News

Come Fare Soldi nel 2016 Seriamente?

Come Fare Soldi nel 2016 Seriamente? Esiste oggi un metodo per fare soldi seriamente ed avviare la propria attività o un lavoro part time senza dipendere da nessuno e con un investimento minimo? Cerchiamo di capirlo in questo articolo che ti parla della mia esperienza.

Ogni anno, su Monetizzando.com®, scrivo un articolo dedicato all’argomento “come guadagnare online” o come fare soldi, cercando di aggiornare l’articolo con le mie esperienze personali.

Quest’anno devo dire che ho trovato, se segui Monetizzando.com® assiduamente già lo saprai, una interessante opportunità di lavoro e di guadagno che voglio condividere con te, ma prima lasciami parlare un pò di quelle che sono le tendenze di quest’anno sul mondo del lavoro e del guadagno online.

Facendo delle ricerche su internet, infatti, ho trovato diversi articoli dedicati a quest’argomento, alcuni dei quali, a dire il vero, parlano dei soliti metodi che in realtà permettono di guadagnare qualche euro ma che fondamentalmente io definirei “lavoretti” che non ti permettono di costruire nulla di concreto.

Fra i metodi per fare soldi che vengono citati su diversi siti internet troviamo infatti:

  • Leggere libri di persone che hanno fatto soldi e prendere spunto (non è un vero modo per fare soldi anche se ti aiuterà di certo ad aumentare le tue competenze ed avere nuove idee, sono dell’idea che la formazione è importante e che bisogna leggere almeno 2 libri al mese, ma se stai cercando un modo per fare soldi, probabilmente, vorresti trovare qualcosa che ti permetta di guadagnare anche un piccolo extra mensile);
  • Fare lavoretti come dog sitter, baby sitter, dare ripetizioni: si tratta di lavoretti che possono rientrare nella categoria dei “lavoretti stagionali”, sono infatti saltuari, ti danno un piccolo guadagno nell’immediato ma non sempre è facile trovare qualcuno interessato (e comunque ci sarebbe una lotta al “prezzo più basso” per ottenere quel determinato servizio, a meno che tu non sia un professionista che impartisce lezioni private);
  • Fare il mistery shopper, sostanzialmente si tratta di persone che valutano l’esperienza di un cliente di un determinato negozio, è difficile essere accettati ed i guadagni sono piuttosto bassi;
  • Affitta una stanza di casa tua per arrotondare: anche qui non è così semplice farlo, bisogna avere autorizzazioni per essere in regola, personalmente ti consiglio di documentarti bene prima di cimentarti in questo genere di attività per capire quali sono le sanzioni in cui potresti incorrere;
  • Vendi piccoli oggetti artigianali realizzati da te online: ti trovi a competere con tantissime persone online (inclusa l’incredibile mole di prodotti Made in China a costi bassissimi);
  • Vendi oggetti usati o che non usi più su eBay o su siti simili: in questo caso potrai effettivamente guadagnare qualche extra, ma prima o poi questi prodotti finiscono (un consiglio, se vuoi avere un vantaggio sulla concorrenza, è comprare l’ebook di Marcello Marchese Come Vendere Su eBay e Subito Creando Annunci Efficaci?)

Come vedi questi sono piccoli lavoretti che ti possono dare un piccolo guadagno, ma che non ti permetteranno in realtà di lavorare e guadagnare bene (a meno che tu non crei un sistema particolare, esistono rari casi di persone che hanno creato delle aziende facendo commercio elettronico con eBay, ma il discorso qui sarebbe molto più complesso).

Come fare soldi seriamente nel 2016?

Mi sono chiesto, in base alla mia esperienza, quali sono i metodi che può mettere in pratica una persona, oggi, per creare una propria attività indipendente o un guadagno extra mensile lavorando part time, e, in base alla mia esperienza, sono giunto ad una conclusione:

E’ possibile nel 2016 creare un guadagno extra in 3 modi differenti (secondo quella che è la mia esperienza), ovvero:

1 – Guadagnare con un blog.

