Social Network

La Storia Dei Social Network: Quando Nasce il Primo Social Network?

Oggi tutti utilizziamo i Social Network (a proposito, ti interesserebbe sapere “Come guadagnare con una pagina Facebook?“), in pochi però si chiedono quando sono nati questi strumenti che oggi vengono utilizzati da un numero grandissimo di persone.

La storia di social network inizia nell’ormai lontano 1997 (per il mondo di internet si tratta di “secoli”), quando uno statunitens di nome “Ellison” lancia il sito SixDegrees.com, l’obiettivo del primo social network era quello di creare delle relazioni fra persone.

Dopo questo primo tentativo di Social Network (per inciso il termine Social Network non era ancora stato “coniato”), nel 2003, ancora una volta in america, nasce il termine “Social Network” grazie ad un nuovo social che prese molto piede in America: Friendster.

In America in quel periodo sono nati diversi Social Network, fra cui Ryze, di Jonathan Abramsm un Social network dedicato ai professionisti (e Friendster era il primo social che mostrava le foto degli utenti ed il loro vero nome, permetteva di cercare persone e vedere li loro profilo per poi “collegarsi alla loro rete”…

E’ noto che il Social ebbe sin da subito un gran successo, tanto che Friendster non era preparato a sopportare il numero di utenti e di richieste che arrivavano, e le pagine, di conseguenza, erano molto lente nel caricamento. Dopo poco tempo gli utenti cominciarono a creare profili falsi, tanto che si parlava addirittura di “Fakester”, utenti che creavano questi profili e che desideravano più interazione.

Ed è proprio in quel periodo che molti utenti da Friendster si spostarono verso un altro social americano: MySpace, nato d aTom Anderson e Chris De Wolfe con uno scopo preciso: dare ai giovani uno spazio dove poter fare ciò che volevano.

MySpace nasce nel 2003 e conteneva inizialmente un blog, dei giochi e l’oroscopo. Per colpa di un bug del sistema si poteva personalizzare ogni pagina a piacimento: quando in MySpace se ne accorsero videro anche che moltissimi utenti si divertivano personalizzando le pagine, coinvolgevano altri utenti, e MySpace stava prendendo la giusta piega, proprio per questo motivo il bug non fu mai risolto.

MySpace venne poi venduto nel 2005 per ben 600 milioni di dollari alla News Corporation di Rupert Murdoch e da quel momento in realtà MySpace è in caduta libera… (Oggi appartiene alla Specific Media).

Ancora nel 2003, a Maggio, Reid Hoffman ed alcuni membri di Paypal e Socialnet.com lanciano LinkedIN, social orientato al mondo del lavoro, il profilo diventa il curriculum vitae e le relazioni che si instaurano sono professionali, lo scopo del Social? Creare relazioni utili alla propria carriera.

Il 4 Febbraio 2004 nasce un nuovo Social Network: “The Facebook”, creato dall’appena diciannovenne Mark Zuckerberg (che chiese anche il supporto di alcuni colleghi di università: Andrew McCollum, Eduardo Saverin, Dustin Moskovitz, Chris Hughes). Il giovane Mark partì pensando ad un social network esclusivo che si basava sui profili reali: un sistema per restare in contatto con la gente conosciuta.

In realtà all’inizio Facebook non aveva molte opzioni e funzionalità, le funzioni che lo renderanno il social network più popolato al mondo saranno l’applicazione Foto con la funzione di tagging delle foto ed il news feed.

C’è un altro elemento che è stato il punto di svolta per Facebok: il trasformare il Social in una piattaforma in grado di ospitare applicazioni di terze parti.

Dopo ben due anni, il 15 luglio del 2006, durante un brainstorming, nasce l’idea di un servizio che permette di mandare brevi messaggi a piccoli gruppi: è così che nasce Twitter!

E nell’ultimo anno?

Nell’ultimo anno ci sono stati altri due Social Network a prendere larghissimo campo:

Google+, il Social network di Google, lanciato nel 2011 e Pinterest, nato nel 2012.

Ma cosa sono i Social Network?

I Social Network sono degli ambienti nei quali si può entrare in relazione con altre persone caratterizzati da quattro caratteristiche principali:

  • Persistenza: ogni azione svolta sui social network lasciaua “traccia” teoricamente accessibile anche dopo anni;
  • Ricercabilità: è sempre possibile cercare e trovare segni lasciati in rete, siano essi fotografie, messaggi, apprezzamenti, condivisioni, …;
  • Replicabilità: ogni traccia può essere riprodotta in maniera diversa (su diversi supporti);
  • Pubblico Invisibile: Non si può sapere con precisione quante e quali persone hanno visualizzato ciò che noi abbiamo scritto, commentato, ….

I Social Network Geolocalizzati:

Nel tempo sono nati anche Social Network geolocalizzati, il più importante è Foursquare, che sfrutta anche diverse leve del marketing per coinvolgere gli utenti, le più importanti sono:

  • La Gamification: più fai “check in” e più badge ottieni, diventando anche il “Major o il Sindaco” di determinati luoghi che frequenti spesso;
  • Le offerte: ottimo strumento di marketing per aziende che vogliono pubblicizzare la propria azienda inserendo una offerta per gli utenti di Foursquare che fanno un check in o compiono una determinata azione.

Questa è una breve panoramica sulla storia dei Social Network, spero ti sia stata utile e ti invito a lasciare il tuo commento con dettagli, precisazioni o curiosità che possono tornare utili.

Buon lavoro,

Valerio

Commenti Facebook
Tags

Articoli Correlati

Un Commento

  1. Il primo Social Network organizzato penso sia stato la posta… Pensate che l’agenzia dove lavoro, come iniziativa social di quest’estate ha proposto la riscoperta del primo vero social media completo, la cartolina.
    Il vero problema è la reperibilità dei francobolli 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close