti e poi carica tutto su un unico foglio di lavoro. (Matthew ha utilizzato anche delle importanti community dove vengono generalmente condivisi i contenuti più importanti per la sua nicchia di mercato, fra cui inbound.org – Per maggiori informazioni su BuzzSumo è possibile vedere anche il “Video Tutorial di Matthew su BuzzSumo”).

Trovare i creatori di contenuti:

Una volta raccolti i dati, davvero molto interessanti, con BuzzSumo, non avrai solamente una lista di URL con a fianco i dati social (condivisioni / like / …), ma potrai ottenere anche una serie di informazioni sugli autori di questi contenuti.

La prima cosa da fare con questi dati è filtrarli in maniera tale da avere da una parte quelli che hanno avuto un basso impatto sui social, e dall’altra quelli che hanno perforato meglio. Per trovare a questo punto gli autori dei siti (specialmente quando vengono utilizzati pseudonimi) basta prendere le immagini dei profili e cercare con google per immagini, in questo modo si arriverà facilmente ai canali social delle persone che hanno creato quei determinati contenuti.

Per trovare più velocemente i nomi degli autori degli articoli dal foglio di lavoro estratto da BuzzSumo puoi utilizzare un pò di XPath, il codice da inserire è:  =XPathOnUrl(INSERT URL, “//a[@rel=‘author’]”)

Ti servirà un SEO Tools Plugin per Excel per utilizzare su Excel questa funzione, tutto ciò che dovrai fare sarà modificare il “INSERT URL” con una sezione della query della URL della pagina. Applica dunque la formula, aspetta qualche minuto ed avrai caricati magicamente tantissimi nomi di autori.

Questo “trucchetto” funziona solo quando i contenuti hanno chiaramente il tag rel=author al loro interno.

Una volta ottenuti questi dati potrai lavorare sull’ottenere dati utili: altra funzione interessante di BuzzSumo è infatti la possibilità di effettuare delle ricerche per influencer. Potrai infatti cercare ad esempio “food blogger” su BuzzSumo ed ottenere URL di profili Twitter degli utenti più influenti.

Questo può darti una idea sull’autorità dei loro siti internet. Anche qui c’è una funzione che ti permette di esportare questi dati in Excel. A questo punto, solitamente, Matthew crea una lista privata su Twitter dove inserisce gli influencer di una determinata nicchia, per poi spostarsi su Social Crawlytics, altro strumento gratuito che ti permette di ottenere dati sui contenuti che funzionano di più.

E così, dal documento iniziale, vengono estratti una serie di domini che appaiono spesso in cima per la qualità dei contenuti. E si cominciano ad estrapolare statistiche sull’autore.

Purtroppo, in questo caso, una volta ottenuti i dati, non è possibile estrapolarli in un foglio di calcolo, ma occorrerà fare un pò di lavoro manuale.

Altro strumento che viene utilizzato da Matthew è Followerwonk, che permette di trovare autori influenti.

Step 3: Raccogliere le statistiche degli autori.

statistiche

Dopo aver raccolto un gran numero di dati sulle tipologie di contenuti differenti che sono popolari all’interno della nostra nicchia e quali sono gli autori più influenti, è importante valutare delle metriche per  capire l’importanza di ogni autore. Possiamo prendere una serie di informazioni dai loro profili sui social media, dai loro siti internet, …

Le informazioni da raccogliere per ogni autore sono:

1 – Nome completo

2 – Twitter, Google Plus, Facebook, Pinterest, Instagram … URL (scegliamo e selezioniamo i link più rilevanti)

3 – Immagine del profilo (Url)

4 – Indirizzo email (se possibile)

5 – Numero di follower / following

6 – Autorita sui social

7 – Circle Rank (può venirci in aiuto circlecount.com)

8 – Virante Author Rank

9 – URL sito internet

10 – Domini dei contributo.

Chiaramente non è fondamentale avere tutte le informazioni citate qui sopra, ma più informazioni si hanno e meglio sarà. Ci sono due approcci che possono essere infatti messi in pratica per raccogliere questi dati: seguire i pochi consigli indicati qui di seguito e raccogliere i dati in autonomia, oppure lavorare con un Freelancer che farà questo lavoro per te.

Se decidi di raccogliere in autonomia questi dati:

Per prima cosa devi creare un foglio di lavoro (spreadsheet) e collezionare le informazioni che hai già sui tuoi autori. Questo coinvolge: il loro nome, l’url dell’immagine del profilo, gli account social estratti con BuzzSumo.

Incolla gli utenti nella tua lista privata di Twitter;

Copia gli autori dal tuo reports effettuato con Social Crawlytics;

Organizza i dati in un formato leggibile con colonne e titoli.

Account Twitter:

Matthew, generalmente, comincia con Twitter. Se ha solo il nome dell’autore, prova a cercarlo su twitter, il modo più semplice per avere più informazioni:

Basta scrivere su google “nome è http://twitter.com” o usare la ricerca interna di twitter;

Guardare le biografie degli autori, spesso ogni autore infatti linka i propri profili social;

Se c’è una immagina del profilo si può fare una ricerca per immagine per trovare dove questa immagine appare;

Cercare il nome o l’indirizzo del sito internet tramite Followerwonk

URL del sito internet e follower su Twitter.

Una volta ottenute le Url degli autori puoi usare alcune XPath per fare scappino rapido delle informazioni. Per trovare un sito internet di un utente Twitter puoi utilizzare la seguente formula sul suo URL del profilo Twitter:   =XPathOnUrl(TWITTERURLHERE,”//p/span/span/a”)

Chiaramente bisogna sostituire “TWITTERURLHERE” con l’indirizzo dell’utente Twitter. Poi si può usare questa formula per ottenere informazioni sul numero di follower dell’utente: =XPathOnUrl(TWITTERURLHERE,”//li[3]/a/strong”)

Indirizzo eMail ed altri Social Network.

Una volta ottenuta questa lista è ora di chiamare BuzzStream. Carica la lista degli indirizzi ed aspetta una decina di minuti che BuzzStream raccolga tutti i dati.

Appena avrà finito entrerai in possesso di una pletora di informazioni di contatto, fra cui indirizzo email, profilo LinkedIn e Facebook, metriche del dominio, … Chiaramente potrai esportare questi dati e formattarli all’interno del tuo foglio di lavoro.

Matthew considera BuzzStream un grandissimo strumento “salva tempo”, e, sempre nell’articolo originale (del quale trovi la fonte alla fine ed all’inizio di questo mini eBook / articolo) troverai una guida su come utilizzare BuzzStream insieme a FollowerWonk.

Una volta ottenuto l’indirizzo email di una persona tutto sarà più semplice. Non aver paura se non hai ancora queste informazioni, ci sono tantissimi strumenti che possono essere utilizzati per ottenere più informazioni, anche più rapidamente.

Uno dei migliori strumenti con il quale Matthew ha lavorato è FullContact Person API. Ti permette di avere tutte le informazioni di contatto, ma il servizio è a pagamento (99$).

Usando queste API potrai avere informazioni sui profili social, indirizzi email, location, sito internet, numero di telefono e molto altro ancora. Potrai partire con queste informazioni e lo strumento garantisce un tasso di successo del 60% (a seconda dei dati che vengono inseriti).

Domani pubblicheremo la seconda parte di questo interessantissimo articolo, continua a seguire Monetizzando.com! Clicca qui per leggere la seconda parte.

Commenti Facebook

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close