Anche nel 2016, non prendiamoci in giro, è possibile guadagnare con un blog. A patto che tu sia preparato psicologicamente a cosa andrai incontro, ovvero:

  • Non sempre si può guadagnare con le proprie passioni (se la tua passione o la tua nicchia è monetizzabile è un conto, se la tua nicchia invece non è monetizzabile o non ci sono prodotti da promuovere, non riuscirai davvero a guadagnare con un blog);
  • E’ necessario avere competenze: non solo dovrai saper scrivere per il web, ma dovrai avere anche competenze SEO, dovrai studiare e dovrai promuovere il tuo sito il più possibile (anche tramite i social);
  • Per velocizzare il processo di guadagno con un blog dovrai investire in pubblicità: non prendiamoci in giro, se non compri traffico, ed oggi moltissime aziende e molti blogger comprano traffico da Google o da Facebook, non riuscirai a monetizzare e guadagnare realmente con il tuo blog
  • Non è possibile guadagnare solamente con Google AdSense, o meglio è possibile a patto che tu abbia davvero migliaia di visitatori quotidiani sul tuo sito internet. In alternativa il mio consiglio è quello di cercare affiliazioni in target con la tua nicchia, e promuovere anche prodotti in affiliazione

Se dovessi misurare la difficoltà che ha questo genere di attività in una scala di valori che va da 1 a 10, prendendo come esempio una persona che non ha competenze sul web, direi che la difficoltà è di 8 su 10.

2 – Guadagnare con un infoprodotto.

Il business degli infoprodotti è molto florido. Va benissimo. E l’ho potuto constatare personalmente. Oltre ad un corso, che ho realizzato personalmente in collaborazione con Studio Samo, ho promosso durante il 2016 un eBook di una cinquantina di pagine ad alto valore di un amico, ed ho generato, solo dalla promozione di quell’eBook, più di 500 € di commissioni come affiliato.

1 eBook di 50 pagine, promosso tramite i giusti canali, può generare tantissime vendite, a patto che:

  • Le informazioni presenti nell’ebook siano di alta qualità
  • Oltre all’ebook sia pensato un sistema / funnel di formazione e/o aggiornamento e assistenza
  • L’argomento trattato nell’ebook sia di alto valore e richiesto dalla tua nicchia di riferimento

Attenzione: a molti 500 € potranno sembrare pochi, ma devi tenere in considerazione che io ho promosso un infoprodotto che è stato dato in affiliazione e che genera vendite non solo tramite me, ma anche tramite altri canali, fra cui la vendita diretta, vendita tramite facebook ads e tramite altri affiliati che promuovono questo prodotto.

3 – Entrare in una Azienda di Network Marketing.

Anche su questo ho una esperienza personale. Da gennaio 2016 ho inserito, nelle mie attività, anche quella di network marketing, ed ho potuto personalmente constatare che è possibile guadagnare facendo network marketing.

Ci sono aziende di network marketing molto serie che sono completamente legali perché basano il loro business sulla vendita di prodotti (e non sul mero reclutamento, anzi, dal reclutamento il networker non guadagna nulla, potrà guadagnare solo sul fatturato generato dalla sua organizzazione – rete vendita).

Ho cominciato a fare network marketing part time a marzo del 2016 e ti posso assicurare che è possibile guadagnare 200 – 500 € extra al mese dedicando a questa attività 2/3 ore al giorno (circa).

Chiaramente, per riuscire in questo genere di attività è necessario avere uno sponsor che sia in grado di trasmetterti le giuste informazioni per ottenere risultati da questa attività. Ecco perché oggi, in tutta sincerità, se incontro una persona che mi chiede “cosa mi consigli di fare per guadagnare 200 € extra al mese o più”, consiglio il network marketing, che può davvero dare delle grandissime soddisfazioni.

Se vuoi saperne di più sul network marketing puoi contattarmi via email all’indirizzo dedicato valerio.novelli@outlook.it, se vuoi invece raccontarmi la tua esperienza e condividere anche tu le tue conoscenze o i tuoi consigli, basati su esperienze reali, relativi a come fare soldi nel 2016, sei il benvenuto nei commenti.

Come vedi quest’articolo è piuttosto lungo ed ha richiesto del tempo per essere scritto, spero ti sia stato utile e ti invito a supportarmi e ripagarmi degli sforzi con un semplice clic: un mi piace su facebook o una condivisione sul social network che utilizzi di più.

Alla prossima,

Valerio

Commenti Facebook

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close